laRegione
c-e-posta-per-divoora-unia-chiede-un-incontro-coi-titolari
Ti-Press
Assemblea dei driver indetta da Unia
03.11.21 - 19:17
Aggiornamento: 22.11.21 - 09:55

C’è posta per Divoora. Unia chiede un incontro coi titolari

Al termine dell’assemblea durata quattro ore i lavoratori hanno dato mandato al sindacato di avviare trattative contro il nuovo contratto ‘illegale’

Paura? L’imposizione di un tempo di decisione troppo stretto? (“(...) le chiediamo gentilmente di voler firmare e ritornarci entro il 28.10.2021 non oltre le ore 12.30 il nuovo contratto...”). Difficile dire. Di certo c’è che il nuovo contratto di lavoro sottoposto ai dipendenti da Divoora e ritenuto illegale dai sindacati Unia e Ocst è stato firmato dalla maggioranza dei lavoratori. Tutti felici e contenti? Nient’affatto. La battaglia contro il repentino cambiamento degli accordi prospettato dalla società di delivery ai circa 200 driver attivi nel recapitare pasti a domicilio a clienti di tutto il cantone prosegue. Giangiorgio Gargantini, segretario regionale di Unia, da noi raggiunto al termine dell’assemblea dei dipendenti svoltasi nel pomeriggio e durata quattro ore, dichiara: «I dipendenti di Divoora ritengono il nuovo contratto un passo indietro nelle condizioni, anche se lo hanno firmato. Noi contesteremo i contenuti del nuovo accordo stipulato dalle parti, perché decisamente illegale, e discuteremo con i titolari dell’azienda che intendiamo incontrare presto. L’assemblea ci ha dato un chiaro mandato di prendere contatto con l’azienda per una trattativa sul nuovo contratto».

‘Restiamo in fiduciosa attesa’

Detto, fatto. Unia ha scritto a Divoora per richiedere un incontro con i suoi vertici e ha esposto punto per punto le diverse criticità del nuovo contratto. «Restiamo in fiduciosa attesa di un cenno da parte dei titolari» afferma Gargantini, che assicura come durante i lavori oggi «sono emerse da parte delle lavoratrici e dei lavoratori rabbia e delusione e la voglia di un confronto per venire a capo di una situazione ritenuta inaccettabile». Il punto più dolente del nuovo contratto datato 1° novembre 2021 riguarda le condizioni salariali: 35 centesimi al minuto, ma solo a far stato dall’ordine del cliente all’avvenuta consegna del pasto a domicilio. Prima e dopo questo tempo-lavoro nessuna retribuzione. Senza contare che nessuna tredicesima è prevista. L’assemblea svoltasi oggi rappresenta praticamente un novum per il settore, perché i dipendenti non spartiscono sedi comuni, ma lavorano individualmente con il proprio veicolo. Un’assemblea, dunque, tenutasi atipicamente “a gruppi” perché gli orari dei driver sono talmente flessibili che per il sindacato è stato difficile radunare tutti in uno stesso momento. Il sindacato Ocst, dal canto suo, non ha escluso a breve di denunciare in sede civile l’illegalità del nuovo contratto.

Leggi anche:

Driver: ‘35 centesimi al minuto, ma senza ordini è una miseria’

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
assemblea divoora nuovo contratto sindacato
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Mendrisiotto
1 ora
Mendrisiotto, turismo ‘green’ lungo i parchi insubrici
’Insubriparks’ è una nuova piattaforma che porta alla scoperta di cinque bellezze naturalistiche tra Svizzera e Italia
Locarnese
1 ora
‘Basta posteggi al Pozzo di Tegna!’
Preoccupata l’Associazione Golene di Terre di Pedemonte, che teme che l’incremento degli stalli porti ancora più gente e traffico in una zona sensibile
Ticino
1 ora
Il mercato dell’auto resta ammaccato
Si sperava di risolvere i problemi di fornitura entro il primo semestre di quest’anno: niente da fare. E anche l’usato scarseggia
Luganese
8 ore
Violento temporale nel Luganese causa smottamenti e allagamenti
I pompieri sono stati sollecitati più volte. Colpito in modo particolare il Malcantone
Ticino
10 ore
Premi cassa malati +10%, Dss: ‘Nel campo delle speculazioni’
La cifra dell’aumento indicata da uno studio di Accenture è ancora solo un’ipotesi, secondo Paolo Bianchi: ‘Indicazioni precise arriveranno prossimamente’
Luganese
10 ore
Tentato assassinio ad Agno: 49enne ha sparato a un 22enne
In pericolo di vita il giovane. È accaduto stamane in via Aeroporto. Arrestato l’autore. Gli inquirenti indagano sul movente.
Bellinzonese
13 ore
PerBacco! è già tempo di Festa della vendemmia a Bellinzona
La manifestazione invaderà il centro storico cittadino dal 1° al 4 settembre
gallery
Bellinzonese
14 ore
L’alpe Arami di Gorduno diventa ‘un patrimonio di tutti’
Inaugurato l’importante lavoro di recupero e ristrutturazione della baita con ristorazione, dotata di dormitorio, e dei pascoli
Luganese
15 ore
Viganello, grave un inquilino caduto nel palazzo
Nella notte un uomo è rimasto ferito sul balcone tetto dello stabile. Sul posto l’intervento degli agenti della Polizia cantonale e cittadina
Locarnese
20 ore
Centovalli, pompieri ancora al lavoro
Un fulmine sabato sera ha innescato un rogo boschivo sopra il Monte Sauree. Militi ed elicottero in azione. In corso la bonifica
© Regiopress, All rights reserved