laRegione
12.06.22 - 15:46
Aggiornamento: 16:43

Locarno, per il Tour de Suisse sarà festa popolare

Sport, musica e divertimento per la presenza della carovana

locarno-per-il-tour-de-suisse-sara-festa-popolare
Ti-Press
Già nel 2017 partenza di tappa da Locarno

Fervono i preparativi per la partenza della sesta tappa del Tour de Suisse 2022, che venerdì 17 giugno coinvolgerà Locarno e tutta la regione. L’edizione targata 2022 è fortemente caratterizzata dai colori ticinesi: il 16 giugno la tappa Ambrì-Novazzano, il 17 giugno Locarno-Moosalp (via Novena) e il 18 giugno Ambrì-Malbun (Liechtenstein), affrontando il Lucomagno.

La partenza di tappa a Locarno non rappresenterà solo un evento prettamente sportivo, ma si trasformerà in una vera festa popolare, promossa dal comitato organizzatore composto dal sindaco Alain Scherrer (presidente), da Silvano Stern (vicepresidente), da Mauro Beffa e Marco Maggi per la logistica e lo sponsoring, da Simone Terribilini e Alfio Bellotti per ciò che concerne gli aspetti legati alla sicurezza. A partire dalle 9 di venerdì 17 giugno è quindi prevista l’apertura al pubblico del bar in piazza Magnolia (Ubs), mentre dalle 9.45 inizierà l’animazione sul palco che vedrà anche la presentazione dei corridori del Tour de Suisse 2022, grazie allo Showtruck in programma tra le 10.45 e le 12.10.
Alle 10.30, poi, è prevista la partenza della canonica – quanto sempre affascinante – colonna pubblicitaria, che con i suoi colori e suoni non mancherà di attirare l’attenzione e la curiosità del pubblico. La partenza della tappa, con gli atleti pronti come detto a sfidarsi fino a Moosalp, è invece in programma esattamente un’ora più tardi, ovvero alle 11.30 da Largo Zorzi.

Ma la festa non finirà lì. Anzi, continuerà fino a tarda sera. Alle 17, infatti, sono previsti ancora momenti in musica e d’intrattenimento in Magnolia, per culminare con il concerto d’apertura del Connection Festival, in piazza Grande, a partire dalle 20.30. Sul palco i musicisti Rhove, Shiva e Paky. Il Connection Festival continuerà sabato e domenica con i concerti di Blanco e Ultimo e animazione in Magnolia.
Per ridurre al minimo le possibili perturbazioni alla viabilità, la Polizia comunale ha elaborato un dispositivo che permetterà di regolare al meglio i flussi di traffico nell’area del centro cittadino. L’invito alla popolazione è come sempre quello di voler rispettare nel dettaglio quanto previsto e di utilizzare mezzi pubblici o meglio ancora – vista l’occasione del Tour de Suisse – le biciclette.

Chiusure stradali

Dalle 7 alle 14 piazza Grande e largo Zorzi saranno completamente inaccessibili al traffico e in particolare: da via Luini altezza di via Balestra in entrata per piazza Grande; da via Luini altezza di via della Posta in entrata per largo Zorzi; da via Luini altezza di via della Pace in entrata per largo Zorzi; e da via Lungolago Motta in entrata per via Ciseri.

Divieti di parcheggio

Sempre dalle 7 alle 14, inoltre, sarà vietato parcheggiare nelle seguenti aree: piazza Muraccio; via Trevani; via Ciseri; largo Zorzi; via della Posta, da Largo Zorzi sino a via Luini; via della Pace, da largo Zorzi sino a via Luini; via Gilardi; Lungolago Motta, da via Orelli fino a via dell’Isolino; via Respini posteggio Canottieri.

Mezzi pubblici

Nei giorni di giovedì 16 giugno e venerdì 17 giugno, per consentire lo svolgimento delle tappe del Tour de Suisse sono previste soppressioni di corse che interesseranno diverse linee del trasporto pubblico nel Locarnese. Prevedere per tutte le linee ritardi e mancate coincidenze nella fascia oraria dalle 10.50 alle 11.50. Per ulteriori informazioni consultare il sito internet fartiamo.ch e l’App Arcobaleno.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
1 ora
‘Approfondiremo il tema, ma così su due piedi sono scettico’
Speziali dice la sua sulla congiunzione delle liste con l’Udc per le ‘federali’. Per il presidente Plr: ‘Differenze piuttosto evidenti tra i due partiti’
Bellinzonese
3 ore
‘Fin lì era filato tutto liscio, poi la bottigliata in testa’
Per il sindaco di Cadenazzo Marco Bertoli, il battibecco di Carnevale sarebbe nato da una sigaretta accesa all’interno del capannone
Bellinzonese
8 ore
Coriandoli ma non solo: a Cadenazzo volano pure pugni e calci
Prima serata di bagordi carnascialeschi segnata da una persona ferita al capannone. Il presidente: ‘Episodio fortunatamente isolato e circosrcritto’
Locarnese
13 ore
Brissago, il bando di pesca finisce imbrigliato nelle reti
Il Tribunale amministrativo concede l’effetto sospensivo al ricorso di un professionista che contesta l’ampliamento dell’area inizialmente concordata
Ticino
23 ore
Città dei mestieri, ‘un punto centrale, ora bisogna irradiarsi’
Presentato il bilancio del terzo anno: in continua crescita gli utenti alla ricerca di informazioni su formazione professionale e mondo del lavoro
Mendrisiotto
23 ore
Truffe per almeno due milioni di franchi: venti mesi sospesi
Condannato alle Assise correzionali di Mendrisio un 67enne per fatti avvenuti tra il 2012 e il 2014. Danneggiate oltre 19 persone.
Ticino
1 gior
Aumento delle stime fiscalmente neutro, oltre 17mila le firme
I promotori dell’iniziativa popolare costituzionale hanno depositato oggi in Cancelleria le sottoscrizioni
Ticino
1 gior
‘La polizia farà la sua parte per ridurre la spesa pubblica’
Lo ha detto Norman Gobbi durante l’annuale Rapporto di Corpo della Cantonale. ‘Positivo il bilancio del 2022 e la capacità di adattamento’
Ticino
1 gior
‘Bandir gennaio’ non bandisce anche i radar
Come ogni venerdì, ecco la lista delle località nelle quali verranno effettuati controlli elettronici della velocità dal 30 gennaio al 5 febbraio
Ticino
1 gior
Aiti: senza garanzie, meglio lo stop al telelavoro da febbraio
L’associazione industriali ticinesi ritiene ‘ragionevole’ la sospensione senza un nuovo accordo che regoli la fiscalità dei frontalieri in telelavoro
© Regiopress, All rights reserved