laRegione
in-arrivo-le-giornate-della-biodiversita-in-valle-bavona
(Foto Ti-Press)
28.05.21 - 16:25
Aggiornamento : 18:44

In arrivo le Giornate della biodiversità in Valle Bavona

Allestite dal Centro natura Vallemaggia e dalla Fondazione Valle Bavona, in programma numerose proposte per scoprire le specie del territorio

Far conoscere l'enorme varietà di forme viventi presenti nel territorio e il legame che esse hanno con l'attività dell'uomo. È quanto propongono le Giornate della biodiversità in Valle Bavona, previste dal 4 al 6 giugno. L'evento è promosso dal Centro natura Vallemaggia e dalla Fondazione Valle Bavona, che nell’anno della pandemia hanno spento le prime 15, rispettivamente 30 candeline, e vuole essere un momento di festa e di incontro in occasione dei recenti anniversari.

Il programma

Venerdì 3, a partire dalle 14, presso la Sala multiuso di Cavergno sarà allestita un’esposizione sui serpenti del Ticino – aperta fino alle 12 di domenica – in cui si potranno ammirare gli animali vivi nei terrari. Alle 20.15 gli iscritti seguiranno la conferenza dell’erpetologo Grégoire Meier.

Durante la giornata di sabato, attorno al nucleo di Sonlerto, saranno proposte una ventina di escursioni, guidate da naturalisti, alla scoperta di varie specie di animali, piante, funghi e licheni, nonché delle tecniche usate dagli specialisti per investigare ciascuno di questi gruppi.

Domenica mattina vi sarà la possibilità di scoprire i dintorni di Cavergno. Nel nucleo di Sabbione, durante tutto l’arco della giornata, è previsto un ricco programma di animazioni per le famiglie, con la partecipazione di numerosi enti attivi sul territorio ticinese, nonché di alcuni racconta-storie. I festeggiamenti si concluderanno con “Una valle sulle spalle”: nuovo spettacolo teatrale frutto di un’interpretazione artistica inerente al valore del paesaggio rurale tradizionale della Valle Bavona.

Il programma dettagliato si trova sul sito bavona.ch. Tutte le attività sono gratuite. In caso di pioggia alcune escursioni potrebbero subire modifiche o essere annullate. Nel rispetto delle norme anti-Covid, l’iscrizione è obbligatoria scrivendo a fondazione@bavona.ch oppure chiamando lo 091 754 25 50, entro il 4 giugno.

Leggi anche:

Val Bavona, un ponte tra passato e futuro sostenibile

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
1 ora
Referendum sulla giustizia, votano anche gli italiani all’estero
Il plico con il materiale di voto arriverà per posta entro il 25 maggio a tutti gli iscritti alle anagrafi consolari
Ticino
2 ore
È attivo il Centro tumori cutanei complessi dell’Eoc
Il cancro della pelle è in costante aumento in tutto il mondo. Diagnosi e cura sono ora più efficaci e i tassi di mortalità in calo
Luganese
3 ore
Fienile distrutto dalle fiamme ad Arogno
Le cause del rogo sono per ora sconosciute. Non ci sarebbero feriti o intossicati.
Locarnese
4 ore
Locarno, Ps: ‘Accuse spiacevoli, pretestuose e imbarazzanti’
Bocciatura mozione contro il tabagismo nei parchi giochi: il Ps locale risponde alle insinuazioni della presa di posizione dell’associazione non fumatori
Luganese
4 ore
Molestie all’Unitas, assemblea tesa
Allontanati i giornalisti, trapela malcontento; il Comitato attende l’esito dell’inchiesta
Locarnese
6 ore
San Nazzaro, annegamento al bagno pubblico
Si tratterebbe di un turista. Sul posto sono intervenuti i soccorritori e gli agenti della Polizia cantonale e della Polizia lacuale
Grigioni
1 gior
Lostallo, tamponamento sull’A13: due feriti
L’incidente è avvenuto ieri pomeriggio. Un 79enne e un 30enne sono stati trasportati in ospedale.
Bellinzonese
1 gior
Monte Carasso, auto colpisce un motociclista e si dà alla fuga
L’incidente è avvenuto poco prima delle 00.30 su via El Stradun. La Polizia cantonale cerca testimoni
Luganese
1 gior
Guerra in Ucraina, a Lugano storie di donne e del loro riscatto
Testimonianze di ucraine sopravvissute al conflitto e della loro forza in una conferenza tenutasi giovedì sera al Palazzo dei congressi
Locarnese
1 gior
Botte in stazione: commozione cerebrale per un 18enne
Il fatto di violenza è avvenuto a Muralto nel tardo pomeriggio di venerdì: un gruppetto di quattro giovani ha aggredito tre ragazzi senza motivo
© Regiopress, All rights reserved