laRegione
01.12.21 - 12:41
Aggiornamento: 17:01

Rsi, la Cultura cambia con Vanni Bianconi

Lo scrittore, poeta e traduttore sarà il nuovo responsabile del settore. “Convinto dalla voglia di cambiamento, ma la qualità rimane centrale” ci ha detto

rsi-la-cultura-cambia-con-vanni-bianconi
Ti-Press
Vanni Bianconi

Sarà Vanni Bianconi il nuovo responsabile del settore Cultura della Rsi: ad annunciarlo è stato il direttore Mario Timbal. Scrittore, poeta e traduttore, Vanni Bianconi è nato a Locarno nel 1977 e vive tra il Ticino e Londra e proprio il suo “sguardo aperto sul panorama culturale nazionale e internazionale” è uno dei motivi della scelta citati da Timbal nel comunicato.

Vanni Bianconi è anche l’ideatore del festival Babel di Bellinzona, «un piezz ’e core, l’ho seguito in tutte le sue parti per sedici anni» ci racconta al telefono da Londra. Babel andrà avanti? «Sicuramente: bisognerà capire come ristrutturare il tutto, perché il nuovo lavoro sarà intenso e non potrò fare le due cose».

Che cosa l’ha spinta a candidarsi? «È una domanda che continuo a farmi anch’io… Da un lato la trasformazione della Rsi: per quanto si possa discutere sulle singole scelte, mi pare che ci sia una direzione che non ha paura di cambiare le cose, un cambiamento che mi sembra necessario per la Rsi e per tutto quello che è audiovisuale. È affascinante entrare in un’azienda grande e consolidata che deve capire come trasformarsi». E poi? «Il rapporto con il territorio: sono 13 anni che vivo a Londra e tornare a fare qualcosa sul territorio e per il territorio è un’occasione unica: Babel sono sicuro che porta molto, ma è una struttura internazionale e si concentra in ambito ristretto, la Rsi ha una presenza costante e dei canali forti».

Alcuni criticano i cambiamenti semplicemente per abitudine, ma molti temono un abbassamento della qualità. Come tenerla alta? «È una cosa che dovrò capire mettendo mano… ora posso solo dire, in generale, che il rispetto per l’abitudine è relativo, ma quello per la qualità è assoluto. Questo è quello che voglio garantire in Rsi e penso che sia anche quello che vogliono da me».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Culture
Ticino7
1 ora
‘Di tutto un pop’ con Sergio Mancinelli
Le sue storie di musica da domani su Ticino7, ogni primo sabato del mese, a parole e in voce (l’intervista)
Culture
12 ore
Come sta la Terra? Chiedilo a Marco Paolini
L’attore/attivista è stato ospite di ‘Emergenza Terra’, la prima conferenza di un ciclo che, kantianamente, si tiene a Mendrisio
Video
Musica
15 ore
‘Only The Strong Survive’, a novembre il nuovo Springsteen
Il 21esimo album del Boss è un tributo al soul. Fino ad allora, il singolo ‘Do I Love You (Indeed I do)’
Scienze
23 ore
Uccelli: una specie su otto rischia l’estinzione
In Svizzera la situazione è particolarmente critica, una proporzione circa tre volte più elevata (il 40% delle 205 specie ne fa parte)
Spettacoli
1 gior
Il rapper americano Coolio trovato senza vita nel bagno
Aveva 59 anni. Era diventato famoso con il singolo ‘Gangsta’s Paradise’ del 1995. È morto a Los Angeles
Culture
1 gior
Con Daniele Dell’Agnola cercando ‘L’orecchio in fuga’
Mentre ‘La luna nel baule’ è attesa a teatro, esce il suo il primo libro illustrato: il prossimo 30 settembre, l’incontro alla Cantina di Muzzano
Spettacoli
1 gior
Anahì Traversi racconta ‘Amor fugge restando’
Il nuovo capitolo del Collettivo Treppenwitz debutta venerdì 30 settembre al Lac, con l’attrice che diventa autrice e regista
La recensione
1 gior
Wagner, Ligeti e Beethoven tra passato e presente
Alle Settimane musicali, ascoltando la Budapest Festival Orchestra diretta da Ivan Fischer, con finale insolito e commovente
L’intervista
1 gior
Michele Mariotti al Lac, una ‘prima’ per tre
La Prima di Brahms, il primo concerto per violino di Prokof’ev e l’esordio della stagione Osi al Lac, tutto nelle mani del direttore d’orchestra italiano
Spettacoli
1 gior
È morto Bruno Arena de I Fichi d’India
Aveva 65 anni. Nel 2013 era stato colpito da un aneurisma cerebrale
© Regiopress, All rights reserved