laRegione
06.05.21 - 20:42

Castello, chiude il negozio di paese. Interviene il Municipio

La misura è temporanea, ma l'obiettivo dell'autorità locale è riavere il servizio. Attivata una rete per aiutare la popolazione in difficoltà

castello-chiude-il-negozio-di-paese-interviene-il-municipio
Si collabora con la Società da qualche mese (Ti-Press)

'Chiuso'. La Cooperativa in centro paese a Castel San Pietro per il momento ha abbassato la saracinesca. Una misura temporanea, certo, ma che, dopo aver constatato la situazione, ha portato il Municipio a rivolgersi alla popolazione con l'intento di rassicurarla e di informarla sulle alternative presenti sul territorio. Da tempo l'autorità locale si sta adoperando per salvare negozio e servizio. Infatti, come ricorda la stesso esecutivo in una circolare, il Comune possiede un diritto di compera sull'edificio che ospita la bottega e oggi di proprietà della Società cooperativa di consumo di Castel San Pietro. Società, si ribadisce, con la quale si sta collaborando da qualche mese al fine di "risolvere questioni giuridico-amministrative", ma altresì per immaginare un "rilancio del negozio con una visione nel medio-lungo termine". Del resto, si tiene a far sapere, questa chiusura "impone risposte immediate".

Nel frattempo, i cittadini per le loro esigenze potranno far capo a La Butega da Munt, la macelleria Cereghetti e l'Osteria della Posta (per acquistare il pane). Per qualsiasi altra necessità o per ricevere la spesa a casa si potrà contattare la Cancelleria comunale allo 091 646 15 62 o scrivere all'indirizzo di posta elettronica info@castelsanpietro.ch. Resta l'obiettivo dichiarato di riavere al più presto un negozio di paese.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
1 ora
I 25 anni della Supsi secondo Gervasoni, tra successi e futuro
L’importanza della formazione professionale, i ricordi di quell’acronimo che faceva sorridere e ora è un’istituzione, gli obiettivi da raggiungere (tanti)
Ticino
1 ora
‘Si allarghino le fasce di reddito per i sussidi cassa malati’
L’iniziativa del Ps e i due rapporti allestiti saranno al centro della prossima seduta della Commissione parlamentare sanità e sicurezza sociale
Luganese
4 ore
Mezzovico: lite fra giovani degenera, interviene il... papà
Condannato per vie di fatto un 57enne che, durante un alterco fra il figlio e alcuni coetanei (fra cui la ex), ha tirato quattro sberle a tre dei ragazzi
Bellinzonese
4 ore
Necessari 45 milioni per il nuovo Ior a Bellinzona
Studio di fattibilità concluso: oltre ai 12 laboratori sono previsti una mensa e un auditorium, e forse anche un asilo nido per i figli dei ricercatori
Locarno
11 ore
Originalità e ambizione: la Cultura è in due parole
Direzione dei Servizi, con il bando uscito ieri la Città di Locarno cerca una figura in grado di ridisegnare l’intera struttura
Ticino
14 ore
Mafie in Ticino: ‘Tanti i progetti, ma sono davvero operativi?’
A chiederlo è il deputato Quadranti (Plr) sentito in audizione dalla Commissione giustizia e diritti in quanto non soddisfatto delle risposte del governo
Mendrisiotto
14 ore
Aim di Mendrisio, crediti quadro più ‘trasparenti e oculati’
La Commissione della gestione richiama le Aziende sull’uso di questo strumento finanziario. E smagrisce l’investimento richiesto di quasi 2 milioni
Bellinzonese
14 ore
Giardinieri multati a Bellinzona, ‘le regole sono chiare’
Consegna del verde agli ecocentri, il Municipio replica alle critiche e ammette però la presenza di eccezioni: ‘Solo se accompagnati dai proprietari’
Locarnese
15 ore
Ginecologia e ostetricia, si valuta la collaborazione
Nel Locarnese approfondimenti in corso: nascite alla Carità e ginecologia operatoria alla Santa Chiara
Luganese
15 ore
Campo Marzio nord di Lugano, avviato l’iter senza variante di Pr
Polo turistico e congressuale: il Municipio chiede 306’000 franchi e la revoca della modifica pianificatoria votata dal Consiglio comunale nel 2017
© Regiopress, All rights reserved