laRegione
30.06.22 - 15:37

‘Alla guida nessuna distrazione!’

Dipartimento istituzioni e Polizia cantonale rinnovano la raccomandazione

alla-guida-nessuna-distrazione

Nel 2020 a livello svizzero disattenzione e distrazione dei conducenti sono state la causa degli incidenti gravi più spesso registrati dalla polizia. Il 28 per cento dei ferimenti gravi sono infatti imputabili a vittime di incidenti dovuti alla distrazione di un altro utente della strada. In Ticino lo scorso anno sono stati rilevati 3’656 incidenti della circolazione stradale, nel 2019 3’714 e nel 2018 3’752: circa un incidente su dieci ha avuto quale causa principale la disattenzione e la distrazione. È quanto ricorda il Dipartimento istituzioni, che raccomanda nuovamente la massima concentrazione quando si è alla guida. Il Dipartimento e la Polizia cantonale con la campagna ‘Strade sicure’ tornano quindi a sensibilizzare i conducenti sui pericoli derivanti da un atteggiamento distratto alla guida. La polizia annuncia inoltre che verranno effettuati puntuali controlli, in particolare sull’utilizzo non corretto del cellulare alla guida.

Dunque: "Occhi sulla strada e zero distrazioni per viaggiare in tutta sicurezza". Perché la distrazione è una delle principali cause di incidente sulle nostre strade. "Sempre più spesso, infatti, l’attenzione di chi guida è rivolta altrove e questo determina un significativo aumento del rischio di incorrere in un incidente". L’uso del telefonino (ma non solo), mentre si è al volante, può innescare "un importante rallentamento delle reazioni, che in caso di imprevisti o di situazioni improvvise che si verificano sulla carreggiata possono portare a conseguenze anche gravi", avvertono Dipartimento e Polizia cantonale: "A titolo d’esempio basti pensare che per la lettura di un messaggio, che può richiedere circa 7 secondi con lo sguardo lontano dalla strada, si percorrono circa 100 metri completamente al buio! In questi casi la differenza la può fare solo il conducente che si comporta in modo corretto".

In Svizzera sono numerose le campagne di sensibilizzazione che negli anni hanno affrontato il tema della distrazione alla guida: "L’attenzione si focalizza in particolare sull’utilizzo scorretto del telefono cellulare, che è fonte di disattenzione e di un conseguente aumento tangibile del rischio d’incidente".

Maggiori informazioni sul sito internet di Strade sicure: https://www4.ti.ch/di/strade-sicure/mobilita-motorizzata/quattro-ruote/distratti-mai/

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
5 min
In discoteca a 16 anni, più flessibilità su orari e capacità
Al via la consultazione sulla proposta di revisione totale della Legge su esercizi alberghieri e ristorazione. Stop all’obbligo di presenza per il gerente
Ticino
1 ora
In Ticino la legge sul salario minimo è rispettata al 97%
Solo il 2,9% delle aziende controllate, in tutto 122 su oltre 4’000, ha commesso infrazioni, in buona parte per errori di calcolo o di valutazione
Mendrisiotto
4 ore
Una radio di quartiere per dar voce ai ragazzi
Il progetto del Centro giovani di Chiasso cercherà di far avvicinare le nuove generazioni al mondo della comunicazione radiofonica
Intercomunale del Piano
4 ore
‘Polizia, la prossimità non va indebolita’
Grazie al ‘matrimonio’ con Minusio aumentata la presenza sul territorio: ‘Rimane la priorità, inimmaginabile pensare di rinunciarvi’
Bellinzonese
7 ore
Ospedali di valle, Martinoli pronto a ritirare l’iniziativa
Blenio e Leventina: il primo firmatario difende la nuova proposta di testo conforme elaborata dal Gruppo di lavoro ma bocciata in novembre dall’assemblea
Luganese
7 ore
Nella Pregassona del poliziotto di quartiere
Mentre prosegue la campagna ‘Caffè con l’agente’, volta alla conoscenza fra cittadini e agenti di prossimità, nostro reportage dal popoloso rione
Mendrisiotto
7 ore
Il coro La Grigia di Chiasso compie cinquant’anni
Mezzo secolo è trascorso per questo gruppo chiassese: un’impresa non facile, specialmente dopo la pandemia
Luganese
12 ore
Il futuro dell’aeroporto? Lo deciderà il legislativo di Lugano
Anche voci contrarie allo scalo nella serata pubblica organizzata a Bioggio, con il municipale Filippo Lombardi e il consigliere nazionale Bruno Storni
Ticino
14 ore
‘Nessun soccorso rossoverde per salvare il posto a Claudio Zali’
È il messaggio lanciato da Fabrizio Sirica. ‘È il padre cantonale del progetto PoLuMe. Rappresenta una finta ecologia che vogliamo combattere’.
Gallery
Mendrisiotto
17 ore
Laveggio, i giorni passano e i problemi restano
Nelle acque del fiume si nota ancora la presenza di materiale argilloso. Segnalazione all’Ufficio caccia e pesca
© Regiopress, All rights reserved