laRegione
22.08.21 - 14:27
Aggiornamento: 14:45

Losanna, la Cinémathèque suisse riaccende i proiettori

Nella programmazione tre retrospettive su Markus Imhoof, Abel Ferrara e Alberto Lattuada, e un omaggio a Ennio Morricone

losanna-la-cinematheque-suisse-riaccende-i-proiettori
Torna la luce

Torna la luce in sala con i grandi film. La Cinémathèque suisse di Losanna riprenderà la sua regolare programmazione mercoledì, incontrando il pubblico anche al di fuori dalle sue mura con, sabato prossimo, con un film-concerto all'Opera di Losanna, dove saranno proiettate due rappresentazioni di "The Navigator" di Buster Keaton accompagnate dall'Orchestra des Jardins musicaux.

Per il suo ritorno alle attività normali, la Cinémathèque suisse propone tre retrospettive: la prima è dedicata al cineasta zurighese Markus Imhoof, in occasione del suo 80mo compleanno. Saranno proiettati i suoi principali film di fiction e documentari.

Il regista sarà a Losanna il 15 settembre per la proiezione di uno dei suoi film più famosi, "La barca è piena" (Das Boot ist voll), uscito nel 1981, che racconta la storia dei rifugiati durante la Seconda guerra mondiale.

La seconda retrospettiva è dedicata ad Abel Ferrara, uno degli "enfants terribles" del cinema americano: al pubblico saranno proposte pellicole come "The Driller Killier", "Bad Lieutenant", "Snake Eyes", "China Girl" o "Mary". La Cineteca proporrà anche l'anteprima di "Siberia".

I grandi classici debitori a Morricone

Organizzata in collaborazione con il Festival di Locarno, la terza retrospettiva è dedicata ad Alberto Lattuada, figura relativamente sconosciuta del neorealismo italiano.

A metà settembre, la Cineteca renderà anche omaggio al famoso compositore italiano Ennio Morricone, morto la scorsa estate. Alcuni grandi classici – "Gli intoccabili", "Il buono, il brutto e il cattivo", "C'era una volta in America" e "Il clan dei siciliani" – saranno proiettati nell'ambito del Festival Tourne-Films di Losanna.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Culture
Distopie
3 ore
‘La strada’, un padre e un figlio dopo l’Apocalisse
Storia d’amore paterno nelle peggiori condizioni che si possano immaginare, Premio Pulitzer 2007 a Cormac McCarthy
Otium
13 ore
Il Forum per l’italiano in Svizzera
Nasce ‘Otium’, pagina culturale a scadenza mensile che si prefigge di fare divulgazione sul duplice fronte umanistico e scientifico
Spettacoli
15 ore
Hang Massive, vibrazioni sonore a Lugano
‘Viviamo in un mondo con una sola immensa umanità’ è il messaggio di Danny Cudd e Markus Offbeat, venerdì 2 dicembre allo Studio Foce
L’intervista
22 ore
Silvio Orlando, un Momò a Locarno
Sabato 3 e domenica 4 dicembre, l’attore porta in scena ‘La vita davanti a sé’ di Romain Gary, pièce in cui è Momò, bimbo arabo simbolo di convivenza
Culture
1 gior
Ritrovate oltre 4’000 pagine di appunti da lezioni di Hegel
Le trascrizioni furono effettuate da uno dei primi studenti del filosofo tedesco all’Università di Heidelberg
Spettacoli
2 gior
Morto Clarence Gilyard, star di ‘Walker Texas Ranger’ e ‘Matlock’
Aveva 66 anni ed era malato da tempo. Nel suo curriculum anche un ruolo di rilievo al cinema in ‘Die Hard - Trappola di cristallo’ e in ‘Top Gun’
Culture
2 gior
‘Penuria’ è la parola svizzera dell’anno 2022 in italiano
È quanto emerge dalla tradizionale classifica stilata dalla Scuola universitaria di scienze applicate di Zurigo. Sul podio anche ‘invasione’ e ‘coraggio’
Spettacoli
2 gior
‘72 Seasons’, il ritorno dei Metallica con album e tour
Il nuovo lavoro della storica band metal americana uscirà il 14 aprile 2023 e sarà seguito da un lungo giro di concerti fra Usa ed Europa
Libri
2 gior
Le ciliege della costa del Mar Nero
Pubblichiamo un estratto dalla prima sezione del terzo capitolo ‘Üsküdar’ tratto dal libro ‘Un inverno a Istanbul’, tradotto da Laura Bortot
Musica
2 gior
Enrico Fagone tra l’Osi e il Grammy®
Ha diretto la London Symphony Orchestra, solisti Saunghee Lee (clarinetto) e JP Jofre (bandoneon) nel cd ‘Aspire’. È candidato all’Oscar della musica
© Regiopress, All rights reserved