laRegione
(Keystone)
Economia
23.08.19 - 23:280
Aggiornamento : 23:46

Libero scambio con il Mercosur

Raggiunta un'intesa tra i paesi dell'Aels, compresa la Svizzera, e l'organizzazione commerciale sudamericana

Berna/Buenos Aires – I paesi dell'Associazione europea di libero scambio (Aels), compresa la Svizzera, hanno firmato un accordo commerciale con il Mercosur sudamericano. Lo ha annunciato il presidente brasiliano Jair Bolsonaro su Twitter.

"Un'altra grande vittoria per la nostra diplomazia per aprire il commercio", ha scritto Bolsonaro. I dettagli inizialmente erano sconosciuti. Con l'accordo, i quattro Stati del Mercosur Brasile, Argentina, Uruguay e Paraguay volevano ridurre parzialmente o completamente le tariffe sui beni industriali.

L'accordo di libero scambio del Mercosur con i paesi dell'Aels (Svizzera, Norvegia, Islanda e Liechtenstein) è stato negoziato per due anni. L'industria svizzera ha fortemente richiesto un accordo. Le società svizzere non dovrebbero più essere svantaggiate rispetto alla concorrenza dell'Unione europea nei paesi del Mercosur. A giugno, l'Ue e il Mercosur avevano raggiunto un accordo su un patto commerciale comune.

La notizia arriva nel giorno in cui il presidente francese Macron, durante il vertice G7 di Biarritz, ha annuciato che si opporrà alla ratifica del trattato di libero scambio tra Unione europea e Mercosur, il mercato comune dell'America meridionale, firmato a metà giugno, "visto l'atteggiamento del Brasile in queste ultime settimane", come ha sottolineato l'Eliseo in una nota. Mettendo nero su bianco che "Bolsonaro ha mentito nel vertice del G20 di giugno ad Osaka, decidendo di non rispettare i suoi impegni sul clima e di non impegnarsi sulla biodiversità".

Del Mercosur fanno parte in qualità di Stati membri Argentina, Brasile, Paraguay, Uruguay e Venezuela. Sono inoltre Stati associati Bolivia, Cile, Perù, Colombia ed Ecuador.

Potrebbe interessarti anche
Tags
mercosur
svizzera
paesi
libero
libero scambio
scambio
aels
accordo
bolsonaro
stati
TOP NEWS Economia
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile