laRegione
italia-sindacalista-ucciso-da-un-camion-che-forza-il-blocco
(Keystone)
18.06.21 - 18:44
Aggiornamento: 21:13
Ats, a cura de laRegione

Italia, sindacalista ucciso da un camion che forza il blocco

È accaduto a Biandrate, provincia di Novara. La vittima è un 37enne di origini marocchine e coordinatore SiCobas per la provincia di Novara.

Un presidio per i diritti sul lavoro è finito nel sangue e un sindacalista è morto travolto da un camion. E' accaduto a Biandrate, provincia di Novara, all'ingresso del centro distribuzione Lidl. La vittima è un 37enne di origini marocchine e coordinatore SiCobas per la provincia di Novara. Arrestato il camionista, un 25enne della provincia di Caserta, che si è costituito a una pattuglia dei carabinieri all'altezza del casello autostradale Novara Ovest, dopo una fuga di alcuni chilometri.

E' accusato di omicidio stradale, resistenza e omissione di soccorso. "Sono molto addolorato", commenta il premier Mario Draghi, secondo cui "è necessario che si faccia subito luce sull'accaduto", mentre per il ministro del Lavoro, Andrea Orlando, "è inaccettabile che nel nostro Paese l'esercizio delle libertà sindacali possa mettere a rischio la vita".

Secondo la ricostruzione dei carabinieri, e della polizia, il camionista, che lavora per conto di una ditta incaricata dalla Lidl, era in coda dietro ad altri mezzi, all'interno del centro di distribuzione di fronte al quale si era formato un capannello di aderenti al sindacato SICobas, in presidio nell'ambito dello stato di agitazione indetto a livello nazionale. Spazientito dall'attesa, il giovane ha improvvisamente imboccato contromano la corsia di entrata, compiendo alcune accelerazioni nonostante i manifestanti fossero davanti al veicolo.

Sul posto erano presenti due agenti in borghese della Digos, che hanno estratto il tesserino e intimato l'alt, ma il camionista ha proseguito la sua marcia a scatti e, superati i cancelli, ha svoltato a destra per raggiungere la strada. Il sindacalista è stato travolto dalle ruote sul lato destro del mezzo, che si è poi allontanato. I soccorsi sono stati immediati, ma per il 37enne non c'è stato nulla da fare.

A una settimana dagli scontri al presidio dei lavoratori della logistica di Lodi, il caso di Biandrate ricorda l'episodio accaduto nel 2016 a Piacenza, dove un facchino 53enne di origine egiziana, fu travolto da un tir all'esterno di una ditta piacentina di logistica mente era in corso una vertenza tra il sindacato Usb e i vertici dell'azienda.

"La morte di un sindacalista, investito durante un presidio sindacale, è un fatto gravissimo, inaccettabile, sul quale è necessario fare presto piena luce", dice il leader della Cgil, Maurizio Landini, che avverte: "Nella logistica si stanno verificando troppi episodi d'intimidazione e di violenza, che mettono seriamente in discussione le libertà sindacali. E questo avviene in un settore, dove anche per effetto del ricorso ad appalti e sub appalti, e dell'applicazione di contratti pirata, i diritti e le tutele fondamentali dei lavoratori sono continuamente calpestati, in un clima spesso da Far West".

Unanime il cordoglio e la condanna da parte della politica, i sindacati hanno proclamato lo sciopero per l'intera giornata odierna e per le giornate di sabato e domenica. "Non è possibile morire mentre si esercita il diritto costituzionale ad esprimere la propria opinione e non si devono mai mettere lavoratori contro lavoratori.

Il diritto di manifestare è sacrosanto e ogni atto di violenza va condannato", dicono Filcams-Cgil e Filt-Cgil, Fisascat-Cisl e Fit-Cisl e Uiltucs e Uiltrasporti che, "in attesa che la giustizia faccia chiarezza su quanto accaduto", chiedono "un intervento forte, anche a livello istituzionale, per affermare legalità e diritti in un mondo che troppo spesso li ignora".

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
biandrate coordinatore sicobas sindacalista
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
il reportage
1 ora
Viaggio in Abkhazia, lo Stato separatista che non esiste
Vodka, pistole, autisti sbadati, ambasciatori ufficiosi, ministri con giacche troppo larghe, il fantasma di Stalin, frontiere immaginarie e dogane reali
Estero
9 ore
Esplosioni in Crimea. Kiev rivendica l’attacco
Mosca parla di incidente in un deposito di munizioni, ma fonti militari ucraine confermano che c’è la loro mano: ‘È solo l’inizio’
Estero
9 ore
Stop ai visti turistici ai russi nei Paesi Baltici
Kiev chiede lo stesso agli altri Paesi occidentali. Mosca taglia anche il petrolio
pacfico
10 ore
Pechino: la linea mediana non esiste. Taiwan teme l’invasione
Altissima tensione dopo la visita della speaker della Camera americana Nancy Pelosi. Pechino prepara l’artiglieria nel Mar Giallo
Estero
10 ore
Trump contro l‘Fbi: ’Io vittima di un nuovo Watergate’
L’ex presidente si scaglia contro l’agenzia governativa dopo il blitz nella sua residenza di Mar-a-Lago. Nancy Pelosi: nessuno è al di sopra della legge
Estero
12 ore
Oggi giornata mondiale del leone: in Africa ne restano 30’000
Le popolazioni di leone presenti in Africa hanno perso il 90% del loro areale originario e la riduzione non sembra arrestarsi
Estero
13 ore
La caccia al tesoro dei Paperoni Usa in Groenlandia
Gates, Bezos, Bloomberg finanziano la ricerca di cobalto e nichel sull’isola
Confine
14 ore
Trenord aumenta il prezzo dei biglietti
Sono coinvolte anche le linee transfrontaliere con il Ticino. La ragione è l’adeguamento all’inflazione
Estero
16 ore
Identificati 250 siti web di fake news sulla guerra in Ucraina
Diffondono attivamente disinformazione russa, indica NewsGuard. Circa la metà sono in inglese, mentre altri sono in francese, tedesco o italiano
Estero
22 ore
Trump: la tenuta di Mar-a-Lago perquisita dall’Fbi
L’operazione sarebbe legata alla ricerca di alcuni documenti riservati che l’ex presidente avrebbe portato via dalla Casa Bianca
© Regiopress, All rights reserved