laRegione
incendio-allo-speedy-pizza-di-massagno-due-intossicati
L’intervento in via San Gottardo
19.01.22 - 19:00
Aggiornamento : 19:47

Incendio allo Speedy Pizza di Massagno, due intossicati

Dopo l’esplosione di due batterie vi è stato un principio d’incendio, domato dai pompieri di Lugano. La polizia scientifica indaga sulle cause

Incendio, attorno alle 18, allo Speedy Pizza di via San Gottardo 72 a Massagno. I pompieri sono intervenuti in forze dopo la chiamata di pronto soccorso. In seguito all’esplosione di due batterie all’interno del laboratorio di produzione delle pizze, vi è stato un principio di incendio, prontamente domato dai pompieri di Lugano. Ai comandi del capitano Sandro Corvino, che abbiamo raggiunto telefonicamente, in via San Gottardo sono intervenuti cinque veicoli e nove pompieri. Al momento la situazione è sotto controllo. Sul posto anche gli agenti della polizia scientifica che indagano sulle cause del rogo. Due dipendenti dello Speedy Pizza sono rimasti leggermente intossicati e per precauzione sono stati visitati al Pronto soccorso. Attualmente la produzione di pizze è sospesa e l’intera attività è stata demandata alla filiale presente a Lugano, dove tutte le ordinazioni vengono deviate. Non si conosce l’entità dei danni subìti alla sede di Massagno, ma secondo le prime stime, sono stati contenuti.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
incendio massagno spedypizza speedy pizza
Rescue Media
Guarda le 2 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
44 min
Autogestione, un quarto di secolo finito in ‘Macerie’
La storia dell’esperienza raccontata dai protagonisti nel podcast coordinato da Olmo Cerri: ‘Uno spazio di libertà ch si è rivelato fondamentale’
Luganese
46 min
Il ‘risarcimento? Quegli oggetti non avrebbero dovuto esserci’
Il sindaco Michele Foletti non si scompone in attesa della decisione della Crp e riprenderebbe le stesse decisioni adottate nel maggio scorso
Locarnese
1 ora
Tegna, ladri s’intrufolano nelle case
Sottratto denaro ma nessun oggetto di valore. Alcuni tentativi sarebbero andati a vuoto. La polizia conferma l’accaduto
Ticino
2 ore
Imposte di circolazione, il Plr svela le carte e il suo rapporto
Speziali: ‘Abbassiamole, ma come dice il governo nella sua risposta a 96 milioni e con una formula diversa’. E su riforma fiscale e settimana a 32 ore...
Luganese
2 ore
Ex Macello, un anno fa la notte più lunga di Lugano
Cade domani l’anniversario della demolizione del centro sociale. Tra ruspe, glitter e scontri, l’ironico ricordo dell’evento che ha segnato la città
Luganese
9 ore
Collina d’Oro, ‘l’acqua vogliamo gestirla noi’: è referendum
Lanciata la raccolta delle firme contro il messaggio municipale sulla cessione alle Aziende industriali di Lugano della gestione globale dell’acquedotto
Mendrisiotto
9 ore
PoLuMe, dalla Sinistra di Stabio una risoluzione contraria
Il Gruppo ha consegnato in cancelleria una dichiarazione da far passare al prossimo Consiglio comunale, per ribadire il proprio no al progetto
Mendrisiotto
9 ore
Campi piccoli e spogliatoi vecchi, ‘mancano le strutture’
Nel Mendrisiotto diverse squadre di calcio costrette a cambiare paese per giocare le partite. ‘Una riflessione da fare a livello regionale’.
Luganese
10 ore
Adria Costruzioni, comunque vada sarà un maxi processo
Almeno 7 gli imputati in attesa del rinvio a giudizio alle Assise criminali di Lugano per il crac milionario dell’impresa edile scoperto nel 2015
Luganese
10 ore
Lugano, estate in arrivo: che sicurezza alla Foce?
Un’interrogazione socialista domanda al Municipio cosa è stato messo in campo per la stagione balneare alle porte
© Regiopress, All rights reserved