laRegione
22.09.21 - 16:41
Aggiornamento: 17:47

Ricerca con l’Eoc su anticorpi anomali nei decessi per Covid-19

Lo studio chiarisce le cause che portano alcuni pazienti a presentare decorsi molto gravi o letali

ricerca-con-l-eoc-su-anticorpi-anomali-nei-decessi-per-covid-19
Uno studio condotto a livello internazionale (Ti-Press)

Un’ampia ricerca svolta da un team internazionale, che ha visto il coinvolgimento di due medici-ricercatori dell’Eoc, i professori Alessandro Ceschi e Paolo Merlani, è giunta a un’importante scoperta che permette di meglio capire le cause che portano alcuni pazienti a presentare decorsi molto gravi o letali dopo infezione da Covid-19, come pure a comprendere come mai le persone anziane siano maggiormente a rischio.
I risultati dello studio sono stati pubblicati di recente su una prestigiosa rivista scientifica d’immunologia a livello mondiale.
“Gli interferoni di tipo I sono potenti sostanze con attività antivirale che vengono prodotte dall’organismo in reazione a un’infezione con il virus Sars-CoV-2 – spiega l’Eoc in una nota inviata ai media –. Vi erano già diversi indizi che indicavano che cause genetiche o acquisite di difetti che coinvolgono queste molecole aumentassero il rischio di avere un decorso severo dell’infezione. In questo ampio studio internazionale è stato chiaramente dimostrato come la frequenza di anticorpi anomali diretti proprio contro queste sostanze preceda l’infezione da Covid-19 e aumenti in modo netto con l’avanzare dell’età, in particolare dopo i 70 anni. Questi anticorpi, che causano dunque uno stato d’immunodeficienza acquisita, sono coinvolti verosimilmente in modo causale in circa il 20 per cento sia nei casi molto gravi di pazienti over 80 che nel totale dei decessi”.
I risultati di questo studio, che ha incluso circa 3’600 pazienti Covid-19 con decorso severo di 38 Paesi e circa 35’000 persone sane, evidenziano perché le persone anziane siano maggiormente a rischio e permettono di far luce sulle cause dei decorsi gravi della malattia.
Grazie alla misurazione di questi anticorpi sarebbe possibile identificare precocemente nei pazienti ospedalizzati per Covid-19 un potenziale rischio aumentato di avere un decorso grave della malattia.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
video
Bellinzonese
2 min
Un amico della 19enne morta: ‘Aveva un grande problema’
Roverdo/Bellinzona, un testimone presente al rave party abusivo parla di ketamina e dice di aver invano proposto al gruppo di allertare l’ambulanza
Ticino
50 min
In Ticino oltre 35mila dosi di richiamo: cosa cambia a dicembre
Adeguato il dispositivo: vaccinazioni al solo Centro cantonale di Quartino il 2, 3, 9 e 16 dicembre 2022, negli studi medici e nelle farmacie disponibili
Locarnese
1 ora
Lionza, sbaglia la retromarcia e finisce sul fianco
Incidente della circolazione ieri notte, nelle alte Centovalli. Praticamente illesi gli occupanti del veicolo, adagiatosi ai lati della carreggiata
Bellinzonese
2 ore
È morta la 19enne lasciata in ospedale a Bellinzona
Il decesso ieri sera: dopo un rave party sopra Roveredo era stata portata al San Giovanni da quattro giovani allontanatisi in auto e poi identificati
Luganese
3 ore
Massagno, Ibsa si prepara a lasciare la storica sede
Sorta nel 1945, l’azienda si trasferirà definitivamente l’estate prossima. Suscita interesse e curiosità il futuro del vasto terreno che occupa.
Mendrisiotto
6 ore
A2 a sud, pronti a partire con uno studio di fattibilità
Il Cantone si fa carico di analizzare le due varianti proposte sullo spostamento del tracciato autostradale. La Crtm incontrerà i responsabili del Dt
Grigioni
6 ore
San Bernardino, applausometro 7 su 10 per Artioli e progetti
Un successo la presentazione a Mesocco: 400 posti di lavoro in inverno e 250 in estate, gettito fiscale quintuplicato e 40 milioni per gli impianti
Luganese
6 ore
Lugano, la casa da gioco compie vent’anni e fa tornare i conti
Limitato l’impatto della concorrenza campionese, il casinò affronta la questione energetica e invia la richiesta di rinnovo della concessione federale
Bellinzonese
16 ore
Grave all’ospedale una 19enne, forse dopo rave party
Quattro giovani, nel frattempo identificati, l’hanno lasciata all’ospedale San Giovanni. Venivano da una festa abusiva organizzata a Roveredo
Luganese
17 ore
Capriasca, la Giudicatura di pace trova casa a Vaglio
Inaugurata la nuova sede del Circolo che comprende anche Origlio e Ponte Capriasca e che risolve poco meno di 200 incarti all’anno
© Regiopress, All rights reserved