laRegione
18.12.21 - 07:00
Aggiornamento: 20.12.21 - 10:25

Zone temporaneamente ‘autonome’ (ma virtuali)

Oggi sono qui, domani non si sa. Perché sono ragazzi e cercano le novità: il resto è già vecchio

di Redazione/gc
zone-temporaneamente-autonome-ma-virtuali
© izismile.com
Dalla serie “Children Of London 70 Years Ago By Thurston Hopkins” (2021).

Pubblichiamo l’editoriale apparso su Ticino7, allegato a laRegione.

Chiedere oggi a un 15enne che ci fa giorno e notte su una piattaforma come TikTok o Instagram (per dire, ma “il catalogo” è incompleto e in divenire) è più o meno lo stesso interrogativo che i genitori di 20, 30 oppure 40 anni fa si ponevano quando il loro pargolo prendeva la giacca e usciva di casa ancora col tortellino in gola: “Vado fuori, mi trovo coi soci”. Dove poco importava, bastava fuggire. I social pensati per i giovani vengono modulati in base alle loro richieste e aspettative: se non puoi postare video vali zero, se è complicato non funziona, se pensi di infilarci regole e limiti rischi di assistere a colossali migrazioni di massa verso piazze meno ingessate. Non per nulla – e lo dicono quelli che se ne intendono – Facebook è diventato roba per pensionati in vacanza. Di certo non rappresenta più l’universo dei 20enni. E nemmeno dei 30enni. Se sei giovane (per davvero) cerchi la novità e l’eccentricità, mica la solita robetta considerata accettabile dal mondo adulto. Anche per questo, forse, pare servano a poco le raccomandazioni su un utilizzo “consapevole” dei social: quando le alternative sono città senz’anima, asettiche, prive di spazi liberi e aree temporaneamente autonome – le TAZ, tanto care a chi crede nell’autogestione vs il controllo sociale – dove vuoi che si rifugino molti di loro?


© izismile.com
Dalla serie “Children Of London 70 Years Ago By Thurston Hopkins” (2021).


© izismile.com
Dalla serie “Children Of London 70 Years Ago By Thurston Hopkins” (2021).

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino7
Ticino7
7 ore
La pigna: simboli, significati, leggende e atmosfere natalizie
Con un po’ di fantasia e un pizzico di manualità questi elementi vegetali, raccolti per tempo nel sottobosco, possono dare vita a suggestive decorazioni
Ticino7
11 ore
Natale in giallo. E per le feste un bel caso da risolvere...
‘Ero andato a trovare il mio vecchio amico Sherlock Holmes due giorni dopo Natale, con l’intenzione di fargli gli auguri per le festività...’
Ticino7
1 gior
Il Natale visto da Milco Margaroli
"In una Svizzera sempre più secolarizzata" è importante riscoprire le radici cristiane che sono alla base di momenti di festa e ma anche di riflessione
Ticino7
1 gior
Quelli mai contenti (nemmeno sotto le feste)
"È Natale da fine ottobre. Le lucette si accendono sempre prima, mentre le persone sono sempre più intermittenti..." (Charles Bukowski, 1920-1994)
Ticino7
1 sett
I “fiati" e i respiri di Giulia Genini
Un amore nato alle Elementari e che deve aver fatto felici i suoi, visto che a casa non faceva che soffiare e soffiare. Poi le cose si sono fatte serie...
Ticino7
1 sett
Pensiero magico. La vita e la potenza dei simboli
"Ci sono buoni motivi per pensare che, nell’evoluzione del pensiero, la religione sia successiva alla magia" (J.G. Frazer)
Ticino7
1 sett
Il vocabolario di Putin è al passato
Con l’Occidente satanista e la Russia storica si spiega la guerra. Partendo da un saggio di Bengt Jangfeldt, alcune riflessioni sulla tragedia ucraina
Ticino7
1 sett
Qatar 2022: due o tre cose sui Mondiali
Nel grande dilemma etico che grava sulla manifestazione sportiva, c’è davvero da sentirsi come il figlio di un dentista dentro un negozio di dolciumi
Ticino7
1 sett
La scaramanzia e altri gesti per sopravvivere (al peggio)
Ha scritto Alejandro Jodorowsky: ‘Essere razionali è bene, ma essere soltanto razionali è una lebbra, una peste, una malattia’. Uomo avvisato...
Ticino7
1 sett
I Modern Lovers nel tunnel del tempo
Un disco apparso nel 1976 ma scritto almeno mezzo secolo fa. Tanto elementare quanto “moderno”, diventato un classico da ascoltare (almeno una volta)
© Regiopress, All rights reserved