laRegione
30.07.22 - 20:40

Bella sì, ma non vuota dentro

“La pelle è lo specchio della tua anima”, mi dicevano. Per questo mi sono rivolta a chi se ne intende (in attesa di fare poi due conti, anche economici)

di Laura (la Ficcanaso)
bella-si-ma-non-vuota-dentro

Pubblichiamo un contributo apparso su Ticino7, allegato a laRegione

A inizio giugno ho sbloccato diversi meridiani e curato una dipendenza dal caffè che non sapevo di avere. Quando sono andata per la prima volta, settimane dopo, dalla skin specialist, ero già sulla strada del magnesio, dell’Omega3, della masticazione lenta. Avevo già trascorso tre giorni in accappatoio in una clinica detox con alimentazione a base di liquidi, verdure al vapore e olio di semi di lino e già una esperta di benessere (68 anni che parevano la metà dei miei) mi spiegava che dovevo fare sport e lasciare perdere ogni dieta: prendermi i miei spazi, vivere di sano egoismo, respirare perché i miei meridiani tornassero liberi e l’energia potesse fluire serenamente nel mio corpo. Mi sono applicata ma non sono certa di avervi riferito tutto correttamente. Tuttavia, sono rimasta estremamente soddisfatta e quei tre giorni di digiuno e trattamento estetico hanno aggiunto un nuovo capitolo di spesa al mio già creativo bilancio personale: una sessione di detox una volta all’anno, mi sono detta, non posso negarmela. Cosa vuoi che sia? Soprattutto: vuoi veramente risparmiare su queste cose? Dicevamo: quando sono andata dalla skin specialist ero già bella impostata (o almeno così credevo): l’energia già fluiva nel mio corpo e mangiavo salmone e avocado con costanza. Io volevo solo che lei mi togliesse i punti neri ma evidentemente lei voleva di più. E quindi, rieccoci: sii egoista, manda a quel paese le persone, non pensare solo agli altri, pensa a te stessa, curati. Dico: sì ma su queste rughe si può fare qualcosa? Non ha ritenuto sufficiente distruggermi la beauty routine e sostituirla con una più costosa, il punto era farmi capire che dovevo mandare a quel paese chi mi trattava male così anche la pelle ne avrebbe giovato. Avrei voluto concludere mandando a quel paese lei e la sua arroganza passivo-aggressiva, volevo dirle che alla clinica detox, settimane prima, erano stati tutti molto più comprensivi e simpatici (benché decisamente cari). Ma ho lasciato perdere. Aspetterò che faccia il suo dovere fino in fondo con l’idratazione, la pelle lucida e i punti neri. Solo allora, con una pelle splendida e tanta energia in corpo, faremo i conti.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino7
Ticino7
3 gior
Maria del Pilar Cabarcas-Gaberell. Beneficenza, ma con ‘stile’
Dalla doppia nazionalità colombiana e svizzera, la incontriamo a Paradiso, dove lavora. Vivace, dinamica e solare, non ha mai dimenticato le sue origini
Ticino7
3 gior
Broadcast. Fine delle trasmissioni
Una manciata di album, alcune raccolte, lavori sperimentali e qualche collaborazione. Ma di solo talento non si vive, e senza la buona sorte...
Ticino7
3 gior
Disavventure Latine. Messico: l’ultimo cenote
Tutti a dirmi “vai a fare il bagno in un cenote”. E io ci sono andato, non in uno, ma in quattro. Che cosa sono mo’ ve lo spiego (per chi non lo sapesse).
Ticino7
3 gior
Stevie Wonder, il ragazzo dei miracoli
Siamo nell’ottobre del 1972 e nei negozi arriva “Talking Book”. Stevie aveva 22 anni e 19 dischi alle spalle. Sarà un capolavoro e altri ne seguiranno
Ticino7
3 gior
Dagli Steely Dan a Donald Fagen (o il contrario, se vi pare)
Quanti sono gli album che avete consumato a forza di ascoltarli? Qui ve ne proponiamo un paio, dischi “senza tempo” da ascoltare prendendovi del tempo
Ticino7
3 gior
Orphaned Land. Di metal e di religioni
’Mabool’ è un album del 2004 di un quintetto di metallari israeliani, con testi anche in ebraico e un sacco di religione. Vi suona strano? Ascoltatelo
Ticino7
4 gior
Stefanino Meraviglia e altre meravigliose storie
In caso di dolori di cuore, turbe esistenziali e altri scompensi di natura umana, il brano giusto è quello che ci vuole. Nel dubbio, puntate sui classici
Ticino7
1 sett
Barbara Conrad corre sempre più in alto
Classe 1977, un passo dietro l’altro, un metro di dislivello sopra l’altro, oggi è fra le appassionate di trail e ultra trail più tenaci del Ticino
Ticino7
1 sett
Arnold Rikli, il dottore del Sole
Il pioniere del ‘turismo’ della salute era svizzero. Nell’800 mise a punto un metodo di cura basato su luce, aria e acqua (applicato anche in Ticino)
Ticino7
1 sett
Covid-19. Il valzer delle statistiche
Mentre secondo alcuni dovremo tornare a fare i conti con la pandemia, la questione dei ricoveri e dei decessi ‘con’ o ‘per’ il virus rimane irrisolta
© Regiopress, All rights reserved