laRegione
22.11.21 - 20:30

Lugano, insulti sui social: aperta inchiesta amministrativa

Lo ha deciso il Municipio nella seduta di giovedì scorso, dopo che un dipendente è stato denunciato per esternazioni su Facebook

lugano-insulti-sui-social-aperta-inchiesta-amministrativa
Palazzo civico a Lugano (Ti-Press)

Oltre alla denuncia, anche un’inchiesta amministrativa. S’inspessisce la vicenda degli insulti sui social scritti sotto a un post del consigliere comunale luganese Omar Wicht (Lega), che commentava la manifestazione ‘Il funerale della giustizia’ avvenuta un paio di settimane fa a Lugano. I commenti, diretti contro gli organizzatori della protesta – ossia il collettivo ‘T’aspetto fuori’ –, sono costati a una dozzina di persone una denuncia al Ministero pubblico. Fra i querelati, oltre a Wicht stesso, anche un dipendente della Città di Lugano.

Come ci ha confermato il sindaco Michele Foletti, durante la seduta di giovedì scorso l’esecutivo ha deciso di avviare un’inchiesta amministrativa interna al fine di analizzare meglio l’accaduto e stabilire come procedere. Lo stesso dipendente, peraltro, non è nuovo a scivoloni di questo tipo. Solo pochi giorni prima che venisse depositata in Procura la denuncia, l’uomo è stato ufficialmente richiamato in quanto coinvolto in un episodio simile: durante una discussione, sempre su Facebook, è intervenuto contro il consigliere comunale Aurelio Sargenti (Ps). Quest’ultimo aveva espresso un’opinione sul Polo sportivo e degli eventi. Opinione che non era piaciuta: “Personaggi come te dovremmo bandirli dal Consiglio comunale per poter progredire! Sei una vergogna!”, l’attacco a Sargenti.

L’esecutivo ha ritenuto, evidentemente, più grave di questo l’episodio invece nei confronti del collettivo, sfociato come detto nella denuncia.

Leggi anche:

Lugano, insulti social: consigliere comunale denunciato

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
55 min
‘Appalti internazionali, si chieda il certificato anti-mafia’
Con una mozione Ermotti-Lepori e altri deputati invitano il Consiglio di Stato a modificare il regolamento della legge sulle commesse pubbliche
Luganese
57 min
Lugano, crisi in vista: nel 2023 -20% di reddito disponibile
Un rapporto della Statistica urbana prevede tempi duri per i cittadini di Lugano qualora l’attuale crisi perdurasse con la stessa intensità
Luganese
1 ora
Manno, datore di lavoro a processo per omicidio colposo
I fatti riguardano la morte di un suo dipendente nel 2017, caduto da circa 6 metri di altezza mentre lavorava. Secondo la difesa è colpa della vittima
Ticino
1 ora
Ffs, aumentano i passeggeri e i treni in transito in Ticino
Roberta Cattaneo: ‘Alle 70mila persone sui Tilo dobbiamo aggiungere le molte che usano Ir e Ic’. Zali: ‘Traffico passeggeri incrementato del 15%’
Ticino
2 ore
‘È una risposta concreta ai bisogni degli anziani’
La commissione parlamentare Sanità e sicurezza sociale firma il rapporto di Lorenzo Jelmini favorevole alla Pianificazione integrata
Ticino
3 ore
Malattie trasmissibili: esclusione da centri diurni e colonie
La nuova direttiva del medico cantonale estende il campo di applicazione. Giorgio Merlani: ‘Chiediamo il massimo scrupolo’
Mendrisiotto
3 ore
Oggi il punto di riferimento è l’Ente regionale per lo sport
A un anno dal varo si è già risposto ai bisogni del territorio. A cominciare dalla logistica. Lurati: ‘Il 2023 sarà il vero Anno zero’
Mendrisiotto
4 ore
Con ‘Gnammaggio e l’ApeRitivo’ alla scoperta della Val di Spinee
Pubblicato il quinto racconto per bambini scritto da Moreno Colombo. L’opera contiene anche dei disegni da colorare
Locarnese
4 ore
Locarnese: ‘Periferie e agglomerato, parti dello stesso albero’
Presentati i risultati di uno studio sulla demografia e il parco immobiliare di Onsernone, Verzasca, Vallemaggia e Centovalli. Con proposte di rilancio
Ticino
6 ore
I formaggi ticinesi premiati in Svizzera e nel mondo
Il ‘Merlottino’ della Lati ha ottenuto la medaglia di bronzo ai ‘World Cheese Awards’. Diversi premi anche a livello nazionale
© Regiopress, All rights reserved