laRegione
23.09.21 - 14:34
Aggiornamento: 17:07

Ascona, viabilità da modificare nei pressi delle scuole

Una mozione del Ppd chiede soluzioni; ad esempio un senso unico in via Stefano Franscini

ascona-viabilita-da-modificare-nei-pressi-delle-scuole
Ti-Press
Le scuole comunali di Ascona

La viabilità in via Stefano Franscini ad Ascona è da modificare per aumentare la sicurezza degli utenti più fragili, scolari in primis. A chiederlo, con una mozione, è il gruppo Ppd (il firmatario è Marco Passalia). “I nostri edifici scolastici (scuola dell’infanzia e scuola elementare) situati in via Stefano Franscini accolgono più di 270 bambini – è la motivazione della richiesta –. Questo comporta un movimento di persone non indifferente nei pressi delle scuole, soprattutto negli orari di entrata e di uscita dalle lezioni. Gli scolari arrivano a piedi, in bicicletta, in monopattino oppure accompagnati dai genitori in automobile. Per chi abita nelle zone più discoste vi è pure il servizio di trasporto con il bus scolastico. Per quanto riguarda le automobili, negli orari di punta c’è chi parcheggia nella zona adibita a carico-scarico, ma anche chi, non trovando posteggio, lascia l’automobile dall’altro lato della strada o in zone non idonee, rendendo difficile il passaggio sia per i pedoni, sia per chi circola regolarmente con automobili o altri mezzi”.
Per permettere che la zona scolastica diventi più sicura, soprattutto per coloro che favoriscono la mobilità lenta, il gruppo Ppd chiede al Municipio di chinarsi sulla tematica della viabilità nei pressi degli istituti scolastici e di valutare la fattibilità di rendere via Stefano Franscini una strada a senso unico: “Questo permetterebbe di avere un solo senso di marcia per le automobili e, di conseguenza, un maggior controllo anche per chi si sposta a piedi, in bicicletta o in monopattino, tenendo ben presente che la strada è già in zona 30”.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
1 ora
Precipita mongolfiera: fra curiosi e passanti... la sorpresa
Si è trattato di un’esercitazione congiunta fra la Società svizzera di salvataggio di Lugano e il Gruppo aerostatico Ticino
Mendrisiotto
4 ore
Case ‘Greenlife’, il Municipio nega la licenza edilizia
A Novazzano l‘esecutivo boccia il progetto del complesso abitativo in zona Torraccia. ’Non è in sintonia con il paesaggio’
Locarnese
8 ore
Delitto Emmenbrücke, il presunto colpevole resta in carcere
Richiesti altri tre mesi di carcerazione preventiva per l’uomo sospettato di aver assassinato la 29enne di Losone nel luglio 2021. C’è anche la perizia
Ticino
8 ore
‘Hanno distrutto la vita di mio padre 87enne. E la giustizia?’
Cede dei terreni a due figlie, ma per la terza ‘è un raggiro, non era in grado di capire’. Quando la fragilità della terza età è sfruttata dai famigliari
Mendrisiotto
16 ore
Tra l’Alabama e il Ticino
L’economista della Supsi Spartaco Greppi commenta la strategia economica prospettata da Ticino Manufacturing dopo l’adesione al salario minimo
Ticino
16 ore
Ancora alcuni posti liberi per la giornata sul servizio pubblico
Giovani a confronto. La manifestazione si svolgerà a Bellinzona l’8 ottobre
Ticino
17 ore
Jaquinta Defilippi e Quattropani dichiarano fedeltà alle leggi
Dopo la loro elezione a magistrati da parte del Gran Consiglio. Lei procuratrice pubblica, lui pretore di Leventina
Ticino
18 ore
Un ottobre da... radar
Tutti i punti osservati speciali dalla Polizia cantonale della settimana fra il 3 e il 9 ottobre: occhio alla velocità
Bellinzonese
18 ore
Camorino, servono 2,5 milioni in più per il Centro polivalente
Il Consiglio di Stato chiede un credito suppletorio ai già stanziati 11 milioni: ‘Necessario aumentare le superfici degli alloggi’ per richiedenti l’asilo
Luganese
18 ore
Lugano, disavanzo di 5,3 milioni nel Preventivo 2023
Dato positivo, ma da relativizzare, spiega Foletti, considerando il nuovo sistema di calcolo. Moltiplicatore d’imposta: si propone di lasciarlo al 77%
© Regiopress, All rights reserved