laRegione
04.04.22 - 18:35
Aggiornamento: 19:07

Elon Musk è diventato il più grande azionista di Twitter

Il miliardario statunitense, in passato molto critico sulle scelte del social media, ha investito quasi 3 miliardi di dollari

Ansa, a cura de laRegione
elon-musk-e-diventato-il-piu-grande-azionista-di-twitter
Keystone

Elon Musk è diventato il maggiore azionista di Twitter con una quota del 9,2 per cento, circa quattro volte quella attualmente in possesso del fondatore della piattaforma Jack Dorsey.

L’operazione è stata rivelata da un documento dell’ente statunitense di vigilanza sui mercati Securities and Exchange Commission; l’entità dell’operazione è stimata, in base al valore delle azioni di venerdì scorso, in circa 2,89 miliardi di dollari (circa 2,7 miliardi di franchi). La notizia ha portato a un forte rialzo dei titoli di Twitter.

L’imprenditore, uno degli uomini più ricchi al mondo e fondatore di Tesla, SpaceX e altre compagnie, è un forte utilizzatore di Twitter: il suo profilo ha 80 milioni di follower e viene usato per condividere di tutto, spesso mettendo insieme un importante annuncio su una delle sue compagnie a un meme a qualche polemica. Ma quello di cui adesso più si discute sono i suoi attacchi a Twitter, in particolare ai regolamenti sui contenuti ammessi sulla piattaforma. Secondo Musk le regole del social media, negli ultimi anni sempre più rigide per quanto riguarda i discorsi di odio e la disinformazione, non rispetterebbero i principi della libertà di espressione.

A un certo punto si è anche pensato che Musk potesse aprire un proprio social network alternativo a Twitter e basato su protocolli aperti e una maggiore libertà degli utenti di scegliere. A questo punto la soluzione sembra essere, piuttosto che la creazione di una nuova piattaforma, il cambiamento di quella che c’è. Nel documento dell’autorità di vigilanza Musk ha indicato di non voler prendere il controllo della compagnia, ma è difficile pensare che il suo ruolo resterà passivo.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
Economia
5 gior
Tonfo Credit Suisse: le azioni crollano a poco più di 4 franchi
Da inizio anno il titolo ha perso il 48% del suo valore, il 16% solo nell’ultimo mese. L’apice l’aveva invece raggiunto nel 2000: 96,50 franchi
Economia
1 sett
Credit Suisse sborsa oltre 32 milioni: ‘Ci rallegriamo’
La banca elvetica passa alla cassa per risolvere una denuncia collettiva sulla qualità della gestione dei rischi negli Stati Uniti
Economia
1 sett
Rete elettrica, ‘la Svizzera non è un’isola’
Swissgrid investe 2,5 miliardi per le linee, ma il rischio è che le tensioni con l’Europa portino a problemi di collegamento e approvvigionamento
Economia
2 sett
Agosto col segno negativo per le casse pensioni
Il calo medio, dopo la deduzione delle commissioni, è stato dell’1,45%, che fissa a -7,87% quello da inizio anno
Economia
2 sett
Da Novartis 100 milioni per il campus di Basilea
L’importante investimento servirà a sviluppare il ramo delle bioterapie. Previsto un nuovo centro per lo sviluppo tecnico precoce
Economia
2 sett
Ermotti: ‘Non è così importante il numero di banche’
In un’intervista rilasciata alla stampa d’oltre Gottardo l’ex ceo di Ubs ha risposto con un ‘no comment’ sulla sua posizione al Credit Suisse
Economia
3 sett
Una capsula per il caffè che non è una... capsula
Per contrastare i rifiuti e favorire la sostenibilità Migros ha lanciato sul mercato una nuova macchina che non utilizza plastica né alluminio
Economia
3 sett
Porsche entra in Borsa e segna una quotazione da record
Le azioni del noto marchio di auto di lusso saranno quotate a Francoforte a fine settembre-inizio ottobre
Economia
3 sett
Settore assicurativo e nuova normalità, una tavola rotonda
Il Centro studi Villa Negroni ha promosso una discussione sulle peculiarità necessarie per superare il momento di crisi: intelligenza artificiale su tutte
Economia
3 sett
Pil progredito in Svizzera del 2,8% su un anno
Traino l’aumento della spesa dei consumatori dovuto all’abolizione delle misure contro il Covid-19
© Regiopress, All rights reserved