laRegione
20.11.19 - 18:22
Aggiornamento: 20:45

5G a Bellinzona: respinte 37 opposizioni contro l'antenna

Luce verde del Municipio alla richiesta di Swisscom per l'impianto da aggiornare sul tetto del Business Center

a cura de laRegione
5g-a-bellinzona-respinte-37-opposizioni-contro-l-antenna
Ti-Press

Un passo avanti nell’aggiornamento 5G degli impianti di telefonia mobile in città. Lo ha compiuto questo lunedì il Municipio di Bellinzona concedendo la licenza edilizia alla richiedente Swisscom per il proprio impianto già presente sul tetto del Business Center di proprietà del Credit Suisse in via dei Gaggini 3. Respinte quindi le 37 opposizioni inoltrate lo scorso maggio da abitanti della zona e da tre granconsiglieri del Movimento per il socialismo. Altre 54 opposizioni sottoscritte da 200 abitanti del quartiere Gerretta, ricordiamo, concernono un secondo analogo impianto previsto sempre da Swisscom in via San Gottardo 23 e sulla cui domanda di costruzione il Municipio non si è ancora espresso.

Sulla carta rispetta i valori limite ammessi

I lavori sul Business Center – avverte l’esecutivo cittadino – non potranno essere iniziati prima che la licenza edilizia sia cresciuta in giudicato; gli opponenti hanno infatti 30 giorni di tempo per appellarsi con un ricorso al Consiglio di Stato. Una delle obiezioni sollevate è che l’autorità, per motivi precauzionali, non dovrebbe rilasciare licenze edilizie fintanto che studi scientifici non avranno stabilito che la nuova tipologia di antenne è innocua per la salute della popolazione che vive e va a scuola nelle immediate vicinanze dei previsti impianti. Gli aspetti sollevati nelle opposizioni e concernenti la salute e la protezione da radiazioni non ionizzanti – rammenta il Municipio nella sua decisione – sono di esclusiva competenza federale e/o cantonale. Nel caso specifico il preavviso cantonale, riportato nella licenza edilizia, piazza alcuni paletti. “Secondo la legislazione federale – scrive il Cantone – la protezione della salute è garantita dal rispetto dei valori limite dell’impianto che sono preventivi e cautelativi, con lo scopo di proteggere la salute della popolazione da possibili effetti, non ancora conosciuti e dimostrati scientificamente, dovuti alle esposizioni alle radiazioni non ionizzanti a bassa intensità e su un lungo periodo”. L’impianto in questione, scrive il Cantone, “rispetta i valori limite, pertanto il principio di prevenzione generale è garantito”. I luoghi sensibili più esposti citati nelle opposizioni “sono stati calcolati e i valori ottenuti non raggiungono il valore limite dell’impianto, pertanto l’Ordinanza sulle radiazioni è rispettata”.

La condizione posta: il collaudo

Tuttavia, l’impianto viene preavvisato positivamente “a condizione, fra le altre, che si effettui una misura di collaudo per controllare la bontà dei calcoli e il rispetto dei limiti federali”. Quanto all’ubicazione, è data dalla preesistenza: “Inoltre si tratta di una zona intensiva B che corrisponde alla priorità 4 di ammissibilità, su una scala da 1 (zone di lavoro) a 8 (particolarmente sensibili)”.

Leggi anche:

Valanga di opposizioni contro due antenne 5G a Bellinzona

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
41 min
Un ‘audit’ cantonale per i diritti umani
Domani all’Usi si discuterà di come fare per migliorarne il rispetto anche a livello locale. Tra gli ospiti anche la ginevrina Léa Winter
Luganese
56 min
Lugano, l’appello: ‘La bici è la mia compagna, ritrovatemela’
La storia di Chiara e della sua e-bike, rubata alla Stazione Ffs e rivenduta. ‘La Polizia mi ha detto di dimenticarmela ma io non mi arrendo’.
Grigioni
8 ore
Parco Calanca avanti tutta: il sì dell’associazione alla Charta
L’assemblea dei delegati ha votato all’unanimità lo strumento pianificatorio. Il 29 gennaio parola alla popolazione. Se avallato, il dossier andrà a Coira
Luganese
8 ore
Massagno, si è spento Paolo Grandi
Aveva 82 anni. Promotore e presidente dell’associazione Carlo Cattaneo, fondò la delegazione ticinese dell’Accademia italiana della cucina
Mendrisiotto
9 ore
Per l’ente turistico un ‘Preventivo 2023 prudente’
Molte incertezze date dalla situazione internazionale. Previsto un disavanzo di oltre 60mila franchi. Circa i pernottamenti il 2022 si prospetta positivo.
Grigioni
10 ore
Grono mira a rendere meno cara la vita ai suoi cittadini
Popolazione preoccupata in particolare dall’aumento della bolletta elettrica. Moltiplicatore: il Municipio propone di ridurlo al 90%
Luganese
10 ore
Lugano, carovita al 2,5% per i dipendenti della Città
Il Municipio adegua le scale salariali del personale e il presidente della Commissione Fabio Schnellmann esprime soddisfazione
Bellinzonese
11 ore
Esplode la spesa ‘perché il Municipio non ha fatto i compiti’
Preventivo ’23 di Bellinzona: la maggioranza Plr, Sinistra e Centro della Gestione giudica troppo blanda la spending review e teme misure drastiche
Locarnese
11 ore
Il Museo di Val Verzasca nominato all’EMYA 2023
Tra i sette istituti culturali svizzeri iscritti per il prestigioso riconoscimento europeo vi è anche la struttura con sede a Sonogno
Ticino
15 ore
Un appello per l’Ucraina (e contro Putin)
È quello reso pubblico da Verdi, Ps, Mps e altre formazioni progressiste in previsione della Giornata mondiale dei diritti umani
© Regiopress, All rights reserved