laRegione
JARDINSUISSE TICINO | IL GIARDINIERE
08.08.22 - 12:00

Piante e fiori per balconi e terrazzi

Idee, consigli e suggerimenti

di JardinSuisse
piante-e-fiori-per-balconi-e-terrazzi

L’estate con il suo carico di profumi, sapori e colori è un’esplosione di bellezza e un irrinunciabile invito a uscire, assaporare e scoprire nuovi profumati angoli dei nostri giardini. Ma anche dedicarsi alla cura delle piante, così da riconnettersi alla natura e ai suoi ritmi: un’eccezionale metafora che ci sollecita a un viaggio introspettivo, in grado di far emergere e portare in superficie la nostra parte più intima e profonda. Quello che il giardinaggio ci offre è davvero tanto, a partire dal nostro benessere psico-fisico: dedicarsi alla cura di piante e fiori ci risolleva infatti l’umore, soprattutto dopo una giornata fitta di impegni e responsabilità. Trascorrere del tempo in giardino migliora sensibilmente le nostre relazioni sociali, ci dona autostima, ci rende più felici e, quindi, di buonumore.

Per non parlare della qualità della nostra vita: piantare e prendersi cura di piante e fiori è considerata infatti una vera e propria attività di fitness e, come la palestra, consente di riprendere rinvigoriti le nostre attività quotidiane. Con la differenza, però, che l’attività si svolge spesso all’aria aperta e i risultati si riflettono sulla nostra qualità di vita. Ecco allora la sollecitazione di questi mesi più caldi che ci spinge a guardarci attorno, ad aprire i nostri sguardi e iniziare a pensare con cosa e come abbellire i nostri balconi e terrazze. Partendo dai piccoli spazi verdi delle nostre case, per chi non ha orti o giardini, dove appunto immaginare, creare, realizzare e abbellire, dando loro una sicura rinnovata veste, complice appunto una stagione che è per tutti sinonimo di bellezza e vitalità.

La scelta davvero non manca, fiori e piante per abbellire balconi e terrazze sono veramente tanti, ma, prima di metterci all’opera, bisogna considerare alcuni importanti fattori. Ricordiamoci infatti che il caldo dei mesi estivi può essere opprimente non soltanto per le persone, ma anche per i vegetali, per cui sarebbe deleterio praticare potature, semine, trapianti, trattamenti nelle ore più calde della giornata. Per cui i più importanti lavori devono essere riservati nelle ore serali, per evitare di provocare scottature sul fogliame, garantendo in questi frangenti delle abbondanti e regolari innaffiature anche per scongiurare eventuali danni di notevole entità. Poche e semplici regole perché le nostre piante possano dare il meglio, regalandoci bellezza e profumi inebrianti che ci fanno sentire come in un giardino incantato.

Ecco allora che tra le coltivazioni da considerare possiamo annoverare sicuramente l’ibisco, pianta ornamentale molto diffusa, amata anche negli ambienti interni, ma che dà certamente il suo meglio su balconi e terrazze. I fiori, enormemente vistosi e dai colori accessi e sgargianti, sono infatti un potente richiamo per tutti coloro che vogliono dare un tono ed evidenziare il proprio angolo con una vera e propria esplosione di colori e profumi. Ricordiamo che la pianta ha foglie caduche, per cui in autunno perde in parte la sua bellezza e in inverno ha bisogno di particolari attenzioni prima di tornare a splendere nei mesi più caldi. Decisamente meno impegnativa è la portulaca, pianta estiva che si lascia baciare dal sole e le cui fioriture sono quasi sempre supercolorate, vivaci e vivide, in grado di donarci sicuramente del buon umore.

Per una bella sferzata di ottimismo, potente richiamo all’estate e alla bella stagione, la lavanda è certamente una scelta ottimale: signora di tutti i campi, simbolo di bellezza e salute, il suo profumo è la bella stagione per antonomasia, complici anche le cure non eccessive e la resistenza al caldo e all’afa di questi mesi. Una caratteristica che la accomuna al gelsomino, pianta rampicante che predilige i luoghi molto luminosi, ambienti ideali dove prosperare e sprigionare la sua inconfondibile e straordinaria fragranza.
Per chi invece è alla ricerca di romanticismo, e vuole dare un tocco d’antan al proprio angolo fiorito, sicuramente le rose sono la scelta irrinunciabile: simbolo di amore e passione, regina dell’estate, la rosa apprezza luoghi ben arieggiati, clima mite e luce diretta per un effetto scenico imbattibile.
Ci sono poi fiori talvolta sottovalutati, spesso non considerati per abbellire balconi e terrazze, ma la cui singolare appariscenza è veramente irresistibile: sono le margherite, per esempio, simbolo di innocenza che, riparate da vento e gelo, danno il meglio di sé proprio su balconi assolati, esattamente come il girasole, con il suo giallo intenso, simbolo di quella luminosa stella che lo alimenta e lo fa crescere in altezza: per questo motivo la varietà nana è sicuramente consigliata per il giardinaggio casalingo. Poi c’è la petunia, tavolozza di colori, un vero e proprio regalo della natura, perfettamente adatta alla coltivazione in vaso, piuttosto facile da coltivare e, se adeguatamente curata, si caratterizza come pianta da balcone perenne. Benché richieda ambienti soleggiati, soffre però la siccità, e dunque ha bisogno di essere concimata e regolarmente innaffiata.

Infine le ultime due note che portano un ulteriore tocco di brio sui nostri angoli fioriti, veri e propri balsami per la nostra psiche: la gazania, forse non molto conosciuta, è uno spettacolo della natura, caratterizzata da grandi e vivaci fiori che sovrastano il piccolo cespuglio di foglie coriacee e ricoperte da sottilissima peluria. Ideali per creare e decorare con un eccentrico stile qualsiasi balcone o terrazzo, anche per la facilità di coltivazione e soprattutto la lunga fioritura. Proprio come la bouganvillea, arbusto rampicante che fiorisce da giugno a ottobre inoltrato, pianta che ama il sole ma teme il freddo, un effluvio di buon umore che rende il balcone sicuramente degno di essere vissuto.
Se gli spazi sono limitati, si consiglia naturalmente di sfruttare le pareti, per far salire rampicanti in vasi alti e stretti, anche angolari.

Poi spetta a noi la scelta dei colori e del loro abbinamento: tinte solari, dall’arancio al giallo fino ai rossi, brillano al sole, soprattutto se abbinati a tinte contrastanti come il viola o il blu. Se si cerca invece una sensazione di freschezza e di luce, si consiglia di puntare su fiori bianchi, magari utilizzando vasi colorati o dalle forme particolari.

L’estate è alle porte: sole e calore accendono la fantasia, la voglia di fare e mettere le mani nella terra è troppo forte. Lasciamoci dunque guidare da questa nuova stagione, facciamo correre l’immaginazione per iniziare a costruire, abbellire e dare una nuova e rinnovata veste ai nostri piccoli angoli verdi di casa.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS #ilGiardiniere
© Regiopress, All rights reserved