laRegione
La truffa è iniziata in un hotel di Lugano nel 2017 (Ti-Press)
Luganese
16.09.19 - 11:360

La garanzia? Diamanti che in realtà erano zirconi

Alla sbarra un italiano che era riuscito a raggirare un connazionale che gli aveva prestato 720mila euro. Accusato di truffa e tentata estorsione, ammette i fatti.

Ha prospettato a un amico un investimento ma in realtà aveva solo bisogno di soldi. Perciò, ha architettato una truffa facendosi dare 720’000 euro in quattro tranches dall’amico che ha pure indotto a firmare una scrittura privata all’hotel Splendid di Lugano. Una scrittura nella quale ha messo pegno diamanti per un valore di oltre 2 milioni di euro (in realtà erano zirconi). Poi ha minacciato l’amico di denunciare il caso alla commissione anti riciclaggio italiana. Tuttavia, il disegno criminoso non è andato a buon fine quando sono scattate le manette ai suoi polsi. 
Questi i contorni della vicenda che la presidente della Corte delle assise correzionali di Lugano Manuela Frequin Taminelli sta ricostruendo oggi nell’aula penale a Palazzo di giustizia. 

L’imputato, difeso dall’avvocato Francesco Barletta e accusato di truffa e tentata estorsione, è un 68 enne di Torino ex titolare di un ristorante nel capoluogo piemontese. L’uomo ammette i fatti contenuti nell’atto d’accusa firmato dal procuratore pubblico Andrea Maria Balerna.

In apertura, il processo è stato interrotto e le parti hanno sottoscritto l’impegno di risarcimento con il quale l’imputato ha accettato di ipotecare la proprietà che possiede in Francia (acquistata per 1,3 milioni di euro). La vittima della truffa è tutelata dall’avvocato Roberto Marconi che ha formulato una richiesta di risarcimento di 675 mila euro più interessi. Richiesta alla quale in aula l’imputato non si è opposto. I fatti sono avvenuti fra il luglio 2017 e il 13 febbraio 2019, quando la polizia è intervenuta, dopodiché è partita l’inchiesta che ha scoperchiato l’inganno. 

Potrebbe interessarti anche
Tags
diamanti
truffa
euro
zirconi
fatti
estorsione
tentata estorsione
amico
imputato
TOP NEWS Cantone
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile