laRegione
09.05.21 - 13:51

Feste e arresti nella prima notte senza restrizioni in Spagna

Dopo la mezzanotte, brindisi nelle piazze senza nessun rispetto delle misure di sicurezza volte a contrastare la diffusione della pandemia.

Ats, a cura de laRegione
feste-e-arresti-nella-prima-notte-senza-restrizioni-in-spagna
A Barcellona la polizia ha disperso 6’500 persone (Keystone)

La prima notte dopo la fine dello stato di emergenza proclamato in Spagna alla mezzanotte di ieri è stata vissuta in molte città spagnole come una grande festa, un capodanno all'inizio di maggio con bottiglie e brindisi nelle piazze principali, senza nessun rispetto delle misure di sicurezza. E questo nonostante il fatto che i dati sui contagi Covid siano ancora preoccupanti. Lo scrive ‘El Pais’.

Sebbene l'incidenza in Spagna abbia iniziato a diminuire questa settimana, il trend è ancora molto debole, dopo altre due settimane di stagnazione. Venerdì, ultimo giorno con dati ufficiali, si sono registrati in media 198 casi ogni 100'000 abitanti in tutto il Paese, che secondo il semaforo del ministero della Salute, rappresentano un "rischio elevato".

Ma nelle prime ore senza lo stato di allarme, questi dati non sono stati ricordati per le strade. A Madrid la gente è scesa in piazza a festeggiare alla Puerta del Sol e la polizia ha fatto 450 interventi, a Barcellona 6’500 persone sono state disperse. Sedici gli arresti a Palma de Maiorca e quattro agenti della polizia rimasti feriti nelle colluttazioni seguite alla protesta non autorizzata contro il coprifuoco.

Non ci sono stati incidenti degni di nota a Madrid o Siviglia, ma molte le immagini che testimoniano la mancanza di controllo e la distanza prevista dalle misure contro il virus. "La libertà non consiste nell'infrangere le regole", ha detto questa domenica il sindaco di Madrid, José Luis Martínez-Almeida, quelle che abbiamo visto sono scene deprecabili".

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
IRAN
56 min
Teheran manda al patibolo e spara ai genitali
Un ragazzo che ha partecipato alle proteste antigovernative è stato mandato al patibolo. Intanto gli agenti colpiscono le donne mirando alle parti intime
Italia
1 gior
Evade dai domiciliari per ‘badare alle galline’, assolto
Vista la tenuità del fatto, il giudice ha chiuso un occhio, non senza ammonire l’83enne: ‘Mi raccomando, non esca più’
Perù
1 gior
Castillo scioglie il Parlamento, ‘è in atto un golpe’
L’annuncio è stato formulato alcune ore prima dell’inizio di una seduta del Parlamento in cui si sarebbe discussa la destituzione del presidente
Germania
1 gior
Volevano colpire il Bundestag, arrestati 25 terroristi
Tra gli attentatori, appartenenti tutti a un gruppo di estrema destra, anche un principe e un’ex deputata di AfD. Arresti anche in Italia e Austria
italia
1 gior
Giorgia Meloni è la settima donna più potente al mondo
Questo secondo la classifica di ‘Forbes’. Accanto a lei anche Ursula von der Leyen, Christine Lagarde, Kamala Harris e - simbolicamente - Mahsa Amini
Francia
1 gior
Obsolescenza programmata, dalla Francia una denuncia per Apple
Il colosso americano degli smartphone accusato di limitare le possibilità di riparazione delle sue apparecchiature
Francia
1 gior
La Francia risparmia Co2 e chiude tre tratte a corto raggio
Via libera da Bruxelle per la soppressione di collegamenti aerei Orly-Bordeaux, Orly-Nantes e Orly-Lione
Spagna
1 gior
Scontro tra due treni in Catalogna, 155 feriti
L’incidente è avvenuto presso la stazione di Montcada i Reixac-Manresa. Dove uno dei due convogli era fermo
Iran
1 gior
Ucciso mentre festeggia la sconfitta, arrestato capo polizia
Il 27enne, per strada ad acclamare il kappaò contro gli Stati Uniti, era stato freddato con un colpo alla testa
Argentina
1 gior
‘Meglio andare in prigione che essere una marionetta’
‘Non mi ricandiderò’. Così l’ex presidente argentina Cristina Fernandez de Kirchner dopo la lettura della sentenza di condanna a sei anni di prigione
© Regiopress, All rights reserved