laRegione
agenda
Filtra per

Regione Locarnese Luganese Mendrisiotto Bellinzonese Valle di Blenio
Categoria Teatro Appuntamenti Ballando Musica Arte Conferenze
"La Lezione"
Teatro Paravento, Locarno
Ore 19

e.s.teatro
Di Eugène Ionesco - Regia Emanuele Santoro
Con Emanuele Santoro, Fabiana Crivelli, Antonella Barrera

LuogoTeatro Paravento
Indirizzo / ViaVia Cappuccini 8, Locarno
Info0917519353
Prezzo CHF
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Festival della Fiaba
Cagiallo - Tesserete, Cagiallo
Ore 10.45

“Festival della Fiaba” ottava edizione in collaborazione con l'asilo nido girotondo di Cagiallo. Presso la bellissima casa Battaglini, Biblioteca il Gatto e oratorio di Tesserete avranno luogo diversi teatrini e lavoratori per bambini dai 3 anni. Per informazioni: www.facebook.com/festivaldellafiabacagiallo/ 

LuogoCagiallo - Tesserete
Indirizzo / ViaCagiallo
PeriodoDal 06.04.2019 al 07.04.2019
GiorniSa
Info0799478421
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
Porte aperte alla scuola per cani guida per ciechi
Magliaso, Magliaso
09.30

Programma

  • 09.30  VISITA DELLA SCUOLA PER CANI GUIDA DI MAGLIASO
  • 09.45  PRESENTAZIONE DELLE ATTIVITA’ DELLA SCUOLA:     l’allevamento, il padrinato, la formazione dei nostri cani guida
  • 10.45  DIMOSTRAZIONE CON I CANI GUIDA
  • 11.00  PROIEZIONE DEL FILM “LES YEUX DE SON MAÎTRE” IN FRANCESE (facoltativo)
  • 11.40  FINE DELLA VISITA

Per iscrizioni, telefonare la mattina allo 091 252 06 40 oppure scrivere a magliaso@chienguide.ch

LuogoMagliaso
Indirizzo / ViaVia Ressiga 22, Magliaso
Info0912520640
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
Domenico Cerri orchestra
Quadrifoglio, Mendrisio
Ore 21.15

Serata di ballo liscio e moderno con l'orchestra di Domenico Cerri.

LuogoQuadrifoglio
Indirizzo / ViaVia Borromini 20, Mendrisio
Stephanie Jones... concerto intimo
Area18, Giubiasco
20.00

Una delle migliori giovani chitarriste al mondo con un concerto intimo ed esclusivo.

LuogoArea18
Indirizzo / ViaVia Linoleum 14, Giubiasco
Prezzo25 CHF
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
Youtube Vai al link di YouTube
Into the Pink, la nuova mostra a cura di Artrust dal 1 aprile a Melano (CH)
Artrust , Melano
14.00

Into the Pink, la nuova mostra a cura di Artrust dal 1 aprile a Melano 

Il prossimo 1 aprile apre al pubblico, presso gli spazi espositivi di Artrust a Melano, Into the Pink, mostra d’arte collettiva curata dalla galleria ticinese. Protagonista unico della mostra il colore rosa, in tutte le sue declinazioni. Il visitatore potrà all’interno dell’allestimento compiere un viaggio alla scoperta delle molteplici applicazioni di questo colore nell’arte moderna e contemporanea, in epoche e stili differenti. 

«Visitare questa mostra sarà come leggere un breve manuale di storia dell’arte contemporanea indossando un paio di lenti rosa. ­­–  afferma Patrizia Cattaneo Moresi, Direttrice di Artrust SA – È un’immersione in questo colore, per esplorarne le sue infinite declinazioni artistiche. Un colore che porta con sé tanti significati, e anche tante contraddizioni, che ha rivestito e riveste un ruolo importante nella storia dell’arte. E forse non solo in quella, considerato che recenti scoperte scientifiche lo indicano come il pigmento delle prime forme di vita sulla terra: sembra, infatti, che i primi batteri a fare la loro comparsa sul nostro pianeta fossero rosa». 

Le opere in mostra permettono di esplorare l’utilizzo del rosa nel paesaggio, nella figura, nel nudo, passando dalle riproduzioni realistiche a quelle espressioniste, dalle visioni impressioniste sino a quelle puramente astratte.

In dialogo tra loro artisti di movimenti, stili, epoche distanti e differenti: si va da Castelli a Le Corbusier e Legér, dagli esponenti del gruppo CoBrA a quelli del gruppo Rot Blau, dai Nouveau Réalistes Tinguely, Spoerri e Niki De Saint Phalle, al re della Pop Art Andy Warhol, per arrivare fino alla Street Art con le opere di Banksy.

La mostra, a ingresso gratuito, sarà aperta al pubblico fino al 29 giugno, dal lunedì al sabato, dalle 14.00 alle 18.00.

 Opere di: Banksy | Blade | Bernard Buffet | Alexandre Calder | Paul Camenisch | Luciano Castelli | Robert Combas | Mario Comensoli | Corneille | Niki De Saint Phalle | Christian Esctal | Fang-Xing Chen | François Gall | Claude Gilli | André Lanskoy | Charle Lapicque | Le Corbusier | Fernand Léger | Carl Walter Liner | Marino Marini | André Masson | Albert Müller | Gen Paul | Quik | A.R. Penck | Raul33 | Ravo | Walter Ropele | Daniel Spoerri | Jean Tinguely | Italo Valenti | Ting Walasse | Andy Warhol | Waner | Peter Wiederkehr

 

 

LuogoArtrust
Indirizzo / ViaVia Pedemonte di sopra, 1, Melano
PeriodoDal 01.04.2019 al 29.06.2019
GiorniLu Ma Me Gi Ve Sa
Info41916493336
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
Dario Bianchi - dipinti 2012-2018
Galleria Job, Giubiasco
Ore 11

Inaugurazione della mostra di Dario Bianchi - Dipinti 2012-2018
Presentazione di Maria Will. Seguirà rinfresco all’aperto.
 
La mostra:
A tutta prima, la pittura di Dario Bianchi potrebbe apparire facile, di una innocua facilità. Salvo che, subito, l'impressione iniziale lascia il posto ad una irresistibile, curiosa fascinazione. Infatti, il naturalismo sotto la cui etichetta dapprincipio sembrava esaurirsi il significato dei dipinti di Dario Bianchi si rivela venato di sommovimenti, di attraversamenti che si fanno via via più palesi all'osservazione e che rimandano interrogativi, la cui eco perdura a lungo. Prospettive sottilmente bizzarre – 'roteanti' si direbbe – e che molto spesso si moltiplicano all'interno di una stessa immagine, simili ad un gioco di scatole cinesi; inquadrature dai tagli risoluti che insieme alla fluidità della pennellata imprimono grande dinamismo alla composizione; il tutto messo al servizio di uno sguardo sul visibile – o, se vogliamo, sulla realtà – né scontato né immediato. Complesso fino al punto di disorientare, invece, e, si sottolinea, mediato: studiato cioè attraverso immagini già esistenti, 'trovate' dall'artista sullo sprone della sua insaziabile sete di 'vedere'.
Nella fedeltà ad una linea di ricerca figurativa e intimista di lunga tradizione – alternativa e ai margini, nei decenni, rispetto alle ridondanti tendenze alla moda – Dario Bianchi si è fatto interprete di una schietta esperienza sensuale della pittura, che, all'intorno, trova davvero pochi paragoni.
Maria Will.
                                              
La mostra rimarrà aperta fino al 4 maggio 2018
Lunedì-venerdì 08.45-11.00/13.45-18.30, sabato 08.45-12.00/13.45-17.00
Entrata libera o su appuntamento

LuogoGalleria Job
Indirizzo / ViaVia Borghetto 10 , Giubiasco
PeriodoDal 16.03.2019 al 04.05.2019
GiorniSa
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Nero-Bianco sculture -bassorilievi di Paolo Di Capua e Antonio Tabet
Areapangeart centro culturale Camorino, Camorino
Ore 19

 Nero-Bianco” di Paolo Di Capua e Antonio Tabet. Esposizione curata da Loredana Müller, presentaRosa Pierno, suoni in saladi Daniele Christen. 

Inaugurazione alle ore 19, un’esposizione da non perdere: Antonio Tabet e Paolo Di Capua effettueranno un dialogo in Nero e Bianco fra bassorilievi e sculture. Una lirica logica anima il legno, che è il materiale in cui entrambi gli artisti hanno realizzato le loro opere, le quali creano uno spazio in cui, in un ovattato quanto misterioso silenzio, sensibilità e matematica s’incontrano senza contraddizioni.
Antonio Tabet, utilizzando linee rette e curve, attenendosi strettamente al colore originale del materiale (ocra o grigio/nero), combina gli elementi piani, che compone secondo gli incastri progettati, i quali gli consentono di ottenere oggetti volumetrici. Gli elementi appartengono a una serie chiusa, ove ciascun elemento deve essere montato esclusivamente in una predeterminata posizione. Le opere ci appaiono come forme del movimento. Movimenti mentali, percettivi, affettivi, ma anche paradossali, poiché il moto di queste opere è di fatto bloccato, la forma è compiuta, eppure alcune strutture sembrano ruotare affette da un moto vorticoso. Quello a cui Tabet cerca di dare forma, a partire da un elemento-costola tramite la rotazione, è una relazione con lo spazio, relazione che non si lascia pensare nella dimensione euclidea, ma in quella artistica. Nelle opere di Paolo Di Capua artista romano , troviamo una forte esigenza di ordine sistematico, riflessivo, strutturale. Lo sviluppo in serie è testimone di un processo in fieri dove si valutano i diversi effetti compositivi degli elementi scelti (quasi un abaco) nelle diverse relazioni che intrattengono, al fine di ottenerne valenze semantiche, oltre che iconiche, diverse. Tale operazione analitica sul linguaggio visivo ottiene, tramite, appunto, l’utilizzo dei singoli elementi aggregati, di volta in volta, in maniera diversa, l’articolazione di un sistema: tutta l’attenzione va alle relazioni interne che le unità stabiliscono nell’opera. Sul crinale formato dai versanti della coppia determinato/indeterminato si gioca l’invito al fruitore, chiamato a interpretare gli elementi assemblati in configurazioni diverse e lo svolgersi della serie “Ho messo bianco su bianco”. Ad areapangeart si susseguono, inoltre, i lunedì di programma: il 28 febbraio per gli incontri di “acquapoetica” condotti da Gilberto Isella sarà presente Rita Iacomino , poeta attiva a Roma . Seguiranno due concerti, il 18 marzo , Aska violinista giapponese suona con Carlos Buschini al basso elettrico . Il 1 aprile Daniel Christen , il quale ha generato i suoni in sala in dialogo con lle opere esposte, assieme a Santos S grò dedicheranno all’esposizione e al suo materiale, il legno, un concerto tra sintetizzatori e percussioni. Lunedì 8 aprile Werner Weick assieme a Andrea Andriotti presenterà un nuovo ciclo di suoi film "Apocalisse" e “La visione della fine" . Per concludere l'esposizione, gli artisti della mostra “Nero-Bianco” saranno nuovamente con noi, il 15 aprile , in una conferenza, moderati dalla storica dell'arte Rosa Pierno .


Per le serate è necessario prenotare dato il numero contenuto di posti ai numeri telefonici


0763380967 o 0918573979, oppure tramite un Email a loredanamuller@bluewin.ch


Antonio Tabet, nato nel 1935 .Dal1972 grafico a Milano (Unimark International, Pirelli)
1972-2000 direttore artistico della Banca del Gottardo (Lugano) Dal 2000 artista indipendente.


Paolo Di Capua, nato nel 1957. Dal 1976 al 1981 ha frequentato i Corsi di Architettura e Storia dell'Arte presso l'Università Nazionale della Sapienza ed il Corso dell'Istituto Europeo del Design a Roma. Nel 1985 si è diplomato presso l'Accademia di Belle Arti di Roma. E’ stato allievo dello scultore Lorenzo Guerrini. Dal 1983 ha soggiornato a Pietrasanta dove ha realizzato parte delle sue opere in pietra. Dall'inizio degli anni '80 ha tenuto mostre personali e collettive in Italia, Spagna, Germania, Corea del sud, U.S.A. e Cina.

 www.areapangeart.ch Ai Casgnò 11a - 6528 Camorino tel 0918573979-0763380967 loredanamuller@bluewin.ch

 

 



LuogoAreapangeart centro culturale Camorino
Indirizzo / ViaAi Casgnò 11a 6528 Camorino-Bellinzona, Camorino
PeriodoDal 18.02.2019 al 15.04.2019
GiorniTutti i giorni
Info0918573979
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Sfogliare la vita - Un approccio alla scrittura di sé
la Soffitta del Libro, Ludiano
16.00

Percorriamo alcune tappe della nostra vita grazie a sollecitazione di scrittura mirate. Raccontiamoci con l’aiuto di simboli, icastica o letteratura, tessendo pazientemente la trama dell’io. Impariamo a riportare alla luce eventi o aspetti di noi e del nostro vissuto, che ci permettono di riappropriarci della nostra storia. Traduciamo su pagina ricordi, desideri, emozioni.

Sintonizziamoci sull’ascolto interiore e prestiamo attenzione alle storie degli altri. Condividendo gli scritti creiamo una dinamica di gruppo propizia all’esplorazione.

Un percorso senza affanni, con esercizi adatti anche a chi non ha mai scritto. Il programma è incentrato sui contenuti, non si apprendono tecniche di narrazione. La scrittura si fa strumento di sviluppo personale e di cura di sé.
Cinque incontri condotti da Manuela Bonfanti Bozzini e Daniela Abruzzi, esperte in metodologie autobiografiche alla Libera Università dell’Autobiografia di Anghiari (I)*.

Programma:

  • 26 GENNAIO 2019:     Giocare con i simboli
  • 23 FEBBRAIO 2019:    Raccontarsi
  • 23 MARZO 2019:         Trama e ordito
  • 27 APRILE 2019:          La realtà tramite le immagini
  • 25 MAGGIO 2019:        Letteratura specchio dell’io

Un percorso di 15 ore, il sabato dalle ore 16. 

Gruppo:  dagli 8 ai 15 partecipanti. Non è richiesta alcuna competenza particolare in scrittura.

Iscrizioni: a liberaillibroserravalle@bluewin.ch entro il 15.12.2018 (iscrizioni accettate in ordine di arrivo).

Investimento:      270 Fr. Riduzione a partire da 10 partecipanti

Informazioni:      sulla pagina www.fb.me/narrarsi

Materiale necessario:    carta e penna.

 *La Libera Università dell’Autobiografia (www.lua.it) è organismo di formazione per adulti riconosciuto dal Ministero Istruzione Università Ricerca italiano.

Luogola Soffitta del Libro
Indirizzo / Viaex casa comunale, Ludiano
PeriodoDal 26.01.2019 al 25.05.2019
GiorniSa
Info0766791073
Prezzo270 CHF
EtàPer adulti
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
© Regiopress, All rights reserved