laRegione
14.03.19 - 10:39

Svolta 'verde' per lo 007 James Bond

Nel prossimo film, che vede protagonista ancora una volta Daniel Craig, la famosa spia guiderà un Aston Martin 100% elettrica.

di Ansa
svolta-verde-per-lo-007-james-bond

'Svolta ecologista' per James Bond, che nel prossimo film, che vede protagonista ancora una volta Daniel Craig, guiderà un Aston Martin 100% elettrica. Ne dà notizia la stampa britannica online, sottolineando peraltro che il prossimo film di 007, il 25/mo della serie, sembra così aver fatto la prima 'concessione' ai cambiamenti climatici. Daniel Craig sarà infatti al volante di un Aston Martin Rapid E da 250mila sterline, uno dei soli 150 esemplari a zero emissioni realizzati dal costruttore britannico. La decisione, sottolineano i media, è stata presa su volontà del regista Cary Joji Fukunaga, che ha una forte coscienza ecologista. "Tutti hanno paura - si legge sul Sun online - che Bond venga etichettato come troppo 'politically correct' ma sia Daniel Craig che il regista Cary Joji Fukunaga e i produttori, sentivano che i tempi erano maturi per passare a un'auto a zero emissioni".

Le riprese del nuovo film di James Bond, dal provvisorio titolo di lavorazione Shatterhand, cominceranno il prossimo mese dopo un lungo ritardo. La vettura, si legge sempre sul Sun che riporta una fonte non meglio precisata, "sarà al centro di un incredibile sequenza di azione del film. James Bond è conosciuto per guidare auto divertenti e questa non deluderà". Dotata di ben 610 cv di potenza massima e 950 Nm di coppia motrice, Aston Martin Rapid E non ha nulla da invidiare rispetto ai modelli a benzina, assicurando accelerazioni brucianti e una velocità massima di 250 km/h. 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Culture
animazione
59 min
Gli effetti psichedelici in ‘The Freakouts’ di Bruno Machado
Insieme a una manciata di musicisti, l’illustratore ha realizzato un progetto indipendente che parla del consumo di sostanze attraverso sei facce
Sogno o son festival
4 ore
Il Festival di Rapallo
Inizia questa sera. Che piaccia oppure no, Sanremo è cambiato. Non ora e nemmeno ieri; comunque, mai quanto quest ’anno.
Pensiero
4 ore
La lunga crisi della democrazia
Archiviata l’illusione circa la ‘fine della storia’, avanzano autoritarismo e sovranismo. Se ne parla domani all’Usi
Illustrazione
20 ore
Contro il peso della guerra, Tove diede vita ai Mumin
Iperborea ripubblica a colori le storie della famiglia di troll che, con poesia e ironia, affrontano la quotidianità. Anche quella di oggi
Sanremo
21 ore
Il Sanremo di Morandi e Amadeus: ‘I superospiti sono in gara’
I temi della conferenza: dal bar di Monghidoro a Mahmood e Blanco, da ‘Volare’ a Zelensky, fino all’ordine di uscita delle prime due serate
Arte
22 ore
La pittura di genere e la sua funzione civile
Le opere di ‘Milano da romantica a scapigliata’ abitano le stanze del Castello Visconteo Sforzesco di Novara, fino al 10 aprile 2023
Sanremo
23 ore
Sanremo: Zelensky non in video, invierà un testo
Lo leggerà Amadeus. Il direttore di Rai 1, Stefano Coletta: ‘Il presidente non ha mai specificato che sarebbe stato un videomessaggio’
Musica
1 gior
‘Non ho certezze, ho da darvi solo qualche piccola emozione’
Venticinque anni fa, l’ultimo – meraviglioso – concerto di Fabrizio de André in Ticino, al Palabasket di Bellinzona
Spettacoli
1 gior
L’album dell’anno è di Harry Styles. Måneskin a bocca asciutta
Grammy Awards, Beyoncé inizia bene e diventa la più titolata da sempre della cerimonia, ma ancora una volta per lei niente premi più prestigiosi
Spettacoli
1 gior
Grammy Awards, Beyoncé regina di tutti i tempi
Tre riconoscimenti ancora prima della serata di gala e altri due al suo inizio la consacrano come la più grande in assoluto
© Regiopress, All rights reserved