laRegione
le-scuse-dei-maschi
Il signor Homer Simpson, da Springfield, Stati Uniti d'America
Ticino7
19.09.20 - 17:300

Le scuse dei maschi

Di solito non si sbaglia: la verità, è che non gli piaci abbastanza. Tutto il resto sono parole, parole, parole... (come cantava Mina).

Pubblichiamo un contributo apparso su Ticino7, allegato del sabato a laRegione.

Benché reperto archelogico, Sex&The City legge ancora la contemporaneità con quell’acume sorprendente che solo i grandi classici possono avere. Una stagione dopo l’altra, Carrie Bradshaw ci insegnava a mettere le spille sulle giacche, indossare “scarpe da 400 dollari con un vestito da 20 dollari”, entrare e uscire da quelle che oggi, con quell’insopportabile mania di problematizzazione che questo tempo si porta appresso, definiremmo “relazioni tossiche”. 
Oggi sono relazioni tossiche che minacciano la nostra autostima, ieri erano stronzi che tornavano per non restare mai; persone che facevano “ghosting”, come diremmo oggi che abbiamo inventato parole nuove per delusioni antiche. Dalla notte dei tempi, quando un uomo sparisce o non fa ciò che ci aspettiamo da lui, portiamo il caso al tribunale delle amiche. Era ovviamente ciò che facevano anche Carrie, Miranda, Charlotte e Samantha nel loro pranzetto settimanale. Memorabile la vicenda del ragazzo che esce con Miranda e puntualmente scompare: la sera, prima di salire in casa, ha sempre un meeting importante che gli impone di andare a letto presto. Baci e abbracci, lui va e lei si domanda perché con la consulenza delle amiche. Chiamato a esprimere un parere, il fidanzato di Carrie squarcia il velo: “He’s just not that into you”. Da questo dialogo è nato anche un libro, bestseller, il cui titolo sintetizza la sconvolgente rivelazione: La verità, è che non gli piaci abbastanza. Non hai sbagliato vestito, non sei stata troppo aggressiva, lui non ha delle tare psicologiche, né ha avuto un’infanzia difficile (non più di quella di chiunque), semplicemente non gli piaci abbastanza. 
L’altra sera raccontavamo di cose analoghe. Lui che sparisce puntualmente ogni fine settimana per stare con i genitori anziani e invia tenerissime foto dei nipoti. Scopri dopo qualche mese che i nipoti erano figli e che nel fine settimana tornava dalla legittima moglie. Quell’altro che dopo diverse uscite e chiacchiere infinite arrivato al dunque si ferma. La sua consulente energetica gli ha detto che tu potresti essere stata sua figlia o sua madre in un’altra vita. Ogni rapporto più che amicale puzza di incesto nell’inconscio di quest’uomo. La verità è che non gli piaci abbastanza. E che il progresso ha soltanto fornito ai maschi un’incredibile mole di scuse assurde per non fare il proprio dovere.

Guarda le 2 immagini
TOP NEWS Ticino7
Ticino7
21 min
Di bronchi e shampoo
Se non ti cambi le mutande ogni giorno, ripeteva sempre mia nonna, come farai il giorno in cui ti porteranno in ospedale?
Ticino7
4 ore
Per capire il Kosovo
Il paese che esiste per alcuni, ma non per altri. Dove i ponti diventano muri e la storia non si dimentica
Ticino7
10 ore
La pandemia e le strategie asettiche
La mascherina è fondamentale per proteggersi e proteggere gli altri. In molti, invece, pare si stiano dimenticando delle loro manine
Ticino7
1 sett
This War of Mine: quando i videogiochi entrano a scuola
I 'serious games' possono essere utilizzati per studiare temi importanti come la storia e la guerra. Sta succedendo in Polonia con un gioco davvero originale
Ticino7
1 sett
Erminio Ferrari e il valzer per un amico
Pubblichiamo un racconto dall'ultimo libro del giornalista e scrittore morto in montagna mercoledì scorso: una storia di amicizia, cime, musica e tutto il resto
Ticino7
1 sett
710 Ashbury Street: il ‘gruppo locale’ dei Grateful Dead
Considerati la band psichedelica per definizione, i Grateful Dead sono stati un fenomeno artistico centrale nella storia della controcultura americana.
Ticino7
1 sett
La Ficcanaso, la Ferragni e la seconda gravidanza
La già lunga lista di “cose che dobbiamo imparare da Chiara Ferragni”, si è arricchita, qualche giorno fa, di un nuovo importantissimo capitolo
Ticino7
2 sett
Depilazione: cosa ci dice un pelo
Farlo o non farlo. Per alcune è diventato un dilemma. Per altre una questione di moda, di rivendicazioni e a volte di semplice pigrizia.
Ticino7
2 sett
Sport e disturbi psichici. Ombre accanto al ghiaccio
Negli sport di squadra il tasso di burnout e abuso di alcol tocca il 5% dei giocatori, per ansia e depressione si arriva al 45. E in Ticino?
Ticino7
2 sett
Una tazzina con Jean-Claude Luvini
Importa caffè certificati provenienti principalmente dall’Uganda. Prodotti molto richiesti, soprattutto da chi crede nell'economia equo-solidale.
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile