laRegione
sostegno-sociale-a-lugano-la-complessita-dei-casi-aumenta
TI-PRESS
Accompagnamento sociale
07.12.20 - 14:48
Aggiornamento: 16:04

Sostegno sociale a Lugano, la complessità dei casi aumenta

La Città istituisce un gruppo di lavoro per valutare una diversa ripartizione fra curatori professionisti e privati. A marzo corso di formazione gratis

Un gruppo di lavoro con l'obiettivo di valutare un'eventuale diversa ripartizione fra curatori professionisti e privati; e, a partire dal prossimo marzo, un corso gratuito di formazione per curatori che contemplerà tematiche in ambito di curatele amministrative a favore di persone adulte e curatele educative a favore di minori. Sono queste le misure annunciate dalla Città di Lugano per far fronte all'aumento della complessità dei casi che necessitano di sostegno sociale.

La gestione, consulenza e formazione di curatori professionisti e privati è garantita dall'Autorità regionale di protezione (Arp) 3, con sede in via Polar 46 a Lugano, nel quartiere di Breganzona. Ebbene - indica l'autorità cittadina - "una diversa ripartizione dei casi a favore di un maggior numero di curatori professionisti renderebbe la gestione per l'Arp maggiormente sostenibile". Di qui la decisione del Municipio di creare un gruppo di lavoro incaricato di "analizzare la situazione e definire la modalità più adeguata per far fronte al bisogno".

Un'interpellanza del Pc aveva suonato l'allarme

L'affanno era stato denunciato lo scorso novembre da un'interpellanza presentata da Edoardo Cappelletti, consigliere comunale del Partito comunista (gruppo Ps), il quale, cifre alla mano, aveva evidenziato: "Il servizio non è nelle condizioni di dare seguito a tutte le richieste di assunzione di mandati da parte dell'autorità regionale di protezione" e "i curatori, raggiunto un certo numero di misure, non riescono più ad assumere nuovi mandati senza che vi siano delle chiusure o delle sostituzioni con curatori privati". Dal canto suo la Città indica un "lieve aumento dei casi di curatela gestiti dal Servizio di accompagnamento sociale (Sas) nel 2020 rispetto al 2019. Quest'anno, indica ancora l'autorità comunale di Lugano, "il settore curatele del Sas è quindi stato potenziato, così da permettere l'assunzione di ulteriori mandati tramite l'autorità regionale di protezione. A oggi i mandati attivi sono 126, in crescita sia numericamente sia per complessità. Il 2019 si era chiuso con 120 mandati".  Ma come opera l'Arp 3? Sia con curatori privati che curatori professionisti, evidenzia la Città. Alcuni mandati sono assunti regolarmente dal Sas dove operano dei professionisti, mentre l'Arp3 garantisce gestione, consulenza e formazione dei curatori privati, "con un notevole investimento di risorse e competenze specialistiche".  

Leggi anche:

Autorità di protezione: 'Le preoccupazioni non sono svanite'

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
casi sostegno sociale
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
17 ore
Finiscono le vacanze, torna la colonna: 10km al Gottardo sud
Fra Biasca e Airolo si arrivava nel primo pomeriggio di oggi a due ore di attesa
Ticino
21 ore
Furti per 5mila franchi nei distributori automatici, due arresti
Un 40enne e una 30enne avrebbero colpito le gettoniere di almeno 8 apparecchi soprattutto nei pressi delle stazioni ferroviarie
Luganese
23 ore
È morto il motociclista coinvolto ieri in un incidente a Croglio
L’uomo, un 28enne italiano, ha urtato violentemente un’automobile all’altezza di Madonna del Piano, venendo sbalzato dal mezzo e rovinando a terra
Locarnese
1 gior
A Locarno ‘movida’ prolungata, gli esercenti: ‘è un primo passo’
Le reazioni di bar e ristoranti dopo la decisione dell’Esecutivo di prolungare la possibilità per quest’ultimi di mettere musica di sottofondo 
Mendrisiotto
1 gior
InterCity a Chiasso, ‘Difenderemo sempre la nostra fermata’
Molti i temi in agenda per la seduta extra-muros che impegnerà il Municipio a fine mese. Il punto con il sindaco Bruno Arrigoni.
Gallery
Luganese
1 gior
Auto contro moto a Madonna del Piano: un ferito grave
Incidente della circolazione attorno alle 20 sulla strada che da Ponte Tresa conduce a Fornasette, chiusa per i rilievi del caso
Ticino
1 gior
Il luglio 2022 è stato il secondo più caldo di sempre in Ticino
Il mese appena trascorso ha visto uno scarto di +2,6 °C rispetto alla norma 1991-2020: il record rimane a luglio 2015, con uno scarto di oltre 3°C
Ticino
1 gior
Strategia energetica, Marchesi (Udc): ‘Il nucleare al centro’
Il presidente e consigliere nazionale democentrista ‘preoccupato’ per la situazione attuale svela la sua ricetta: ‘Finora da Berna proposte insufficienti’
Bellinzonese
1 gior
Dieci chilometri di colonna sotto il sole tra Biasca e Airolo
Rientro dei vacanzieri e momentanea chiusura della galleria del San Gottardo mandano l’asse autostradale in tilt
Bellinzonese
1 gior
Tunnel del San Gottardo chiuso in entrambe le direzioni
Veicolo in avaria poco prima di mezzogiorno: situazione ‘calda’ sull’asse autostradale ticinese
© Regiopress, All rights reserved