laRegione
laR
 
15.11.21 - 20:06

Polizia, Minusio ha scelto: meglio col Piano che con Locarno

Fresco d’uscita il messaggio municipale con cui si propone al legislativo di annettersi all’Intercomunale: costa meno e si manterrebbe una sede logistica

polizia-minusio-ha-scelto-meglio-col-piano-che-con-locarno
Per Minusio una nuova soluzione sul Piano

Dopo anni di tira e molla con il suo Consiglio comunale, il Municipio di Minusio ha deciso di proporre l’annessione del proprio Corpo di polizia a quello intercomunale del Piano, che già comprende Comuni e territori di Gordola (Comune sede), Gambarogno, Tenero-Contra, Verzasca, Lavertezzo e Brione sopra Minusio. Minusio vi entrerebbe con 10 agenti, 1 assistente e 1 segretaria e si prenderebbe anche una sede logistica per le parte operativa-territoriale e di prossimità (l’altra, operativa e per l’interventistica, rimarrebbe a Gordola).

Pro-capite di 134 franchi all’anno

I contorni dell’operazione – che prevede un periodo di prova di 30 mesi – sono contenuti in un messaggio appena licenziato dal Municipio, che per operare la sua scelta rispetto a un’altra opzione esplorata (andare in convenzione sotto la Polcomunale di Locarno) ha fatto anche un ragionamento finanziario: aggregarsi alla Polizia intercomunale del Piano avrebbe un costo pro-capite di circa 121 franchi, su un costo complessivo per l’intero comparto di 2,78 milioni di franchi. Nel calcolo vanno per altro inseriti 100mila franchi di compensazione transitoria, che porterebbero il pro-capite di Minusio a 134 franchi all’anno. Ovverosia molto meno rispetto agli attuali 220 franchi all’anno, per un risparmio, rispetto ai dati di consuntivo 2020, di circa 600mila franchi all’anno. Andare con Locarno sarebbe invece costato (o costerebbe, a dipendenza di quanto deciderà il legislativo) 170 franchi di indennità pro-capite fissa.

Tutti i perché di una scelta

Nel messaggio che sarà ora valutato da Gestione e Petizioni viene proposto un approfondito confronto fra le due possibilità, che, si legge, presentano entrambe “diversi vantaggi rispetto alla situazione attuale”. Tuttavia, “ponderati attentamente e in modo oggettivo tutti i pro e i contro”, il Municipio di Minusio “è giunto alla conclusione che il progetto di collaborazione con la Polizia intercomunale del Piano sia quello meglio in grado di rispondere alle esigenze del Comune”. Infatti, rispetto allo scenario di collaborazione con Locarno, il progetto del Piano ha “una giurisdizione territoriale più contenuta e con delle realtà comunali più simili” a Minusio; “prevede la presenza sul territorio della sede del reparto operativo-territoriale”, ciò che “assicura il mantenimento a Minusio di circa lo stesso numero di agenti attualmente impiegati nella nostra polizia e garantisce un futuro alla polizia di prossimità”; “rappresenta la soluzione più vantaggiosa dal profilo finanziario (il risparmio rispetto al progetto con Locarno è quantificato in circa 260mila franchi)”; garantisce quello che viene definito “un sistema di finanziamento che stimola l’uso parsimonioso delle risorse; se i costi della polizia calano, cala automaticamente anche il contributo pro-capite dei Comuni convenzionati (il progetto con Locarno prevede per contro un costo fisso definito nella convenzione)”; e assicura appunto, attraverso la Commissione intercomunale dei capidicastero Sicurezza, “una governance politica condivisa con rapporti di forza equilibrati”. Non da ultimo, “il progetto di collaborazione con la Polizia intercomunale del Piano ha raccolto l’unanimità delle preferenze da parte del Corpo della polizia comunale di Minusio”, sottolinea il Municipio.

Con Minusio, l’Intercomunale del Piano disporrebbe di 27 agenti, 2 assistenti e 2 amministrativi, per coprire un territorio di 270 km quadrati, con 200 km di strade e 22mila 900 abitanti.

Un progetto che parte da lontano

Va ancora rilevato che testimoni di questo matrimonio sono i capidicastero di Gordola, René Grossi, e Minusio, Renato Mondada, che negli ultimi mesi hanno approfondito un progetto già elaborato in precedenza dallo stesso Grossi (e dal Comandante sul Piano, Alberto Sargenti) per il Municipio di Minusio precedente il rinnovo dei poteri. Questo, non dimenticando che Minusio, in materia di polizia, già collabora ampiamente a livello regionale e che “la riorganizzazione proposta è coerente con la strategia tattica-operativa portata avanti dal Comando della Polizia Polo della Regione VI, che auspica per il futuro la presenza di due polizie strutturate forti, una a ovest e una a est della Città”.

Al Consiglio comunale viene quindi sottoposta una convenzione transitoria che “intende dare la possibilità ai Municipi e ai Comandi di polizia di maturare importanti quanto necessarie esperienze al fine di porre eventuali correttivi in vista della convenzione definitiva, ma soprattutto di ottenere le sperate conferme circa i vantaggi di una collaborazione allargata”.

Sempre in tema di polizia, va ricordato che dal 1° gennaio 2022 quella di Muralto cesserà di esistere come Corpo proprio: il comandante, i 6 agenti e i due ausiliari attualmente impiegati confluiranno infatti nella Polcomunale di Locarno (ma tre agenti continueranno a svolgere compiti di prossimità a Muralto). È previsto un periodo di prova di 2 anni. Il messaggio municipale con cui Muralto intende ufficializzare la scelta dovrebbe essere licenziato entro la fine di questo mese.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
6 ore
E per la fine dell’anno c’è anche Nez Rouge
Ritorna il servizio che riaccompagna a casa in sicurezza chi non se la sente di mettersi alla guida
Luganese
7 ore
Fiamme in un appartamento di Caslano, danni ingenti
Non si registrano feriti: quando l’incendio è scoppiato i locali erano vuoti. Sul posto pompieri di Caslano e Polizia
Luganese
9 ore
Protezione civile Lugano Città, un altro anno in prima linea
Anche nel 2022 i giorni di servizio sono stati largamente di più di quelli del triennio 2018-20, seppur un po’ meno rispetto al 2021
Grigioni
11 ore
Frana in Val Calanca: ‘Non si può continuare a sfidare la sorte’
Per la vicesindaca di Buseno Rosanna Spagnolatti è necessario individuare una soluzione per una zona già toccata in passato da scoscendimenti
Mendrisiotto
11 ore
Breggia cambia il progetto per l’ex Osteria del sole
Il Municipio ha presentato una nuova domanda di costruzione, che al contrario della precedente, prevede la demolizione integrale della struttura
Gallery
Ticino
11 ore
Nel weekend la Svizzera italiana s’è messa il suo abito bianco
Trenta centimetri a San Bernardino, venti a 1’400 metri di quota: la neve ha fatto capolino anche a Sud del San Gottardo. Disagi contenuti sulle strade
Ticino
13 ore
Il 25 dicembre Gas stacca definitivamente la spina
La testata web indipendente di controinformazione, nata in scia al cartaceo Diavolo, annuncia la sua prossima chiusura
Grigioni
15 ore
Val Calanca isolata: ‘Ci vorranno giorni per liberare la strada’
Si annuncia lunga l’operazione di sgombero della frana caduta questa mattina sulla strada cantonale tra Castaneda e Buseno. Nessun ferito, ingenti i danni
Gallery
Grigioni
18 ore
Frana in Calanca, valle isolata a nord del bivio per Castaneda
Strada chiusa in entrambe le direzioni a causa di un grosso scoscendimento che si è verificato stamane alle 6.30
Gallery
Locarnese
1 gior
Riazzino, inaugurata la nuova sede logistica del Soccorso alpino
La struttura, che fungerà da magazzino e autorimessa, completa la capillare rete di strutture di copertura del territorio. L’anno prossimo il 50esimo
© Regiopress, All rights reserved