laRegione
la-lega-contro-badaracco-ha-lasciato-solo-il-sindaco
Ti-Press
Il vicesindaco di Lugano
04.01.22 - 15:34
Aggiornamento: 16:13

La Lega contro Badaracco: ‘Ha lasciato solo il sindaco’

Il gruppo leghista in Consiglio comunale a Lugano attacca il vicesindaco, reo di essersi smarcato dal Municipio e aver infranto la collegialità

Roberto Badaracco avrebbe, indirettamente ovviamente, messo in pericolo Michele Foletti. Lo sostiene il gruppo leghista in Consiglio comunale che – alla luce della manifestazione degli autogestiti di ieri sera, che ha fatto tappa anche sotto casa di Foletti –, in una nota, punta il dito contro il vicesindaco sostenendo al contempo il sindaco. La colpa di Badaracco sarebbe, in particolare, quella di essersi smarcato dallo sgombero avvenuto settimana scorsa all’ex Macello, rioccupato il 29 dicembre.

Fra dialogo e sgombero

Quanto accaduto fra il 29 e il 30, ricordiamo, ha messo nuovamente in evidenza la spaccatura interna al Municipio e le sue diverse sensibilità. Da un lato la minoranza, rappresentata dal vicesindaco, e dall’altro la maggioranza, incarnata dal sindaco che per quella giornata aveva ricevuto delega di decidere dalla maggior parte dei municipali. Da un lato Badaracco, che era riuscito a instaurare un dialogo con gli autogestiti che lo hanno chiamato nel tardo pomeriggio e dall’altro Foletti che invece, sollecitato dalla polizia, ha dato l’autorizzazione allo sgombero.

‘Badaracco aveva promesso collegialità’

Ebbene, in questo contesto, secondo la Lega luganese “il vicesindaco con il suo comportamento oltre a non rispettare la collegialità del Municipio ha messo Michele (Foletti, ndr) in una situazione di pericolo. Solo due mesi fa Badaracco prometteva collegialità se fosse stato eletto come vicesindaco, ma poi alla prima occasione si è subito smarcato in modo indecoroso lasciando il sindaco solo”. L’occasione di pericolo si è manifestata concretamente durante la manifestazione, quando gli autogestiti si sono fermati per un 10-15 minuti circa sotto casa di Foletti: “Come in precedenza con Borradori – scrivono i leghisti –, il sindaco si è visto arrivare sotto casa i molinari con cori di insulti ma anche inneggiando al vicesindaco Badaracco”.

‘Pieno sostegno al sindaco’

In realtà, non si è proprio inneggiato a quest’ultimo, anzi: gli autonomi hanno detto in più occasioni dall’assemblea in poi di essere rimasti delusi anche da quello che sembrava loro il municipale più affidabile. Veri invece i cori contro Foletti, come anche i fischi al suo indirizzo. “Di fronte ad azioni illegali e attacchi personali con presidi e manifestazioni sotto casa, nessuno può nascondersi codardamente dietro ad un dito, nemmeno per giochi politici!”, l’affondo della Lega. “Il nostro gruppo, date le circostanze, conferma il pieno sostegno al sindaco e gli ricorda che anche la maggioranza dei luganesi condivide l’operato del Municipio”, termina infine la nota.

Leggi anche:

I molinari in assemblea a Lugano bloccano le strade

Molino: l’incomprensione tra Foletti e Badaracco

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
lega lugano michele foletti roberto badaracco
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Gallery
Luganese
48 min
Auto contro moto a Madonna del Piano: un ferito grave
Incidente della circolazione attorno alle 20 sulla strada che da Ponte Tresa conduce a Fornasette, chiusa per i rilievi del caso
Ticino
3 ore
Il luglio 2022 è stato il secondo più caldo di sempre in Ticino
Il mese appena trascorso ha visto uno scarto di +2,6 °C rispetto alla norma 1991-2020: il record rimane a luglio 2015, con uno scarto di oltre 3°C
Ticino
3 ore
Strategia energetica, Marchesi (Udc): ‘Il nucleare al centro’
Il presidente e consigliere nazionale democentrista ‘preoccupato’ per la situazione attuale svela la sua ricetta: ‘Finora da Berna proposte insufficienti’
Bellinzonese
9 ore
Dieci chilometri di colonna sotto il sole tra Biasca e Airolo
Rientro dei vacanzieri e momentanea chiusura della galleria del San Gottardo mandano l’asse autostradale in tilt
Bellinzonese
11 ore
Tunnel del San Gottardo chiuso in entrambe le direzioni
Veicolo in avaria poco prima di mezzogiorno: situazione ‘calda’ sull’asse autostradale ticinese
Bellinzonese
18 ore
Bistrot di Bellinzona, ‘Nessuna truffa né maltrattamenti’
Il gerente Ivan Lukic non nasconde le difficoltà economiche. Tuttavia alcune persone hanno ‘tenuto duro, credendo nel progetto. Altre lo hanno diffamato’
Luganese
18 ore
Rovio, fucile notificato ma il padre era senza porto d’armi
Emergono ulteriori aspetti legati al grave fatto di sangue capitato domenica scorsa ad Agno: il 49enne non aveva il permesso di girare con il Flobert
Ticino
18 ore
Aspettando Godot... e Greta Gysin. L’area rossoverde attende
Sarebbe imminente la decisione della consigliera nazionale dei Verdi se candidarsi o meno per il governo. Bourgoin e Riget: ’Avanti, con o senza di lei’
Bellinzonese
1 gior
Vacanze costose e beni di lusso con i guadagni della cocaina
Condannato a 4 anni e 3 mesi (più l’espulsione dalla Svizzera) un 35enne recidivo e reo confesso. La Corte: ‘Prognosi nefasta’
Locarnese
1 gior
Gambarogno, 83enne inghiottito dalle acque del lago
L’uomo, un confederato, si era tuffato per una nuotata ma non è più riemerso. Partito dal Porto patriziale di Ascona, aveva ‘toccato’ alcune imbarcazioni
© Regiopress, All rights reserved