laRegione
due-dimissioni-nel-municipio-di-san-vittore
Nicoletta Noi-Togni (Ti-Press)
07.04.21 - 17:46

Due dimissioni nel Municipio di San Vittore

A lasciare la carica sono Pasqualina Cavadini e Cornelia Zgraggen. La sindaca Nicoletta Noi-Togni: ‘Mi dispiace molto per le due colleghe’

«Una serata difficile e dolorosa per me». La sindaca di San Vittore Nicoletta Noi-Togni ha definito in questo modo l'Assemblea comunale che si è tenuta ieri sera, martedì 6 aprile. Da un lato sono arrivate le dimissioni «inaspettate, ma motivate» delle municipali Pasqualina Cavadini e Cornelia Zgraggen. Dall'altro vi è stato un lungo dibattito in merito al preventivo 2021: per finire è stata accolta la soluzione proposta dalla Commissione della gestione che prevede un disavanzo di 250mila franchi. Il moltiplicatore d'imposta è stato mantenuto invariato al 75%.

«Mi dispiace molto che le due colleghe si siano dimesse anche perché molto competenti e vicine umanamente. È una brutta situazione perché non è quello che avremmo voluto la collega rimasta in Municipio ed io». Noi-Togni è dunque delusa anche perché le dimissioni «non sarebbero dovute arrivare così in fretta», visto che la legislatura 2021-2024 è appena iniziata. Una legislatura che ha anche portato con sé nuove persone e in certi casi ciò può anche destabilizzare un esecutivo. La sindaca non nasconde infatti che in Municipio «non vi è un ambiente ottimale». Ora l'intenzione è quella di trovare dei sostituti il più presto possibile: «Durante la prossima seduta di Municipio sarà decisa la pubblicazione dell'invito a candidarsi per sostituire le due municipali che si sono dimesse», precisa Noi-Togni a 'laRegione'. «L'intenzione è poi quella di trovare qualcuno nelle tre settimane successive». Di nomi per il momento non ne circolano ancora, ma «ci sono persone interessate», assicura la sindaca.

Preventivo 2021: accolta una soluzione della Commissione della gestione

Durante l'Assemblea comunale è anche stato discusso a lungo del preventivo 2021. Il Municipio è arrivato alla seduta, chiedendo l'approvazione di un disavanzo di quasi 325mila franchi. Tuttavia, il vicesindaco Flavio Raveglia, responsabile proprio delle finanze, si è opposto al relativo messaggio municipale. «In questo modo è innanzitutto venuto meno il principio di collegialità, cosa grave, e in secondo luogo così facendo avremmo dovuto andare avanti per altri mesi senza preventivo, cosa impensabile», sottolinea Noi-Togni. Per finire è così stato accolto una sorta di compromesso, ovvero la soluzione della Commissione della Gestione che proponeva di approvare un disavanzo di 250mila franchi. Secondo la sindaca «non è grave per una volta prevedere un disavanzo. Anche perché tali deficit in passato non si sono poi rivelati tali a consuntivo». È però anche vero che per il 2021 ci si aspettano uscite «più marcate rispetto al passato, vista tra l’altro la costruzione della nuova scuola». Per la sindaca è poi chiaro che «i soldi si conservano solo se si fa poco o niente a favore della popolazione, ciò che non rispetta neppure il principio costituzionale. Va inoltre detto che San Vittore è un Comune che non ha debiti».

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
dimissioni municipio nicoletta noi-togni preventivo san vittore
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Locarnese
2 ore
Smottamento in Gambarogno: chiusa la strada per Indemini
Nottata tutto sommato tranquilla malgrado le forti precipitazioni. Ma una frana crea qualche disagio fra i Monti di Fosano e l’Alpe di Neggia
Locarnese
5 ore
Cevio: Esecutivo richiamato dalla Sel; forse si va al Tram
L’autorità di vigilanza chiede spiegazioni al Municipio sul volantino pre-referendum. Mattei annuncia il ricorso al Tribunale amministrativo
Ticino
5 ore
‘Inutile e dannoso’, no dei benzinai al contratto collettivo
Diverse opposizioni alla modifica ch introdurrebbe salari minimi per i dipendenti. Centonze: ‘in Ticino c’è già la Legge sul salario minimo’.
Ticino
5 ore
Ex Funzionario Dss, la Gestione ha scelto chi svolgerà l’audit
Il mandato è stato assegnato allo studio legale ginevrino Troillet Meier Raetzo, che si è occupato anche delle presunte molestie alla Ssr/Rts
Locarnese
13 ore
Tenero, nuovo annegamento nelle acque lacustri
Un 54enne confederato è scomparso dalla visuale attorno alle 17, mentre nuotava poco distante dalla riva. Il cadavere recuperato verso le 20
Grigioni
15 ore
Condanna bis al comandante della polizia William Kloter
Pena ridotta ma confermata in Appello la grave infrazione alle norme della circolazione: l’ufficiale era stato pizzicato da un radar sull’A13 a Soazza
Bellinzonese
16 ore
Scarsità di acqua, il Centro di Lumino critica l’ex Municipio
In tre interrogazioni i consiglieri comunali chiedono se vi sono perdite nelle condutture, sorgenti alternative e se l’approvvigionamento sarà garantito
Ticino
16 ore
Atti sessuali con fanciulli, 77enne rinviato a giudizio
L’uomo avrebbe abusato di sette bambini sull’arco di 20 anni, recandosi apposta anche in Thailandia. È parzialmente reo confesso.
Bellinzonese
16 ore
Scelto il progetto per la riqualifica del comparto Aet di Bodio
L’Azienda elettrica ticinese vuole rendere la zona fruibile agli abitanti e offrire servizi moderni ai centri interaziendali. Investimento di 10 milioni
Luganese
16 ore
Potenziamento dell’A2 tra Lugano e Mendrisio: ‘No’ comunista
Al grido di ‘No al degrado del territorio’, un’altra voce si leva contro il controverso progetto PoLuMe: quella del Partito comunista
© Regiopress, All rights reserved