laRegione
Yverdon-sport Fc
FC Stade Ls Ouchy
19:30
 
gas-a-martello-tanto-son-tamarro
Un tasto per l’apertura di speciali valvole nell’impianto discarico di un noto marchio tedesco (e fare così maggior baccano). Contro i rumori molesti, insomma, anche i costruttori hanno delle responsabilità e dovrebbero fare la loro parte.
27.11.21 - 07:000
Aggiornamento : 29.11.21 - 15:25

‘Gas a martello’ (tanto son tamarro)

Sono spesso giovani e vogliono trasgredire. Ok, ma certe cose oggi è meglio farle in un circuito automobilistico

Pubblichiamo l’editoriale apparso su Ticino7, allegato a laRegione.

Quando, decenni fa, ai lati del rettifilo fra Camorino e Cadenazzo c’era poco o nulla, gli allora ventenni scorrazzavano a tutta velocità per provare ebbrezze da pilota e testare le ultime modifiche apportate ad auto e moto. Ma altrove si faceva pure di peggio, anche perché i controlli erano blandi, ci si conosceva tutti (agenti-genitori-figli-vicini di casa) e le normative erano assai più elastiche, per esempio rispetto alle modifiche dei veicoli. Oggi, giustamente e in nome della sicurezza, la strada non è più una giungla; peccato che la testa di alcuni conducenti (non solo giovanissimi, va detto) continui ad assomigliare più a una Playstation, dove accelerare e sgommare è una priorità... Nemmeno servissero grandi abilità nel pigiare sul gas e compiere cambi di marcia fulminei (tanto ci pensa l’elettronica a farti fare il fenomeno), con l’inevitabile baccanale di marmitte spara petardi e ruote urlanti. Al tema – più complesso e sfaccettato di quel che si pensi – dedichiamo l’approfondimento; un fenomeno non nuovo (vedi sotto) e diffuso ovunque – nella vicina Italia così come Oltre Gottardo e in Ticino – ma che oggi, in un territorio sempre più urbanizzato, popolato e densificato, non può più essere né tollerato, né giustificato.

Ingrandisci l'immagine
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino7
Ticino7
4 gior
Diaframma. A ‘Gennaio’ fa freddo, anche a Firenze
“Nessun senso di colpa, non è importante per me / tu non stare in pensiero, è solo un finto cuore”
Ticino7
6 gior
La bacchetta magica di Elena Schwarz
Nata a Lugano nel 1985, le sue radici affondano fra l’Engadina e l’Australia. Direttrice d’orchestra, la musica è la colonna sonora della sua esistenza
Ticino7
6 gior
Vasco Rossi a Locarno. Cosa succede(va) nel 1985?
A pochi giorni dal 70esimo compleanno di Vasco Rossi, ricordiamo attraverso la lettura dei giornali dell’epoca l’incredibile controversia di Piazza Grande
Ticino7
6 gior
Ai margini: riflessioni su chi c’è, ma non si fa notare
Una società senza asociali o è morta oppure è una dittatura. Perché abbiamo molto da imparare da chi non ama i riflettori
Ticino7
6 gior
La scelta del ‘profilo basso’
ʻPiù piccola è la mente più grande è la presunzioneʼ. Esopo aveva ragione, si sa
Ticino7
1 sett
Braccati e in fuga con Matula (e i Pink Floyd)
Metti una sera davanti alla TV. In onda una vecchia puntata del classico “Ein Fall für Zwei”, ma il bello è quello che si sente in sottofondo...
Ticino7
1 sett
L’arte ‘sociale’ di Manuela Villa-Petraglio
"Vado in studio, resto lì… a respirarne l’aria, tasto l’atmosfera, cerco di estraniarmi dal mondo esterno per entrare in una comunicazione con me stessa”
Ticino7
1 sett
Lassù, tra le cime. La vita dello stambecco alpino
Appartiene al superordine degli ungulati e domina le valli dalle vette dell’arco alpino dove esibisce, con portamento fiero, le sue maestose corna
Ticino7
1 sett
Radio e TV: la staffetta di Carla e Lara
“Scrivi più su di lei, mi raccomando!”. “Ma no, ma no, scrivi più su di lei!”. Vabbè, dai... intanto iniziamo a raccontarvi che c’è di nuovo alla RSI
Ticino7
1 sett
Giornata mondiale della neve. Una scuola coi fiocchi
Il 16 gennaio si celebra la Giornata mondiale della neve. Una ricorrenza istituita nel 2012 per ricordare (anche) la sua importanza per il nostro pianeta
© Regiopress, All rights reserved