laRegione
gesti-con-le-dita-ma-di-cortesia
© Ti-Press
Ticino7
27.03.21 - 07:000

Gesti con le dita, ma di cortesia

Salutarsi fra motociclisti è un atto di rispetto e condivisione. Forse l’ultimo baluardo della cavalleria medievale?

Pubblichiamo l'editoriale apparso sabato su Ticino7, allegato a laRegione.

Mi racconta Sarah, una collega, qui al giornale: “Trent’anni fa mio papà mi portava a fare dei giretti in moto. Ogni motociclista che ci incrociava salutava... Inutile dire quanto fossi gasata del fatto che ci salutassero tutti! La prima volta che è successo, una volta tornati a casa ho raccontato tutto a mia mamma (non motociclista) di quanto fosse figo il papi perché lo salutavano tutti! (La storia che si scambiano un saluto con la mano a prescindere l’ho capita dopo). Comunque non tutti lo fanno; anche tra i motociclisti ci sono gli schizzinosi... ma se hai una bella motocicletta ti salutano pure loro. E anche gli automobilisti: al semaforo tirano giù il finestrino e attaccano bottone...”. 
Pare che il famoso gesto che si fanno i motociclisti sia nato negli anni Settanta. Negli Stati Uniti, e dove sennò. Con due dita della mano sinistra si forma una V; oppure si alza il piede o la gamba destra e le mani rimangono sul manubrio, per esempio in fase di sorpasso. Le dita a V sarebbero da intendere come un segno di rispetto (reciproco) per chi ha la stessa passione. Un rituale che all’inizio dei tempi era diffuso tra chi guidava le Harley (e spesso si trattava di reduci del Vietnam). Altri invece tirano in ballo i cavalieri e le giostre medievali... Un po’ di quel mondo fatto di eroi e di leggende ce lo racconta nelle prossime pagine Emiliano Bos, lui che i miti (e le rovine) della frontiera americana li vede per davvero.

 

 

Ingrandisci l'immagine
TOP NEWS Ticino7
Ticino7
1 gior
L'empatia secondo Assunta Ranieri Bernasconi
Ha aperto nel Luganese uno spazio dove mamme e papà possono condividere professione e cura dei figli. Un'idea che racconta molto di lei e del suo vissuto
Ticino7
1 gior
Moda e riuso. I giovani negli armadi di famiglia
Davide e Gaia si raccontano: come e perché alle solite vetrine in centro e ai centri commerciali preferiscono le soffitte e gli abiti di mamma e papà?
Ticino7
1 gior
Elastici, trampolini e regali boomerang
Ieri erano gli esercizi in VHS, oggi sono i tutorial su YouTube. Ma poco è cambiato... sempre che a casa non vi manchi una scatola di cereali pronta all'uso
Ticino7
1 gior
$Amazon. Consumi, lavoratori, concorrenza (e grandi affari)
Il più grande mercato sulla faccia della Terra fa parlare di sé. Questa volta è un problema di diritti, ma la materia sulla quale riflettere è molto più ampia
Ticino7
1 gior
Pacco & contropacco (aggiungi al carrello)
Qualcuno la chiama responsabilità personale. Che poi è la solita storia: se vuoi un mondo diverso, inizia da te
Ticino7
1 sett
Disavventure Latine 1. Targato Panama: il Canale
Con questo secondo episodio, si conclude la prima tappa del viaggio che dal Canale ci porterà in Colombia. Nove tappe per capire "l'altra America". Se vi va...
Ticino7
1 sett
Disavventure Latine 1. Targato Panama: la città
Inizia da qui il viaggio in compagnia di Roberto Scarcella, che da Panama ci condurrà verso la Colombia. Nove tappe per capire "l'altra America"
Ticino7
1 sett
Nino Buonocore. ʻAll That Jazzʼ
È quello di "Scrivimi", che a risentirla oggi ti chiedi che cosa sia successo alla musica italiana negli ultimi 30 anni. Ma questa è un'altra storia (o forse no)
Ticino7
1 sett
Hedy Lamarr, la madre del wi-fi
Spesso definita ʻla stella più bella del cinema’, senza di lei non potremmo avere satelliti per la difesa, telefoni cellulari, bluetooth e internet wireless
Ticino7
1 sett
Tutti i colori di Francine Mury
ʻOgni persona ha una sua cromaticaʼ, ci confida l'artista di Meride. Una gamma di sfumature che manifesta nel vestirsi, nell’arredare casa o nel dipingere...
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile