laRegione
+5
Ticino7
16.11.19 - 18:000
Aggiornamento : 18.11.19 - 10:59

Piora. Un alpe, una valle, una storia

Un libro di recente pubblicazione raccoglie i personaggi, le storie, le tradizioni e le conoscenze di un territorio unico e meraviglioso.

Pubblichiamo un contributo apparso su Ticino7, disponibile anche nelle cassette di 20 Minuti per tutto il fine settimana.

Un nome dall’aura evocativa, e uno zoom all’indietro per coglierne le molteplici sfaccettature: questo è ‘Piora. Un alpe, una valle, una storia’ (Salvioni Edizioni), un’opera corale nata dall’impegno di una ventina di autori che si sono occupati di un ampio ventaglio di ambiti legati a tale microcosmo. Si tratta di storici, scienziati, giornalisti, fotografi,  tecnici e studenti, capaci nei loro contributi di trasmettere con passione i risultati delle proprie ricerche. 
Per iniziare c’è la storia: si parte dal 1227, anno della ripartizione dei diritti di sfruttamento degli alpi della Leventina, e si arriva ai giorni nostri, percorrendo le varie tappe dell’attività agropastorale tuttora di primaria importanza per la valle e l’eccellenza del suo formaggio. Nel cuore del volume troviamo un album di ritratti nati da una serie di incontri: uomini e donne che sono l’anima dell’alpe – il casaro, la pastora, la cuoca – tratteggiati con partecipazione, sensibilità e ironia, colti nelle sfumature e nei silenzi, lasciando intuire l’ulteriorità delle loro esistenze. Vengono sondati i terreni dei ricordi d’infanzia (gli odori di piante e di rustico, le merende con limonata e vino, le lacrime lontano da casa, l’incanto della neve); i ritmi di una quotidianità fatta di salite irte e faticose, di risvegli all’alba, ma piena di fascino remoto e della sensazione di realizzazione; i passi sui crinali delle relazioni, accanto agli abissi e alle orme lasciate da chi non c’è più. Emergono caratteri e storie diversi  accomunati da impegno, fatica, cura e dedizione, a sancire lo spirito di un lavoro solitario e collettivo svolto con lo sguardo puntato verso un medesimo orizzonte, quello di «portare una tradizione secolare al centro del futuro». 

Attraversando le stagioni
Piora, col suo Centro di biologia alpina, è anche un laboratorio grazie alla varietà geologica, alla biodiversità della flora, ai numerosi laghetti. Affascinanti aspetti naturalistici – trattati in queste pagine con piglio divulgativo – che oltre alla bellezza del paesaggio contribuiscono alla qualità dei prodotti che vi hanno origine. Ulteriori approfondimenti conducono in un viaggio di scoperta nei meandri della valle: si va dai versi di aquile e marmotte bianche, a quelli nostalgici della poetessa di Ambrì; dalla storia della diga e della funicolare, fino alle slitte dirette alla birreria di Piotta con il ghiaccio tagliato dal Ritom. Ci sono anche le visite di Nietzsche ed Einstein, notizie e aneddoti apparsi sulla stampa, un manuale di degustazione del formaggio e altro ancora. 
A chiudere si trova il reportage di una scolaresca elementare con resoconti, foto, disegni e poesie, per vedere anche dalla prospettiva curiosa e incantata dei bambini i contorni del mondo di Piora. Pregevoli sono la stampa e le immagini, con dossier fotografici a fare da intermezzi e sostenere il ritmo di questo ricchissimo libro a carattere documentario: cartoline promozionali; foto d’epoca a testimonianza di tecniche e gesti antichi; operai in posa nei cantieri; turisti facoltosi davanti all’albergo locale. E ovviamente spettacolari vedute colte nel costante mutamento di tempo e stagioni, dal brulicare di vita tra il verde e blu estivo, alla quieta sospensione sotto la coltre invernale che ammanta ogni cosa.

Per informazioni e ordinazioni del libro (pp. 304, CHF 45.-): SalvioniEdizioni, Via Ghiringhelli, 6500 Bellinzona: tel. 091 821 11 11; libri@salvioni.ch

Guarda tutte le 9 immagini
TOP NEWS Ticino7
INCONTRI
12 ore
Una ragazza di 21 anni e il sogno di pilotare elicotteri
La storia di Céline Bartoloni che vuole librarsi in volo. Dopo l'esperienza estiva come assistente di volo, ora sta svolgendo la formazione pratica
L'approfondimento
15 ore
Quelle quasi-bistecche di carne vegetale
È arrivata anche in Svizzera. Un prodotto con tanti pregi e alcuni difetti
SOCIETÀ
18 ore
Boogaloo, i suprematisti bianchi dal nome afroamericano
Viaggio dietro le quinte del fenomeno emerso durante le proteste contro le misure anti pandemia negli Usa
Ticino7
1 sett
Amarcord Italia ’90
Più che di un Mondiale da dimenticare per molti tifosi, quello andato in scena tra giugno e luglio di trent’anni fa è stato il ritratto di un paese con ancora molte idee, nonostante i soliti immancabili difetti.
Ticino7
1 sett
Minimal Minüs: la pandemia vista da Piazza Grande
A grande richiesta, nuovi appunti dal Covid-19. Questa volta è un fuori porta tutto locarnese, tra rive più ampie, gatti smarriti e salatissimi grotti (ahi ahi…)
Ticino7
1 sett
Il lungo cammino di Lokman Kadak
Nei luoghi in cui il vento della storia soffia ostile, le esistenze si consumano più velocemente. “Ho 42 anni, ma sono diventato come un anziano” racconta, riferendosi a tutte le avversità affrontate nella sua vita.
Ticino7
1 sett
Videoconferenze. L’ospite inatteso
Tra gli effetti collaterali interessanti della pandemia vi è la smaterializzazione dell’incontro con l’altro. Una tendenza peraltro già in atto da tempo, ma in questo frangente...
Ticino7
1 sett
Indovina chi c’è nel video?
Le videoconferenze non sono più materia per le solite grandi aziende. Ma una volta connessi, non pensate solo alla vostra immagine sullo schermo: anche i contenuti hanno una discreta rilevanza...
Ticino7
1 sett
Elogio della gratitudine
Desiderate iniziare con il piede giusto questo nuovo decennio ed essere felici? Provate con grandi dosi di gratitudine: costo zero e risultati scientificamente provati.
Ticino7
1 sett
Emanuele Santoro: finché c'è vita, c'è teatro
Attore, regista, direttore artistico del teatro "il Cortile" a Lugano, oggi definitivamente chiuso causa di un nuovo progetto edilizio. Ma lui, quel bisogno di mettersi in gioco ce l'ha proprio dentro.
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile