laRegione
31.03.20 - 07:57
Aggiornamento: 09:17

L'apertura della galleria di base del Ceneri? 'Una grossa sfida'

A causa del coronavirus, diversi lavori hanno dovuto essere interrotti per concentrarsi su quelli di manutenzione, prioritari.

Ats, a cura de laRegione
l-apertura-della-galleria-di-base-del-ceneri-una-grossa-sfida

Il rispetto del calendario previsto per l'entrata in servizio della galleria di base del Ceneri e dei treni a due piani di Bombardier, il prossimo dicembre, è "una grossa sfida", afferma il direttore generale (ceo) delle Ffs Andreas Meyer. La colpa è dell'epidemia di Covid-19, che ha imposto modifiche ai cantieri in corso. A causa del coronavirus, diversi lavori hanno dovuto essere interrotti per concentrarsi su quelli di manutenzione, prioritari, spiega il Ceo in un'intervista pubblicata oggi da Le Temps.

Il servizio delle Ffs rischia di risentire dell'attuale crisi anche sull'arco lemanico, regione in cui è pure stata rivista la priorità dei cantieri. "La cosa più difficile sarà ricominciare una volta che (la crisi) sarà finita. Ci vorrà del tempo". Secondo Meyer, per cui oggi è l'ultimo giorno alla testa dell'ex regia federale, la crisi porterà inoltre a un cambiamento nelle abitudini di mobilità degli svizzeri. In queste settimane, i cittadini, le aziende e gli istituti di formazione sperimentano il telelavoro e "non è escluso - e mi auguro - che ne restino tracce durature", afferma il ceo. "Questo potrebbe, ad esempio, essere utile per una migliore distribuzione degli spostamenti tra le ore di punta e quelle non di punta", aggiunge.

In risposta alla crisi, le Ffs hanno ridotto la loro offerta, in tre fasi, di circa il 25%. Il numero di passeggeri è calato molto, con punte fino al 90%. "Le perdite finanziarie non possono ancora essere quantificate", dice Meyer. Se fosse necessaria un'ulteriore riduzione del servizio, ciò avverrebbe nel segmento a lunga distanza. "Non possiamo ridurre il traffico passeggeri e merci di oltre il 50%, perché in tal caso diverse linee non sarebbero più funzionali e l'approvvigionamento del Paese non potrebbe più essere garantito", dice in una seconda intervista, pubblicata dal Blick.

Tracciando un bilancio del suo periodo alla testa delle Ffs, Meyer cita come successi l'aumento del 50% del traffico passeggeri, lo sviluppo del settore immobiliare, il risanamento della cassa pensioni e di Ffs Cargo nonché il mantenimento della concessione per le linee a lunga distanza. Per quanto concerne invece gli aspetti negativi, riconosce che sono necessari miglioramenti nella puntualità. I problemi "sono stati chiaramente identificati e le soluzioni sono in fase di concretizzazione", afferma.

Quanto ai rimproveri di personale e sindacati, secondo cui i contatti con la direzione sono andati persi, il Ceo uscente ritiene che "questi sentimenti siano legati alla digitalizzazione dell'azienda" e all'instaurazione di una nuova dinamica. "Non siamo sempre stati in grado di spiegare al nostro personale quello che stavamo facendo", ammette. Meyer, 58 anni, a capo dell'azienda dal 2007, passa le redini delle Ffs a Vincent Ducrot, 57 anni, che assumerà ufficialmente il suo mandato domani.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
8 ore
Città dei mestieri, ‘un punto centrale, ora bisogna irradiarsi’
Presentato il bilancio del terzo anno: in continua crescita gli utenti alla ricerca di informazioni su formazione professionale e mondo del lavoro
Mendrisiotto
8 ore
Truffe per almeno due milioni di franchi: venti mesi sospesi
Condannato alle Assise correzionali di Mendrisio un 67enne per fatti avvenuti tra il 2012 e il 2014. Danneggiate oltre 19 persone.
Ticino
9 ore
Aumento delle stime fiscalmente neutro, oltre 17mila le firme
I promotori dell’iniziativa popolare costituzionale hanno depositato oggi in Cancelleria le sottoscrizioni
Ticino
10 ore
‘La polizia farà la sua parte per ridurre la spesa pubblica’
Lo ha detto Norman Gobbi durante l’annuale Rapporto di Corpo della Cantonale. ‘Positivo il bilancio del 2022 e la capacità di adattamento’
Ticino
10 ore
‘Bandir gennaio’ non bandisce anche i radar
Come ogni venerdì, ecco la lista delle località nelle quali verranno effettuati controlli elettronici della velocità dal 30 gennaio al 5 febbraio
Ticino
12 ore
Aiti: senza garanzie, meglio lo stop al telelavoro da febbraio
L’associazione industriali ticinesi ritiene ‘ragionevole’ la sospensione senza un nuovo accordo che regoli la fiscalità dei frontalieri in telelavoro
Luganese
12 ore
Assolto in Appello l’ex maestro di Montagnola
Per la Carp non è stato possibile accertare un pericolo per lo sviluppo psichico degli allievi. Mauro Brocchi era stato condannato in primo grado nel 2019
Bellinzonese
13 ore
Oltre al carovita, a Bellinzona c’è il ‘caro’- estinto
Secondo un rapporto di Mister Prezzi, il capoluogo ticinese ha le tariffe più alte per cremazione e camera mortuaria fra tutte le capitali cantonali
Bellinzonese
14 ore
Dopo due anni torna il Carnevale Rabadan
La 160ª edizione si terrà a Bellinzona dal 16 al 21 febbraio. Protagoniste la musica, le maschere, la tradizione e la voglia di sano divertimento
Mendrisiotto
18 ore
È ufficiale: l’Fc Chiasso è fallito
Il pretore di Mendrisio non ha potuto che decretare la fine del club rossoblù. ‘Fiumi di parole’, ma nei conti neanche un centesimo
© Regiopress, All rights reserved