laRegione
25.02.22 - 09:11
Aggiornamento: 21:22

Addio a Estival Jazz

La rassegna musicale luganese non si svolgerà più, almeno nella formula consueta: a pesare, lo stop di due anni e il disimpegno di molti sponsor

addio-a-estival-jazz
Ti-Press

Estival Jazz, la principale rassegna musicale dell’estate ticinese, scompare dal panorama degli eventi ticinesi, "a meno di un miracolo" e "almeno nella forma che conosciamo", come ha dichiarato l’organizzatore Jacky Marti in un’intervista oggi sul Corriere del Ticino. A pesare, soprattutto, il disimpegno di importanti sponsor, che ha privato l’organizzazione dei mezzi per programmare il proseguimento della kermesse. Come spiega Marti, erano stati stipulati degli accordi di sostegno con alcuni partner sull’arco dei tre anni, periodo di tempo che sono intanto trascorsi, sebbene solo un evento su tre è stato svolto. Fino a tempi recenti, inoltre, non c’era la certezza di poter operare come avveniva prima della pandemia, ciò che "ha impedito di intavolare nuove trattative". Il risultato è l’impossibilità, viste le risorse a disposizione, di garantire "i due pilastri su cui si è sempre retto Estival", ovvero concerti di alta qualità e gratuiti. "Se non siamo più in grado di garantire entrambe le cose, piuttosto che snaturare il lavoro di oltre quarant’anni, preferiamo per il momento rinunciare", ha dichiarato Marti al CdT.

Tuttavia, sottolinea l’ideatore di Estival, nonostante Estival come lo conosciamo non si svolgerà più, "è desiderio nostro e della Città, che ci è sempre stata vicina, che il "marchio" Estival non vada in soffitta". Il "brand" Estival dovrebbe dunque avere una sua nuova e diversa vita: «Con gli organizzatori c’è la volontà di far sì che il patrimonio rappresentato dal festival non vada perduto», ha dichiarato il vicesindaco e responsabile del Dicastero cultura, sport ed eventi di Lugano Roberto Badaracco. Si pensa a una formula diversa, come inserire una "serata Estival" all’interno dell’altra rassegna luganese Blues to Bop, e all’orgainzzazione di eventi nel contesto della programmazione del Lac.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Culture
Spettacoli
1 ora
Shakira va alla sbarra, chiesti otto anni e due mesi
La cantante spagnola rinviata a giudizio per frode ai danni del fisco iberico. Dovrà pagare anche una multa di oltre 23 milioni di euro.
Letteratura
4 ore
La continua ricerca di Siddhartha
L’opera di Hermann Hesse compie il secolo di vita e conta innumerevoli ripubblicazioni, merito del carattere universale della figura protagonista
Spettacoli
4 ore
Chiasso, Edoardo Bennato torna al Cinema Teatro
Sei anni dopo, il ritorno del cantautore napoletano. L’appuntamento è per venerdì 3 marzo 2023 alle 20.30.
Ascona
6 ore
Sotto le stelle del Jazz Cat Club (la nuova stagione)
Bill Charlap, il nuovo Frank Salis, Uros Peric che omaggia Ray Charles. Brillano i Take 6, 10 volte Grammy. Parla Nicolas Gilliet, direttore artistico
Musica
1 gior
Abul Mogard nella cattedrale del suono
Con il naso all’insù, incursione nella Union Chapel di Londra per ascoltare l’ex 75enne serbo in pensione prestato alla musica
Culture
1 gior
Telmo Pievani, ‘Sconfinare’ nella grande natura
Intervista al filosofo della biologia, sabato primo ottobre a Bellinzona, per guardare al presente col tempo profondo dell’evoluzione
Cinema
1 gior
Addio a ‘Mildred’ di ‘Qualcuno volò sul nido del cuculo’
È morta all’età di 88 anni Louise Fletcher, la Mildred Ratched del film culto di Milos Forman, ruolo che le valse un Oscar
Società
2 gior
Con iPhone 14 si apre una nuova era nelle comunicazioni
L’avvento del nuovo ‘melafonino’ ha creato fermento nel mercato delle offerte di servizi per il pubblico
Culture
3 gior
‘Sergentmagiù, ghe riverem a baita?’
Ricordi e confessioni dentro ‘Il sergente dell’Altopiano’, documentario su Mario Rigoni Stern presentato a Castel San Pietro
Arte
3 gior
Pietro Sarto all’infinito
‘Metamorfosi infinite’ è la mostra che si apre oggi al Museo Villa dei Cedri, dedicata a un artista che ancora si sente ‘un ticinese nel Canton Vaud’
© Regiopress, All rights reserved