laRegione
07.07.22 - 18:14
Aggiornamento: 21:37

Villa Favorita, il Plr: ‘Studio di fattibilità sulle varianti’

Sulla scorta di un atto parlamentare precedente che chiedeva sostanzialmente una passeggiata naturale, ripropongono un’interrogazione al Municipio

a cura di Red.Lugano
villa-favorita-il-plr-studio-di-fattibilita-sulle-varianti
Ti-Press
Una gatta da pelare

Villa Favorita: ci vuole uno studio di fattibilità che analizzi le possibili varianti per il comparto a lago. A dirlo è il gruppo liberale-radicale (Plr) in Consiglio comunale, che con un’interrogazione – che a sua volta ne rilancia un’altra targata Plr sul medesimo tema del 2019 – chiede di rivalutare la questione, dopo la recente messa in consultazione della variante di Piano regolatore elaborata dal Municipio che sostanzialmente non prevede il passaggio a lago e che ha scontentato molte parti politiche.

Fruibilità delle rive, ma anche salvaguardia dell’ecosistema

"Prendendo spunto dai recentissimi piani prodotti dal Dipartimento del territorio relativi alla pianificazione strategica per la rivitalizzazione delle rive lacustri – si legge nell’atto parlamentare –, non possiamo non mettere sotto la lente che tutta la parte orientale del tratto di riva di Villa Favorita viene proposta con una classificazione di ‘livello medio di beneficio per la natura e il paesaggio in rapporto all’onere’, con una priorità definita ‘intermedia’. Abbiamo dunque una situazione che può e deve essere migliorata e che con la variante di piano regolatore posta in consultazione verrebbe, a nostro parere preclusa". Oltre alla fruibilità pubblica delle rive, sostiene il Plr, è necessario ricordarsi anche della rivitalizzazione e del recupero degli ecosistemi acquatici.

Per ottemperare a questi obiettivi, nel 2019 il gruppo aveva sostanzialmente proposto di realizzare una sorta di passeggiata ‘naturale’, realizzata ossia con materiale inerti, sul demanio pubblico e quindi senza invadere la proprietà privata. Una passeggiata che "toccherebbe unicamente la base del muro d’argine e dunque esso verrebbe comunque preservato anche meglio di oggi dall’effetto del moto ondoso. Un’opera destinata alla fruibilità pubblica ma anche allo stesso tempo un’opera di protezione e di preservazione del muro d’argine soddisfacendo così entrambi i vincoli contrapposti".

E oggi, il Plr torna alla carica proponendo al Municipio di riprendere in considerazione la proposta, ricordando che si tratterebbe di una soluzione "nell’interesse del cittadino (che potrebbe fruire finalmente di una passeggiata lungo il lago), dell’ambiente (perché il progetto permette di rivitalizzare la riva e la fascia lacustre a ridosso della stessa) e dei privati stessi (grazie alla salvaguardia delle opere di muratura)".

Leggi anche:

Lugano, individuato il compromesso per Villa Favorita

Lugano, ‘inaccettabile la variante per Villa Favorita’

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
7 ore
Lugano, Lombardi: ‘Commissioni di quartiere da attivare’
Il municipale amareggiato per lo scarso interesse dimostrato nella consultazione sul Piano direttore comunale. ‘Coinvolgere resta importante’
Mendrisiotto
7 ore
Al Centro temporaneo per migranti si sente la pressione
Tornano a salire i numeri della struttura che, dopo Rancate, accoglie le persone destinate a essere riammesse in Italia
Ticino
8 ore
Premi cassa malati, deduzioni in più per i figli verso il sì
Lega, Plr, Centro e Udc sottoscrivono il rapporto che dà via libera alla loro iniziativa. Il Ps: ‘Valutiamo il referendum, favorisce i più ricchi’
Ticino
8 ore
Preventivo, il sì borghese vincolato alla revisione della spesa
Lega, Plr, Centro e Udc sostengono la previsione per il 2023 del governo (-80 milioni), ma con dei paletti. Il Ps: ‘No a queste politiche neoliberiste’
Ticino
9 ore
Targhe, Centro e Udc firmano un rapporto senza maggioranza
Calcolo della nuova imposta di circolazione, la Lega per ora si defila mentre Plr e Ps confermano il loro no al testo Dadò/Pamini. E il clima è teso
Mendrisiotto
10 ore
Il Nebiopoli 2023 svela i suoi contenuti
Il Carnevale di Chiasso sarà in programma dal 2 al 5 febbraio. Ampliato il Villaggio, oltre ai consueti appuntamenti anche ospiti internazionali
Locarnese
10 ore
PCi, la guerra in Ucraina ‘rispolvera’ i rifugi atomici
Il Consorzio ha avviato su tutto il territorio controlli dei bunker in caso di catastrofe nucleare. Attese nuove ondate di rifugiati e novità per la sede
Bellinzonese
10 ore
Squadra esterna di Biasca, a processo per vie di fatto
La Procura ha firmato un Decreto d’accusa nei confronti di un operaio comunale, che si è opposto. Si va in Pretura penale
Bellinzonese
11 ore
La 19enne era al rave: con la conferma si cercano testimoni
La polizia grigionese invita quanti sono a conoscenza dello stato di salute della ragazza all’evento della diga della Roggiasca a contattare il comando
Mendrisiotto
18 ore
Da Berna un sostegno per il ‘centro di partenza’ di Rancate
Passa all’unanimità agli Stati la concessione di una somma forfettaria ai Cantoni che in situazioni straordinarie gestiscono centri asilanti provvisori
© Regiopress, All rights reserved