laRegione
22.09.21 - 17:18

Colonne di Tir sull’A2, il tema rimbalza a Berna

A sollevare la questione davanti al Consiglio federale è il deputato Ppd Marco Romano nel solco di due interrogazioni Plr a Chiasso e Mendrisio

colonne-di-tir-sull-a2-il-tema-rimbalza-a-berna
Un tema senza confini (Ti-Press)

I disagi patiti dai cittadini di Chiasso (e non solo) a causa delle lunghe colonne di Tir ‘posteggiati’ lungo il tratto finale dell’autostrada sono riecheggiati sino a Palazzo federale. A porre la questione al Consiglio federale è stato il deputato del Gruppo del Centro-Ppd Ticino Marco Romano. Più d’uno gli interrogativi girati al governo e che avranno un riscontro lunedì prossimo in occasione della tradizionale ora delle domande. A richiamare l’agosto scorso l’attenzione su un problema con cui la cittadina di confine, come l’intero Mendrisiotto, convive da tempo, sono stati quattro consiglieri comunali del Plr chiassese, Giovanni Pezzotti, Luca Bacciarini, Davide Capoferri e Daniele Godenzi. La loro richiesta al Municipio cittadino è stata chiara: interpellare le autorità cantonali o federali. Un obiettivo condiviso a distanza di un paio di settimane anche dai colleghi di partito di Mendrisio.

Domande per il governo federale

Agli occhi dei politici locali il nodo da sciogliere resta la prassi doganale, nell’appendice sud del Paese, legata ancora alle pratiche cartacee. Il che allunga di molto i tempi di attesa anche per gli stessi camionisti. Un tema d’attualità regionale rimbalzato, però, di recente, pure sui media d’Oltregottardo. E qui si innestano i quesiti del consigliere nazionale Romano. “Le lunghe e frequenti colonne di Tir posteggiati in prossimità dei valichi di Chiasso-Brogeda e Stabio-Gaggiolo - chiede il deputato - sono da ricondurre a una mancanza di implementazione di tecnologie per le pratiche digitalizzate doganali?”. E corrisponde al vero, rilancia, “che presso i citati valichi si lavora ancora con documentazione cartacea, mentre nel resto della Svizzera sono pratica consolidata procedure elettroniche rapide?”. Ma soprattutto: “Perché si è giunti a questa situazione? Quali misure sono possibili a corto termine?”.

Leggi anche:

Tir in colonna verso Brogeda: per Chiasso 'triplice disagio'

Camion in fila sull'A2, anche a Mendrisio c'è preoccupazione

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Gallery e video
Bellinzonese
1 ora
La denuncia: ‘Abbiamo visto pecore malate e morte di stenti’
Due escursionisti testimoniano lo stato precario in cui hanno ripetutamente trovato un gregge di ovini vicino al Passo di Lucendro
Ticino
1 ora
Finanziamento degli Spitex ticinesi sotto la lente della Comco
La Commissione della concorrenza: ‘Le imprese private potrebbero vedersi limitate nel loro sviluppo, a scapito di un efficiente mercato concorrenziale’
Ticino
10 ore
Cassa pensioni pubblica, ‘più che un pilastro è un grissino’
Oltre 3mila dipendenti dello Stato in piazza a Bellinzona per protestare contro il taglio del 20% alle pensioni, il secondo in 15 anni.
Ticino
10 ore
La varesina Lara Comi ritorna a Bruxelles
Il dopo elezioni in Italia e gli effetti del ciclone Meloni
Ticino
11 ore
Al telescopio per ammirare Luna, Giove e Saturno
Riprendono le osservazioni astronomiche notturne alla Specola solare Ticinese. La prima venerdì 30
Mendrisiotto
11 ore
Un principe poco da favola di un regno di bugie
Chiesti 7 anni di carcere per il sedicente erede del re d’Etiopia, accusato di aver truffato tre imprenditori del Mendrisiotto per quasi 13 milioni
Ticino
12 ore
Il preventivo di oggi, le lacrime e sangue di domani
Il Consiglio di Stato presenta una previsione coerente con gli impegni, ma i partiti sono preoccupati. Le reazioni di Plr, Ps, Centro, Lega, Udc e Verdi
Bellinzonese
12 ore
Cima Piazza Giubiasco, allungare la staccionata ‘non è escluso’
L’incidente capitato a un bambino fa riflettere sulla sicurezza dell’area, anche se nei pressi di una zona a 30 km/h non sono obbligatorie recinzioni
Mendrisiotto
12 ore
Il Basso Mendrisiotto prende tempo per studiare le opportunità
Entro fine ottobre i Comuni interessati dovranno decidere se partecipare o meno a un possibile studio aggregativo
Luganese
13 ore
Il direttore di scuola media fa sapere che vuole collaborare
Dopo l’incontro fra le famiglie e le istituzioni permangono molte domande, e tanta rabbia, dopo l’arresto del 39enne luganese
© Regiopress, All rights reserved