laRegione
burger-king-e-l-amore-da-whopper
Ticino7
14.11.20 - 17:250
Aggiornamento : 17.11.20 - 10:50

Burger King e l'amore da Whopper

Vendersi bene è importante quasi quanto stare bene. È così che nascono le grandi storie. Anche se poi passi le giornate a fare cose bizzarre, tipo...

Pubblichiamo un articolo apparso su Ticino7, allegato del sabato a laRegione.

In questa landa incerta in cui un pezzo del parentado è in lockdown e un altro è in allarme da “come faremo a Natale”, festeggiamo almeno la liberazione dai buoni sentimenti. Oggi vogliamo solo uscirne (e uscire): ingrati, ottusi e cinici come sempre siamo stati. Eppure, il marketing “col cuore in mano” scalda ancora gli animi. Lo ha dimostrato Burger King, con un manifesto in cui invitava a ordinare da un rivale storico come McDonald’s (e in senso lato da qualunque altro ristorante), per sostenere un settore in enorme crisi durante la pandemia. Nei giorni in cui realizzavo di avere tantissimi conoscenti esperti di politica statunitense e scatenati fan di Joe Biden, conoscevo anche una marea di esperti di comunicazione e profondi conoscitori del settore ristorazione. A nessuno è venuto in mente di osservare che ordinare delivery significa spesso foraggiare società che sfruttano le persone che consegnano, perché ancora una volta ci era stata venduta un’idea bellissima nel modo più efficace, ossia senza volerlo fare esplicitamente. 


Una pubblicità anni Ottanta: per la serie i consigli e l'esperienza contano (anche se le creme non ti servono, fortuna tua)


La blogger L’Estetista Cinica insegna tutte le volte che ti dice che non devi sprecare soldi. Se il destino ti ha dato in sorte un sedere importante nessuna crema anticellulite ti trasformerà nella Hunziker della pubblicità di Roberta. È nell’esatto momento in cui ti dice questo che decidi di investire su una crema viso e scegli la sua. Perché ti ha detto una grande e pacificante verità. 
Alcune di noi si sono spesso sentite Burger King in campo sentimentale: non rincorrerli, torneranno da te, strisceranno ai tuoi piedi conquistati dalla nobiltà d’animo che esprimi nel non abbassarti a far loro la corte. Fai la splendida: niente coltello tra i denti per conquistare il mercato, solo tanta verità per far rafforzare il marchio e farne quello che gli esperti definirebbero un “love brand”. Investire sui valori e allo stesso tempo non dimenticare mai di curare il prodotto. Perché i valori non bastano se la customer experience non è soddisfacente. Vendersi bene è importante quasi quanto stare bene. È così che nascono le grandi storie. Anche se poi si passano le giornate in attività fastidiose e inutili. Come quella di togliere i cetriolini dal Whopper. 

Guarda le 3 immagini
TOP NEWS Ticino7
Ticino7
5 gior
La Ficcanaso, Agassi, un jeans e una canotta
Da bambina, imprigionata in salopette da sci inespugnabili e cappelli di lana con pompon, guardavo con la bocca aperta gli adolescenti sulle piste da sci
Ticino7
6 gior
Arianna Tulipani e la sacrosanta difesa del ‘body positive’
“L’uomo è dove è il suo cuore, non dove è il suo corpo”. Così diceva Gandhi e personalmente lo declinerei pure al femminile. Lo sa bene Arianna
Ticino7
6 gior
Povertà. La pandemia in Ticino vista dai margini
Con SOS Ticino scopriamo come vive il confinamento e le difficoltà chi si trova escluso dai contesti sociali più favorevoli. Tanti sono donne, uomini e bambini con storie di migrazione.
Ticino7
6 gior
Trump, il boia federale e le carceri strapiene
L’ultima volta accadde in America quando in Europa non era ancora stata inaugurata la torre Eiffel e stava per nascere Adolf Hitler. Gennaio 1889.
Ticino7
6 gior
Il Natale, il virus e la prostituta di Tom Waits
Un bilancio delle feste, tra dubbi esistenziali e una 'cartolina da una battona di Minneapolis'
Ticino7
1 sett
Sandro Matasci. Tra cemento, vigna e pennelli
Dalla diga del Luzzone alla Stazione Fart di Muralto: i ricordi di un ingegnere civile con una grande passione per la pittura e la viticoltura
Ticino7
1 sett
Metti un po' di Fontaines nel tuo smartphone
Passare dall'indimenticato John Peel ai giovani irlandesi Fontaines D.C. il passo è breve, se provi a riscoprire la genialità dei The Fall
Ticino7
1 sett
Le parole (dell’anno) sono importanti
"Resilienza: capacità di fare fronte in maniera positiva a eventi traumatici, di riorganizzare positivamente la propria vita...". Ok, e la famosa crisi?
Ticino7
1 sett
Noi, nell'epoca del capitalismo della sorveglianza
Li chiamano Big Data, in pratica sono una sterminata raccolta di informazioni, spesso molto personali, dal valore commerciale enorme. Tanta roba insomma...
Ticino7
1 sett
Sulla pandemia ‘è l'ora della verità’ (cin cin)
Il cenone del 31 dicembre loro lo hanno fatto. Un momento di normalità, per ribadire che "non ce la raccontano mica giusta quelli lì".
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile