laRegione
Wawrinka S. (SUI)
2
SIMON G. (FRA)
1
fine
(6-3 : 6-7 : 6-2)
Berna
Lugano
19:45
 
Davos
Bienne
19:45
 
Friborgo
Zurigo
19:45
 
Zugo
Lakers
19:45
 
Ginevra
Losanna
19:45
 
Langnau
Ambrì
19:45
 
La Chaux de Fonds
Langenthal
19:45
 
Kloten
Turgovia
19:45
 
Olten
Winterthur
19:45
 
Wawrinka S. (SUI)
2 - 1
fine
6-3
6-7
6-2
SIMON G. (FRA)
6-3
6-7
6-2
ATP-S
ANTWERP BELGIUM
Ultimo aggiornamento: 18.10.2019 18:59
Berna
LNA
0 - 0
19:45
Lugano
Ultimo aggiornamento: 18.10.2019 18:59
Davos
LNA
0 - 0
19:45
Bienne
Ultimo aggiornamento: 18.10.2019 18:59
Friborgo
LNA
0 - 0
19:45
Zurigo
Ultimo aggiornamento: 18.10.2019 18:59
Zugo
LNA
0 - 0
19:45
Lakers
Ultimo aggiornamento: 18.10.2019 18:59
Ginevra
LNA
0 - 0
19:45
Losanna
Ultimo aggiornamento: 18.10.2019 18:59
Langnau
LNA
0 - 0
19:45
Ambrì
Ultimo aggiornamento: 18.10.2019 18:59
La Chaux de Fonds
LNB
0 - 0
19:45
Langenthal
Ultimo aggiornamento: 18.10.2019 18:59
Kloten
LNB
0 - 0
19:45
Turgovia
Ultimo aggiornamento: 18.10.2019 18:59
Olten
LNB
0 - 0
19:45
Winterthur
Ultimo aggiornamento: 18.10.2019 18:59
In 'forma' per le elezioni europee del prossimo maggio (Keystone)
Estero
23.09.18 - 21:460

Berlusconi torna in campo per le europee

Il presidente di Forza Italia definisce i Cinque Stelle 'nemici della libertà' e bacchetta pure l'alleato Matteo Salvini

Il presidente di Forza Italia Silvio Berlusconi torna in campo candidandosi alle prossime europee per "salvare l’Italia" dai Cinque Stelle, "peggiori della sinistra, nemici della libertà e delle imprese". Nello stesso tempo attacca il ministro dell’interno Matteo Salvini, della Lega, definendo le sue uscite contro Forza Italia "sgradevoli".

Dopo mesi di silenzio, chiude a Fiuggi, in provincia di Frosinone, la kermesse di Antonio Tajani, il vice presidente a cui affida il rilancio di Forza Italia, Berlusconi assicura che vuole "fare sul serio" per aggregare attorno al centrodestra "l’altra Italia", quella dei moderati "che non votano più" o che hanno preferito "un voto di rabbia o di protesta".

Parlando a braccio per quasi un’ora, bacchetta Matteo Salvini, per le sue punzecchiature di ieri quando parlò di intese "solo locali", con il partito azzurro. Al ministro dell’Interno, Berlusconi prima ricorda che il vertice del centrodestra "ha confermato in modo definitivo" la sua collocazione all’interno del centrodestra. Poi definisce le sue ultima uscite "non gradevoli e non accettabili".

"Forse – è la spiegazione di Berlusconi – lo fa con la scusa di non far scoppiare un diverbio con gli alleati del M5s, quel diverbio che noi vogliamo che scoppi". Un intervento tutto a braccio, intenso, al termine del quale il leader di Forza Italia soffre un leggero calo di pressione, dal quale si recupera immediatamente.

La strategia del Cavaliere è chiara, inserirsi come un cuneo nelle contraddizioni che esistono all’interno della maggioranza, spingendo la Lega sulle posizioni programmatiche di tutto il centrodestra, soprattutto ora che tra Lega e M5s aumenta la tensione sui contenuti della manovra.

Quindi, picchia durissimo sulle proposte di maggiore spesa avanzate da M5S: "Se con la manovra alzassimo il deficit e l’Europa dovesse respingerla – ammonisce – sarebbe un disastro. E purtroppo da quello che sento, la BCE ritiene questo rischio molto elevato".

Netta la difesa del ministro dell’economia e delle finanze Giovanni Tria, definito come uno che "tiene i conti a posto", mentre il ministro dello sviluppo economico e ministro del lavoro e delle politiche sociali, nonché Vicepresidente del Consiglio dei ministri Luigi Di Maio pensa al Tesoro come "un bancomat per finanziare le sue promesse elettorali". Durissimo anche con il portavoce del presidente del Consiglio dei ministri Rocco Casalino: "In una democrazia dovrebbe starsene fuori con la valigia in mano".

Parole che fanno irritare il premier Giuseppe Conte: "Berlusconi stia tranquillo. L’Italia è in buone mani, ci lasci lavorare", replica dalla provincia di Foggia. "Il capo di Mediaset – è la reazione piccata di Luigi Di Maio – ha fatto solo danni. La sua preoccupazione oggi come negli ultimi 20 anni non è per l’Italia, ma solo per le sue tv! Il suo tentativo di cercare ancora visibilità è ridicolo".

Proprio di tv, in effetti, Berlusconi parla a Fiuggi, chiarendo per la prima volta in modo esplicito che in seguito a un provvedimento sui tetti pubblicitari "Mediaset chiuderebbe all’indomani".

Tags
berlusconi
italia
forza
ministro
forza italia
centrodestra
interno
presidente
matteo salvini
matteo
TOP NEWS Estero
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile