laRegione
maltempo-passato-il-primo-fronte-ma-l-allerta-non-finisce
Rescue Media
Mattinata imbiancata...
28.06.22 - 11:57
Aggiornamento: 15:36

‘Maltempo, passato il primo fronte. Ma l’allerta non finisce’

Nel pomeriggio previste nuove precipitazioni, anche abbondanti. E tra giovedì e venerdì in arrivo un’altra grossa perturbazione

È un martedì mattino, vigilia di festa dei Santi Pietro e Paolo, particolarmente bagnato quello che ha caratterizzato un po’ tutto il cantone. Con tanto di forte grandinata in alcune regioni del Locarnese, del Bellinzonese e della Mesolcina.

Un fronte di maltempo peraltro preannunciato e previsto da MeteoSvizzera, che proprio in previsione di questo fenomeno negli scorsi giorni aveva diramato un’allerta meteo.

Disagi e allagamenti si sono puntualmente verificati un po’ in tutto il cantone, con cadute di alberi e allagamenti (in particolare di sottopassaggi) che hanno costretto alla chiusura di più tratti stradali, creando non pochi disagi a una circolazione già rallentata proprio a causa delle abbondanti precipitazioni.

Che, avvertono ancora da Locarno Monti, non sono tuttavia finite, sebbene dopo la burrasca si è entrati in una sorta di fase di tregua...

«La preallerta per forti temporali resta infatti ancora in vigore, e lo resterà fino alle 20 di questa sera – sottolinea Lorenzo Di Marco –. Questo primo passaggio di una cellula abbastanza potente che ha interessato praticamente quasi l’intero cantone e il Moesano ora ce la siamo lasciato alle spalle, ma dietro, dalla Pianura Padana, continua l’afflusso di aria instabile da sud-ovest. Non a caso si delinea già l’arrivo di un’ulteriore linea temporalesca, ragion per cui non è escluso (e anzi anche probabile) che anche nel corso del pomeriggio si possano verificare altri fenomeni di una certa intensità».

Per certa intensità è da intendere della portata delle precipitazioni (con grandine) di stamane? «Ora come ora è difficile da dire. A livello di previsione si può ipotizzare che il pericolo maggiore dell’evento che ci attendiamo nel pomeriggio possa derivare dall’accumulo di precipitazioni anziché dalla grandine, visto che quest’ultima era legata alla cellula molto importante che ora è appunto passata».

E sui quantitativi di acqua caduti dal cielo stamattina, cosa si può dire? «Essendo l’evento ancora parzialmente in corso, possiamo fare solo una stima di massima, ma stiamo comunque parlando di un quantitativo di precipitazioni di tutto rispetto».

Sufficienti per placare la ‘sete’ di laghi, fiumi e, in generale, dell‘agricolutura dovuta al perdurare della siccità di quest’inverno e di buona parte della primavera? «Le precipitazioni cadute nel corso della mattinata sono sì state importanti, ma sono di quelle classiche da ‘sbarramento’, capaci di procurare dai 100-150 millimetri di acqua su un territorio esteso. Più che altro si è trattato di picchi, anche fino ai 100 millimetri, ma di carattere locale. In parole povere, eventi di questa portata aiutano la vegetazione a sopravvivere piuttosto che a compensare il deficit idrico accumulato negli scorsi mesi. L’acqua, per dirla in altri termini, ci serve, ma non in questo modo, e non così, tutta assieme... Anche perché poi ci sono i fenomeni indesiderati, come la grandine, o gli ’effetti collaterali’, quali gli smottamenti».

E per i prossimi giorni, cosa ci si deve attendere? «Domani prevediamo una temporanea ristabilizzazione della meteo: una giornata probabilmente abbastanza soleggiata, con solo una tendenza a rovesci temporali pomeridiani sulle Alpi».

Da giovedì il barometro tornerà a segnare brutto tempo: «Tra giovedì e venerdì sulla nostra regione dovrebbe transitare un’altra perturbazione. che potrebbe anche essere analoga a quella che ha interessato Ticino e Mesolcina nella mattinata odierna. La tempistica e la distribuzione spaziale delle precipitazioni è ancora da definire con chiarezza, ma per ordine di grandezza potrebbe anche essere simile all’evento di oggi».

Meglio dovrebbe andare nel weekend: «Premesso che il quadro può ancora evolvere, ma al momento attuale per il weekend le previsioni parlano di tempo ben soleggiato e temperature in aumento, con le massime che dovrebbero oltrepassare i 30 gradi. E dunque tornerà d’attualità anche il discorso delle ondate di caldo».

Ma per il momento e prima di allora, dunque, dal cielo dovrebbe cadere ancora diversa acqua...

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
grandine maltempo meteosvizzera
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Bellinzonese
6 ore
Bistrot di Bellinzona, ‘Nessuna truffa né maltrattamenti’
Il gerente Ivan Lukic non nasconde le difficoltà economiche. Tuttavia alcune persone hanno ‘tenuto duro, credendo nel progetto. Altre lo hanno diffamato’
Luganese
6 ore
Rovio, fucile notificato ma il padre era senza porto d’armi
Emergono ulteriori aspetti legati al grave fatto di sangue capitato domenica scorsa ad Agno: il 49enne non aveva il permesso di girare con il Flobert
Ticino
6 ore
Aspettando Godot... e Greta Gysin. L’area rossoverde attende
Sarebbe imminente la decisione della consigliera nazionale dei Verdi se candidarsi o meno per il governo. Bourgoin e Riget: ’Avanti, con o senza di lei’
Bellinzonese
13 ore
Vacanze costose e beni di lusso con i guadagni della cocaina
Condannato a 4 anni e 3 mesi (più l’espulsione dalla Svizzera) un 35enne recidivo e reo confesso. La Corte: ‘Prognosi nefasta’
Locarnese
13 ore
Gambarogno, 83enne inghiottito dalle acque del lago
L’uomo, un confederato, si era tuffato per una nuotata ma non è più riemerso. Partito dal Porto patriziale di Ascona, aveva ‘toccato’ alcune imbarcazioni
Bellinzonese
16 ore
Bennato e tanta buona musica allo Spartyto di Biasca
Tre serate intense il 25, 26 e 27 agosto in Piazza Centrale per la 32esima scoppiettante edizione
Locarnese
17 ore
Onsernone, da mezzo secolo senza mai perdere ‘LaVoce’
Compie 50 anni il semestrale (un tempo bimestrale) della locale Pro; una rivista cartacea nata per parlare di territorio e offrire spunti di riflessione
Ticino
18 ore
A Ferragosto il sole brucia, il radar pure
Puntuale come ogni venerdì, ecco la lista delle località nelle quali nel corso della prossima settimana verranno effettuati controlli della velocità
Luganese
18 ore
Cantoreggi, l’Appello conferma la condanna di primo grado
Pensione La Santa, la corte di secondo grado infligge 4 anni e tre mesi di carcere all’austriaco, per lesioni, omicidio colposo e omissione di soccorso
Mendrisiotto
23 ore
Morbio Inferiore, Parco San Rocco accettato ma con modifiche
Progetto intergenerazionale relativo al Piano particolareggiato rivisto dal Cantone, l’incarto sarà in pubblicazione dal 16 agosto al 15 settembre
© Regiopress, All rights reserved