laRegione
26.01.22 - 14:46
Aggiornamento: 17:02

Legge sui sentieri, occorre una proroga della consultazione

Vallemaggia: Germano Mattei, di Montagna Viva, non condivide l’allargamento alle bici rampichino dei contenuti. Invita i patriziati a scrivere al Dt

legge-sui-sentieri-occorre-una-proroga-della-consultazione

Parte dalla Vallemaggia, per mano di Germano Mattei, fondatore del Movimento “Montagna Viva”, la richiesta al Consiglio di Stato di una proroga del termine di consultazione (al 30 giugno) della Legge cantonale sui sentieri escursionistici, oggetto di revisione. “Il nostro cantone ha un gioiello importante che è la rete dei sentieri escursionistici e vi è una legge specifica che li tutela e li promuove. La revisione della stessa è in consultazione sino a fine mese con lo scopo di ampliarla ai percorsi per i rampichini: nel testo in visione detti “per mountain bike”, inglesismo inaccettabile per la nostra italianità!” – osserva Mattei.
“Sentieri e ora percorsi per rampichini che si sviluppano sul territorio pubblico, quello dei patriziati in particolare. La gran parte dei percorsi attraversa maggenghi, alpi, pascoli: concernono strettamente il settore primario. La revisione maltratta i patriziati, praticamente non considera il settore primario e le sue peculiarità ed esigenze. Da rimanere allibiti constatare che l’Unione dei Contadini ticinesi (UCT) e la Società di Economia alpestre (STEA), come pure la Federazione di allevamento ovino e caprino non siano stati consultati. Per tutti questi motivi questa revisione va ritirata e riscritta, completata nella lista degli enti consultati. In tutti i casi, vista la complessità delle incongruenze rilevate, va richiesta una proroga dei termini della consultazione di almeno sei mesi”.
In conclusione Mattei lancia un appello a tutti gli enti che si sentono interessati all’importante tematica affinché inoltrino al Dipartimento del Territorio, ancora in questi giorni, una richiesta di proroga del termine di consultazione al 30 giugno. “Peccato constatare che in questo nostro cantone i valori primari sono oramai riferiti a ‘tempo libero, svago, turismo’ dimenticando i valori che hanno e contribuiscono a gestire il nostro territorio tradizionale e culturale”.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Gallery e video
Bellinzonese
52 min
La denuncia: ‘Abbiamo visto pecore malate e morte di stenti’
Due escursionisti testimoniano lo stato precario in cui hanno ripetutamente trovato un gregge di ovini vicino al Passo di Lucendro
Ticino
52 min
Finanziamento degli Spitex ticinesi sotto la lente della Comco
La Commissione della concorrenza: ‘Le imprese private potrebbero vedersi limitate nel loro sviluppo, a scapito di un efficiente mercato concorrenziale’
Ticino
10 ore
Cassa pensioni pubblica, ‘più che un pilastro è un grissino’
Oltre 3mila dipendenti dello Stato in piazza a Bellinzona per protestare contro il taglio del 20% alle pensioni, il secondo in 15 anni.
Ticino
10 ore
La varesina Lara Comi ritorna a Bruxelles
Il dopo elezioni in Italia e gli effetti del ciclone Meloni
Ticino
11 ore
Al telescopio per ammirare Luna, Giove e Saturno
Riprendono le osservazioni astronomiche notturne alla Specola solare Ticinese. La prima venerdì 30
Mendrisiotto
11 ore
Un principe poco da favola di un regno di bugie
Chiesti 7 anni di carcere per il sedicente erede del re d’Etiopia, accusato di aver truffato tre imprenditori del Mendrisiotto per quasi 13 milioni
Ticino
12 ore
Il preventivo di oggi, le lacrime e sangue di domani
Il Consiglio di Stato presenta una previsione coerente con gli impegni, ma i partiti sono preoccupati. Le reazioni di Plr, Ps, Centro, Lega, Udc e Verdi
Bellinzonese
12 ore
Cima Piazza Giubiasco, allungare la staccionata ‘non è escluso’
L’incidente capitato a un bambino fa riflettere sulla sicurezza dell’area, anche se nei pressi di una zona a 30 km/h non sono obbligatorie recinzioni
Mendrisiotto
12 ore
Il Basso Mendrisiotto prende tempo per studiare le opportunità
Entro fine ottobre i Comuni interessati dovranno decidere se partecipare o meno a un possibile studio aggregativo
Luganese
13 ore
Il direttore di scuola media fa sapere che vuole collaborare
Dopo l’incontro fra le famiglie e le istituzioni permangono molte domande, e tanta rabbia, dopo l’arresto del 39enne luganese
© Regiopress, All rights reserved