laRegione
17.05.22 - 16:52
Aggiornamento: 18:15

‘Caro benzina, il governo chieda a Berna di intervenire’

Con un’interrogazione Lara Filippini (Udc) invita il Consiglio di Stato a farsi portavoce col Consiglio federale dei disagi economici in Ticino

caro-benzina-il-governo-chieda-a-berna-di-intervenire
Ti-Press
‘In Italia si è fatto qualcosa, e qui?’

"Il Consiglio di Stato intende agire presso il Consiglio federale facendosi portavoce del malessere ticinese dovuto al caro benzina?". A chiederlo è l’Udc, con un’interrogazione inoltrata al governo dalla granconsigliera Lara Filippini. Perché se è vero che "poco dopo l’inizio della guerra in Ucraina abbiamo assistito, in maniera generalizzata in Europa, a un rincaro della benzina" è altrettanto vero che "alcuni Paesi, però, non sono rimasti a guardare e hanno reagito". Ad esempio, scrive Filippini, "l’Italia ha tagliato le accise sui carburanti (imposte presenti su tutti i derivati del petrolio come benzina, gasolio, ma anche Gpl e oli lubrificanti) causando indirettamente una nefasta conseguenza per i nostri benzinai sul territorio – in particolare per quelli di confine – che hanno visto ridurre i loro fatturati, in alcuni casi fino al 90%".

Insomma, "non si tratta solo di un rincaro della benzina" per la deputata democentrista. Ma "anche di tutte le attività economiche, dei posti di lavoro e indotti correlati al settore della vendita dei carburanti". Prima di questa crisi "erano pure i frontalieri ad approfittare della riduzione del prezzo dei carburanti in Italia, oltrepassando la frontiera quotidianamente". Questa decisione "forte ma vicina ai propri cittadini" da parte del governo italiano "fa sorgere più di una domanda ai cittadini svizzeri e ticinesi su questo immobilismo da parte del Consiglio federale". E l’Udc "crede fermamente che anche il governo ticinese debba farsi portavoce di questo malessere e chiedere un’azione altrettanto decisa a favore della popolazione".

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
26 min
Caccia alta, sei persone denunciate per gravi infrazioni
Il Dipartimento del Territorio rende noti i dati sulla stagione appena conclusa. Abbattuti più cervi rispetto al 2021, meno cinghiali e camosci
Luganese
48 min
Direttore arrestato: ‘Si crei uno sportello per genitori’
Per la Conferenza cantonale dei genitori è importante che si riduca il rischio di situazioni simili. Contrastanti, intanto, le reazioni dei genitori.
Ticino
3 ore
Crisi energetica e telelavoro, Ocst: ‘Vigili sì, preoccupati no’
Dal sindacato cristiano sociale un webinar informativo. Isabella: ‘Non c’è giurisprudenza, partenariato importante’. Alari: ’Le spese preoccupano’
Ticino
3 ore
Sicurezza e prevenzione: gli occhi e le orecchie del Gpn
Gestione della minaccia: ruolo e missione del gruppo di specialisti della Polizia cantonale. Al quale il governo vuole ora dare una chiara base legale
Luganese
10 ore
Lugano: in arrivo Expo Ticinotour, grande fiera vintage
L’evento è in programma sabato 1° ottobre al Padiglione Conza: oltre 120 espositori, food-truck, bar, sala giochi, veicoli d’epoca e molto altro
Ticino
12 ore
‘Non si aggiungano ulteriori materie di studio al Liceo’
Tra ‘grandi scetticismi’ e ‘totale concordanza’, il Cantone risponde alla consultazione federale in merito alla Revisione dell’Ordinanza sulla maturità
Luganese
13 ore
Lugano, da Radio Rsi a Città della Musica con 21 milioni
Licenziato il messaggio municipale per l’acquisto dello storico stabile di Besso. Un’operazione che, spiega Badaracco, genererà 55 milioni di investimenti
Gallery
Grigioni
14 ore
A lezione d’integrazione sui banchi di Roveredo
Da lunedì tredici adolescenti fuggiti dall’Ucraina hanno iniziato a districarsi fra matematica e italiano nel padiglione 1 della Casa di cura Immacolata
Bellinzonese
15 ore
Osogna, ‘con macchinisti istruiti si riducono gli infortuni’
È stato inaugurato ufficialmente il Centro di formazione professionale Macchine della Ssic Ticino che, inoltre, valorizza una regione periferica
Mendrisiotto
15 ore
‘Il palazzo reale delle menzogne’, 6 anni al principe Selassié
La Corte delle Assise criminali di Mendrisio lo ha riconosciuto colpevole e condannato per truffa per mestiere e falsità in documenti
© Regiopress, All rights reserved