laRegione
13.01.22 - 14:02
Aggiornamento: 16.01.22 - 17:40

Fiume Tresa, sarà reso pubblico il progetto Interreg

In un incontro informativo a distanza saranno presentate le opere di prevenzione e gestione delle emergenze a cavallo del confine

fiume-tresa-sara-reso-pubblico-il-progetto-interreg
Dt

Il Dipartimento del territorio (Dt) accende i riflettori sul fiume Tresa. Il prossimo martedì 18 gennaio autorità, enti e popolazione locali potranno saperne di più sul progetto Interreg Italia-Svizzera intitolato ‘A cavallo del Fiume Tresa: prevenzione e gestione comune delle emergenze’. L’incontro informativo avrà luogo in modalità online sulla piattaforma Zoom – il link è il seguente: us02web.zoom.us/j/85175122623, basta collegarsi alle 18 –, ma darà modo di avere una panoramica generale di tutti gli aspetti del dossier, di conoscere le azioni attualmente in corso, l’avanzamento dei lavori in termini di studio e di collaborazione transfrontaliera, e ricevere delle indicazioni sulle opere idrauliche la cui realizzazione è prevista nei prossimi mesi.

Il progetto Interreg Fiume Tresa è promosso dall’Agenzia Interregionale per il fiume Po, dall’Ufficio dei corsi d’acqua del Dipartimento del territorio e, quali partner, dalla Comunità Montana del Piambello e dalla Provincia di Varese. Dal 2000, rende attenti il Dt, un’importante criticità della zona è rappresentata, in territorio italiano, dalla Frana di Cremenaga (Comune di Cadegliano-Viconago), caratterizzata da ripetuti eventi che hanno anche interrotto la viabilità della strada provinciale. A seguito della piena del 2002, infatti, l’erosione dell’alveo in atto rappresenta “un’ulteriore minaccia per la sicurezza del territorio e delle infrastrutture”. Gli studi geologici condotti sin qui, si annota, hanno portato a “ipotizzare diversi scenari di rischio a seguito di eventi franosi che coinvolgerebbero, a partire dal versante montano, la strada NSA 599 e il fiume Tresa, sino ai pozzi di captazione a uso idropotabile su suolo svizzero”. Gli interventi previsti, si anticipa, hanno lo scopo di “ridurre al massimo il rischio, ripristinando le condizioni più idonee per tornare a una situazione di equilibrio”.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
3 ore
Arogno, il sentiero resta: respinto il ricorso di Franco Masoni
L’ex consigliere agli Stati riteneva illegittimo il ‘declassamento’ di una strada sterrata per raggiungere la sua proprietà
Luganese
3 ore
Origlio, l’avventura di un negozietto di paese
Peter Murer per 22 anni lo ha gestito guadagnandosi l’affetto della gente. Ora lascia ma ‘Bondì’ resterà
Luganese
15 ore
Direttore arrestato, ‘bisogna cogliere i segnali d’allarme’
Secondo il criminologo Franco Posa allievi, docenti e genitori devono poter far affidamento su una rete esterna per evitare situazioni spiacevoli
Ticino
15 ore
‘Cdm, competenze da ampliare o meccanismi da rivedere’
Consiglio della magistratura, lettera del governo alla commissione parlamentare Giustizia e diritti. Nicola Corti: spunti di riflessione interessanti
Ticino
15 ore
Rincari: ‘Non si scarichino le responsabilità su chi è malato’
A fronte di un aumento dei premi di cassa malati che si prospetta vertiginoso, per Acsi, cliniche private, Eoc, medici e farmacisti serve cambiare sistema
Luganese
1 gior
Lugano prevede di adeguare il rincaro del 3%
Lo annuncia il Municipio nella risposta all’interrogazione presentata dalla sinistra. La decisione definitiva verrà presa il prossimo dicembre
gallery
Bellinzonese
1 gior
Morobbia: dopo 20 anni e 22 milioni, inaugurato l’acquedotto
Entrato in funzione questa estate, in passato era stato contestato dalla Città e oggi produce anche elettricità per oltre mille abitanti
Ticino
1 gior
Le settimane passano, ma non i radar, ed è ottobre
Comune per comune i punti ‘osservati speciali’ dell’azione di controllo della velocità in un’ottica di prevenzione
Bellinzonese
1 gior
Stazione di Biasca senza biglietteria, per il CdS va bene così
Sportelli fisici usati solo dal 5% dei viaggiatori: il governo non entra nel merito della decisione adottata dalle Ffs
Bellinzonese
1 gior
Nuove scuole a Lodrino entro il 2028
Il progetto Meta si è aggiudicato il concorso per la progettazione del comparto scolastico. Investimento complessivo di 38 milioni di franchi
© Regiopress, All rights reserved