laRegione
braccati-e-in-fuga-con-matula-e-i-pink-floyd
17.01.22 - 12:00
Aggiornamento : 15:28

Braccati e in fuga con Matula (e i Pink Floyd)

Metti una sera davanti alla TV. In onda una vecchia puntata del classico “Ein Fall für Zwei”, ma il bello è quello che si sente in sottofondo...

Pubblichiamo un contributo apparso su Ticino7, allegato settimanale de laRegione

‘Uno di questi giorni ti taglierò a pezzettini’
Dal brano “One of these days” dei Pink Floyd (Meddle, 1971)

‘Una grappa. Doppia’
Josef Matula, quasi sempre (nella foto è quello a destra, per chi non lo sapesse).

Francoforte sul Meno, Germania Ovest, primi anni Ottanta. Bettolacce di quarta categoria contrapposte a case di altolocati da far paura, poveracci in ogni accezione e ricconi, capitani d’impresa, finanzieri. Per carità, nessuna grande differenza rispetto a oggi, se non il fatto che la Germania di quarant’anni fa era lontanissima parente della locomotiva d’Europa diventata poi e tutto era al ribasso. Chi più chi meno, chi per ricordo lontano chi per culto, chiunque conosce la serie Un caso per due. Il basso e biondissimo ex poliziotto e ora investigatore privato Josef Matula che, nel corso degli anni e delle innumerevoli stagioni (33), affiancherà una lunga serie di avvocati alle prese con omicidi, truffe, rapimenti. Spesso ambientati in inverno, spesso sotto una cappa di tristezza e desolazione degna di ogni serie TV tedesca anni Ottanta, gli episodi si susseguono con Matula che prende botte, insegue, socializza con sbandati e reietti, fa lo spavaldo, ordina “una grappa doppia” almeno una volta a puntata, fino all’epifania: l’episodio “Una donna troppo sola”. Matula deve fare da ‘guardia del corpo’ alla moglie del riccone di turno che ha già subito un tentato omicidio. Salgono su una Mercedes e mentre girano per Francoforte temendo di essere seguiti, si sente in fase di decollo il basso di Roger Waters accompagnato dalle tastiere di Richard Wright (nel video della puntata in questione, qui sotto, andate al minuto 12.25 per capirci).
Un gomito rotto, Dafalgan come fossero caramelle e l’alienazione di chi è confinato al divano quando di solito vive fuori di casa fanno sembrare il tutto un’allucinazione. “One of these days”? I Pink Floyd? Con Matula? Ein Fall für zwei diventa scena in piena notte dell’anfiteatro di Pompei, al posto di investigatori e avvocati ci sono i baffoni di Nick Mason dietro la batteria e David Gilmour alle prese con la sua Fender. Francoforte e Pompei, industria grigia e romano splendore. Le serie ‘da nonna’ tedesche faranno sorridere di supponenza chi è abituato a Netflix o Prime. Ma lì ci sono i Pink Floyd, altrove a volte non sanno nemmeno chi siano stati.
1-0, palla al centro e tanti saluti.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
caso per due germania anni ottanta josef matula pink floyd meddle
Guarda 3 immagini e 1 video
TOP NEWS Ticino7
Ticino7
4 gior
L’occhio sociale di Alessandro Ligato
‘L’arte mi ha insegnato ad avere un pensiero divergente che non si ferma mai all’apparenza ma che tenta, piuttosto, di scoprire cosa c’è sotto il tavolo’
Ticino7
5 gior
Se volevo essere un riempimento di vuoti nascevo stucco
Perché è così difficile per le persone percepire la differenza tra essere disponibili ed essere a disposizione?
Ticino7
5 gior
Dimmi come ti chiamano (e ti dirò chi sei)
Ti si attacca addosso in un attimo e ti accompagna per tutta la vita, spesso finendo per diventare anche un nome di famiglia alternativo: è il soprannome
Ticino7
6 gior
Quello sei tu, davvero
Hai voglia a costruirti un profilo pubblico rispettabile, se poi quelli che ti conoscono veramente...
Ticino7
1 sett
Gabriel Stöckli e l’età dell’incertezza
La durezza e la semplicità delle forme coinvolte nelle sue creazioni sono anche la metafora della precarietà della sua generazione
Ticino7
1 sett
Storie e curiosità col ‘ghiro d’Italia’ (ma senza sudare)
Anche se non siete amanti della bici, qui potrete trovare pane per i vostri denti. Perché in su e in giù seguendo la Maglia Rosa non si pedala e basta...
Ticino7
1 sett
Il castoro cerca casa, uomo permettendo
Cacciato, estinto e reintrodotto. Anche quella di questo ingegnoso roditore è la storia di una convivenza fragile e complessa con l’homo sapiens
Ticino7
1 sett
Essere ‘Supergiovani’ dentro
“Nel boschetto della mia fantasia c’è un fottio di animaletti un po’ matti inventati da me, che mi fanno ridere quando sono triste”
Ticino7
2 sett
La scelta ‘silenziosa’ di Claudio Zanini
Guida un’auto elettrica e con 120mila chilometri alle spalle l’esperienza è molto positiva. A parte quei costi legati alla ricarica ‘da migliorare’...
Ticino7
2 sett
Guidare elettrico: lo stile fa la differenza
Come si guida un veicolo con motore elettrico, con un occhio ad autonomia e resa, e rientrare nei margini di percorrenza promessi dai costruttori?
© Regiopress, All rights reserved