laRegione
Cina
15.11.21 - 07:51
Aggiornamento: 16:23

‘Dov’è Peng Shuai?’, sui social si cerca la tennista

Accusò di stupro un leader cinese, preoccupazione per la sua scomparsa

dov-e-peng-shuai-sui-social-si-cerca-la-tennista
Keystone

“Dov’è Peng Shuai?”. Cresce nel mondo la preoccupazione per la sorte della tennista cinese, che sarebbe scomparsa dopo aver accusato di stupro un leader del suo Paese, e sta facendo il giro dei social l’hashtag #WhereIsPengShuai. La 35enne, ex numero uno al mondo di doppio, lo scorso 2 novembre aveva pubblicato le sue accuse sull’account ufficiale su Weibo (equivalente cinese di Twitter), un messaggio presto cancellato ma che non è passato inosservato anche perché la donna affermava di aver avuto, tre anni fa, rapporti sessuali forzati con l’ex vicepremier Zhang Gaoli, che dal 2013 al 2018 è stato uno dei politici più potenti della Cina.

A partire dal 4 novembre, la Cina aveva bloccato ogni riferimento a questo messaggio attribuito a Peng e la censura ha cancellato il messaggio dall’internet cinese, ma gli screenshot si sono diffusi a macchia d’olio. Da allora, la giocatrice non ha più comunicato o fatto apparizioni pubbliche. Oggi, tra l’altro, si è mossa anche l’associazione delle tenniste professioniste (Wta), sostenendo che le accuse della donna meritano un’indagine trasparente. “La sua accusa alla condotta di un ex leader cinese, relativa ad un caso di aggressione sessuale, deve essere trattata con la massima serietà – afferma in una nota l’ad della Wta, Steve Simon –. Ci aspettiamo che questa faccenda venga trattata correttamente, il che significa che le accuse devono essere indagate in modo completo, equo, trasparente e senza censure”.

Leggi anche:

Censurate le accuse di molestie all’ex vicepremier

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Estero
9 min
Tensione dopo scontri a Jenin: razzi da Gaza, raid di Israele
Dopo l’’operazione antiterrorismo’ israeliana con 9 vittime palestinesi, nella notte la Jihad islamica attacca, Tel Aviv risponde con l’aviazione
Estero
1 ora
Benedetto XVI: ‘L’insonnia il motivo centrale delle dimissioni’
Il defunto papa, in una lettera di ottobre al suo biografo resa nota oggi, narrava i problemi causati dalla mancanza di sonno e dai sonniferi prescritti
Oceania
9 ore
Un navigatore svizzero disperso nel mare al largo dell’Australia
Stando alla polizia australiana l’80enne è partito in direzione della Nuova Zelanda a bordo del suo yacht. Non si hanno sue notizie dal 5 dicembre.
Stati Uniti
11 ore
A Capitol Hill, a sorpresa, c’è anche Elon Musk
Il miliardario ha discusso con i leader di repubblicani e democratici il modo per assicurare ‘che Twitter sia equa nei confronti dei due partiti’
l’invasione russa
23 ore
Mosca risponde ai tank, missili ipersonici sull’Ucraina
Almeno 11 morti nei raid. Putin e Zelensky chiudono la porta ai colloqui
cisgiordania
23 ore
Esercito israeliano irrompe a Jenin: 10 morti
Scontri durante un’operazione definita di ‘antiterrorismo’ in un campo profughi. Dura presa di posizione di Abu Mazen. Hamas: ‘Tel Aviv la pagherà’
balcani
1 gior
Solo il 43% dei serbi vuole entrare nell’Ue
Nel sondaggio non si dicono convinti di voler abbracciare l’Unione europea. Il sistema sociale più ambito? Quello svizzero
russia
1 gior
Putin mette al bando Meduza ‘Testata indesiderata’
Il media indipendente nel mirino della censura del Cremlino: ‘Non molliamo’
Estero
1 gior
Piccolo Stato, grande multa: San Marino sanziona Facebook
Meta Inc. ha perso il ricorso e dovrà pagare 4 milioni di euro per la diffusione indebita dei dati di circa 12’700 sammarinesi
Estero
1 gior
Al Memoriale della Shoah ‘I Simpson deportati ad Auschwitz’
I murales dell’artista aleXsandro Palombo sono apparsi sui muri della Stazione centrale a Milano presso il Binario 21, luogo di partenza per i lager
© Regiopress, All rights reserved