laRegione
su-terzo-binario-e-nuovo-volto-della-stazione-vigileremo
01.03.22 - 19:23

‘Su terzo binario e nuovo volto della stazione vigileremo’

Centovalli, il Municipio risponde all’interrogazione inerente al progetto di potenziamento del trasporto pubblico sottoscritta da tutti i consiglieri

Centovalli, il Municipio (su invito del legislativo) vuole vederci chiaro e cerca rassicurazioni da parte delle Fart sulla questione del terzo binario e degli interventi infrastrutturali necessari previsti alla stazione ferroviaria d’Intragna. Per questa ragione ha chiesto alla stessa azienda di trasporto pubblico locarnese delle spiegazioni di dettaglio sulle scelte tecniche allo studio, oltre che finanziarie e politiche.

Convocati al tavolo delle discussioni

A volerci vedere chiaro in questo grosso cambiamento a livello di mobilità è stato, a suo tempo, l’intero Consiglio comunale, che in un’articolata interrogazione presentata nel mese di dicembre del 2021 invitava il Municipio a chiarire molteplici criticità di questo progetto, in particolare quelle relative all’accessibilità del futuro comparto stazione d’Intragna e quello sul potenziamento dei collegamenti per l’alta valle (Camedo). Temi che sono comunque ancora oggetto di approfondimento da parte dei servizi cantonali preposti. Nella sua risposta, il Municipio centovallino fa presente che per tutto ciò che riguarda gli aspetti architettonici e paesaggistici degli interventi manterrà la necessaria vigilanza e chiederà di essere coinvolto "adeguatamente e preventivamente".
Sempre a detta dell’esecutivo, il potenziamento dell’offerta ferroviaria non può non tenere in debita considerazione le esigenze degli abitanti dell’intera valle. Due corse aggiuntive (il tanto auspicato cadenzato ogni 30 minuti) dovranno quindi partire e fermarsi a Camedo il mattino presto e la sera tardi. A questo punto anche lo stazionamento notturno del convoglio che assicura le corse potrebbe essere trasferito nella stazione di confine, evitando così i problemi di vario genere a Intragna (barriere, attraversamento pedoni, cantiere rumoroso per il vicinato, costi superiori).

Quanto pianificato è già stato approvato e ha ottenuto i finanziamenti

Interpellata, la Fart risponde all’autorità spiegando che il potenziamento dell’offerta della ferrovia regionale prevista interessa i Comuni tra Locarno e Intragna (come indicato nel PALoc 2, in seguito sottoposto all’Ufficio federale dei trasporti). Quest’ultimo progetto è pure inserito tra gli interventi finanziati dalla Confederazione. Motivo per cui è questa, al momento, la direzione da seguire. Essa comporta, oltre al binario aggiuntivo alla stazione d’Intragna, pure la creazione di un binario supplementare alla stazione di Tegna. Nel frattempo si è pure provveduto a ottimizzare gli orari dell’offerta del trasporto, tenendo conto delle coincidenze dei treni internazionali a Domodossola e delle Ffs a Locarno. Secondo le Fart, estendere il servizio completo fino a Camedo presuppone la dotazione di materiale rotabile e personale viaggiante supplementare come pure la costruzione di un incrocio per i convogli a Palagnedra. Oltre che modifiche strutturali a Camedo. Tutte opere che non hanno alcuna base legale di finanziamento, al momento attuale. Come dire che... il treno è già passato?

La Direzione dell’azienda di trasporto pubblico locarnese è comunque disposta a cofinanziare nella misura del 50% la ricerca di soluzioni per i posteggi legati alla Casa anziani San Donato, sempre nel comparto stazione d’Intragna.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
interrogazione intragna municipio potenziamento terzo binario
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Mendrisiotto
1 ora
Age e Aim, la rete idrica è sempre sottopressione
Rimangono in vigore le raccomandazioni all’uso parsimonioso dell’acqua e i divieti. La situazione è critica, ma alcuni Comuni riescono a cavarsela
Locarnese
4 ore
Tegna, ‘no alla variante che finirà per cancellarci’
L’Associazione sportiva preoccupata per le mire pianificatorie del Municipio per la zona dei Saleggi, con il sacrificio del campo da calcio (e del club)
Ticino
13 ore
Ipct, Pronzini si rivolge alla Commissione di mediazione
Il deputato dell’Mps ha chiesto alla cassa pensioni la decisione sulla riduzione del tasso di conversione. Accesso differito. Il parlamentare non ci sta
Luganese
15 ore
Soprusi, schiaffi e ustioni ai figli per 4 anni, il caso in aula
Genitori alle Correzionali, la pubblica accusa chiede pene parzialmente da espiare. Una perizia ha accertato la loro incapacità genitoriale
Luganese
16 ore
Rovio, il movente sarebbe il furto del figlio alla nonna paterna
Il padre avrebbe sparato alla schiena del 22enne forse a causa degli 80’000 franchi spariti dalla casa di Gravesano della parente
Mendrisiotto
16 ore
Chiasso, due campi esterni da padel all’ex Boffalorino
La domanda di costruzione per il progetto sarà presentata entro fine mese. L’area nel frattempo è stata sistemata
Bellinzonese
17 ore
Progetto Ritom a tetto: così cambia l’idroelettrico leventinese
Ffs e Aet presentano l’avanzamento del cantiere. Poi toccherà alla centrale del Piottino. Valutazioni in corso per Lucendro e alcune riversioni
Luganese
17 ore
Montagnola, auto urta un muretto e si ribalta: un ferito
Le condizioni del guidatore non dovrebbero destare particolari preoccupazioni
Bellinzonese
19 ore
‘Più zone naturali per combattere le isole di calore’
È la richiesta dei Verdi in un’interpellanza rivolta al Municipio di Bellinzona, che riprende a sua volta una proposta della Lista civica di Mendrisio
Locarnese
22 ore
Abusi edilizi, Municipio di Losone bacchettato dagli Enti locali
Vanno contro le disposizioni pianificatorie cantonali alcune licenze legate alla sopraelevazione d’immobili rilasciate. Parte l’interrogazione
© Regiopress, All rights reserved