laRegione
04.04.22 - 18:35
Aggiornamento: 19:07

Elon Musk è diventato il più grande azionista di Twitter

Il miliardario statunitense, in passato molto critico sulle scelte del social media, ha investito quasi 3 miliardi di dollari

Ansa, a cura de laRegione
elon-musk-e-diventato-il-piu-grande-azionista-di-twitter
Keystone

Elon Musk è diventato il maggiore azionista di Twitter con una quota del 9,2 per cento, circa quattro volte quella attualmente in possesso del fondatore della piattaforma Jack Dorsey.

L’operazione è stata rivelata da un documento dell’ente statunitense di vigilanza sui mercati Securities and Exchange Commission; l’entità dell’operazione è stimata, in base al valore delle azioni di venerdì scorso, in circa 2,89 miliardi di dollari (circa 2,7 miliardi di franchi). La notizia ha portato a un forte rialzo dei titoli di Twitter.

L’imprenditore, uno degli uomini più ricchi al mondo e fondatore di Tesla, SpaceX e altre compagnie, è un forte utilizzatore di Twitter: il suo profilo ha 80 milioni di follower e viene usato per condividere di tutto, spesso mettendo insieme un importante annuncio su una delle sue compagnie a un meme a qualche polemica. Ma quello di cui adesso più si discute sono i suoi attacchi a Twitter, in particolare ai regolamenti sui contenuti ammessi sulla piattaforma. Secondo Musk le regole del social media, negli ultimi anni sempre più rigide per quanto riguarda i discorsi di odio e la disinformazione, non rispetterebbero i principi della libertà di espressione.

A un certo punto si è anche pensato che Musk potesse aprire un proprio social network alternativo a Twitter e basato su protocolli aperti e una maggiore libertà degli utenti di scegliere. A questo punto la soluzione sembra essere, piuttosto che la creazione di una nuova piattaforma, il cambiamento di quella che c’è. Nel documento dell’autorità di vigilanza Musk ha indicato di non voler prendere il controllo della compagnia, ma è difficile pensare che il suo ruolo resterà passivo.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
Speciale Economia
1 gior
Partenza in tromba nell’Eurozona
Economia
1 sett
Per Ubs il 2022 si chiude con il segno positivo
Nel quarto trimestre la banca ha registrato un utile di 1,65 miliardi, per un totale complessivo di 7,63 sull’arco dell’intero anno
Economia
2 sett
Banca Migros supera il milione di clienti
La clientela nel 2022 registra un +27% rispetto all’anno precedente, sulla scia dell’introduzione della nuova carta di credito Cumulus
Economia
2 sett
Credit Suisse prevede un’inflazione più alta
La banca scommette su un rincaro 2023 che dovrebbe raggiungere l’1,7%, oltre a un aumento pari a 1,75% anche per i tassi della Banca nazionale svizzera
Economia
2 sett
Blocchi regionali e protezionismo contro le economie emergenti
I Paesi Non Allineati Nuovi (Nan) temono che la loro crescita venga ostacolata dai muri commerciali eretti da Stati Uniti, Europa e Cina
Economia
2 sett
E all’improvviso nulla più turba le Borse
Inflazione, tassi d’interessi più elevati, rallentamento cinese, timori di recessione: in Europa e negli Usa l’ottimismo si diffonde, nonostante tutto
Economia
2 sett
Lufthansa vuole comprare una quota di Ita Airways
È l’unica offerta arrivata al Governo italiano, tedeschi pronti a rilevare l’intera compagnia aerea
Economia
3 sett
Importante cessione nel settore chimico
Sika, gruppo attivo nelle specialità chimiche, ha deciso di vendere una parte dell’ex filiale del colosso tedesco Basf
Speciale Economia
3 sett
La deglobalizzazione non è la strada giusta
Economia
3 sett
Il franco si indebolisce sull’euro: moneta europea sopra 1,00
È la prima volta dall’inizio di luglio 2022 che l’euro torna sopra la parità
© Regiopress, All rights reserved