laRegione
12.03.22 - 07:00
Aggiornamento: 15.03.22 - 10:18

Il pallone? Sembra (solo) un gioco

“Non c’è un altro posto del mondo dove l’uomo è più felice che in uno stadio di calcio”. (Albert Camus)

a cura di Redazione/T7
il-pallone-sembra-solo-un-gioco
© Ti-Press
2002, calcio regionale 3a lega, Coldrerio - US Azzurri. Nella compagine biaschese militò anche il cantante Paolo Meneguzzi.

Pubblichiamo l’editoriale apparso su Ticino7, allegato settimanale de laRegione

Non serve andare molto lontano per cogliere quanto il gioco del calcio abbia rappresentato un prezioso collante sociale per chi espatriava per lavoro. Storie d’immigrazione che hanno lasciato un segno, in questo caso non (solo) economico, anche da noi. Lo ricordiamo nelle prossime pagine con un contributo di Roberto Scarcella dedicato ai club nati, un po’ ovunque nel mondo, prima negli altiforni e nelle catene di montaggio, poi negli spogliatoi e a bordo di fazzoletti di terra (spesso nemmeno troppo verdi). Operai che nel dopolavoro si ritrovavano attorno a un pallone; forse non erano i grandi campioni del "gioco più bello del mondo", di certo lo erano di quello più genuino, fatto di piedi buoni (almeno uno) e polmoni per correre. I casi più significativi di casa nostra sono riconducibili all’epopea industriale in Leventina. Lo mostra la storia dell’FC Bodio e la sue fortunate stagioni negli anni Sessanta. O ancora la nascita di compagini volute da operai italiani impiegati alla Monteforno: come l’US Azzurri di Biasca, fondata nel 1969 e che lo scorso anno ha dovuto mollare tutto (si legge in Facebook) per "problemi di organico". Volevamo braccia e arrivarono anche le gambe e i piedi. E alcuni pure molto buoni.

Leggi anche:

A Bodio si rincorre il pallone da 100 anni

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino7
Ticino7
1 gior
Sportivamente parlando
L’avvento dello sport in Ticino, dalle riserve iniziali ai successivi eccessi (risse incluse)
Ticino7
1 gior
Generazione ‘Aftersun’
Presentato lo scorso maggio a Cannes, è diventato un caso. Paul Mescal (Calum nel film) è candidato all’Oscar come Miglior attore protagonista
Ticino7
1 gior
Il poliziotto Mattia
Mattia Da Dalt si occupa di formazione, interna ed esterna al Corpo di Polizia, dalla scuola dell’infanzia fino agli adulti. Anche con l’amico Peo.
Ticino7
1 gior
Ho visto Jerry Seinfeld
Trattato come uno scarto da chi maneggiava palinsesti, dopo di lui nulla è stato più come prima: buio in sala, sul palco di Tucson la leggenda.
Ticino7
2 gior
Gioco, partita, incontro e citazione
Per inaugurare l’edizione n. 4 dedicata allo sport ticinese, parole di tennis (non ticinese)
Newsletter
1 sett
C’era una volta il primo skilift
È quello di Airolo-Lüina, nato nel 1950. C’erano una volta pure gli Ittiti e Hattusa, città sacra. Attualissimi, invece, gli insulti e gli insetti
Ticino7
1 sett
Da più di settant’anni, a Lüina si scia
‘Per i ragazzi la giornaliera costava 3 franchi, 5 per gli adulti. La salita singola, rispettivamente 30 e 50 centesimi’: storia del primo ski-lift
Ticino7
1 sett
Bärbel Koch e i piccoli abitanti del pianeta
Di Besazio, biologa di formazione con una passione per gli insetti nata durante gli studi, dirige la Società entomologica della Svizzera italiana
Ticino7
1 sett
Hattusa, nell’antica terra degli Ittiti
Scoperta in Turchia, fondata dal bellicoso popolo indoeuropeo venuto dal Caucaso, potrebbe esserne stata la città sacra
Ticino7
1 sett
Scrittore sarà lei!
Jane Austen vs Mark Twain, Virginia Woolf vs James Joyce, Truman Capote vs Jack Kerouac: le vie dell’insulto sono infinite
© Regiopress, All rights reserved