laRegione
le-piante-neofite-invasive
Il Giardiniere | JardinSuisse Ticino
09.07.21 - 17:510
Aggiornamento : 15.07.21 - 15:50

Le piante neofite invasive

Riconosciamo le piante problematiche e affrontiamo il problema in modo corretto

COSA SONO LE NEOFITE INVASIVE?

Le neofite (dal greco néos “nuovo” e “pianta”) sono delle piante introdotte in Europa, in modo intenzionale o accidentale, dopo il 1492. La maggior parte di queste specie non riesce a stabilirsi in natura, oppure riesce a insediarvisi stabilmente ma senza causare problemi particolari. Tuttavia alcune neofite, definite invasive, si riproducono e si diffondono in modo importante causando dei danni alla biodiversità, all’economia, alla percezione del paesaggio o alla salute.

Una lotta immediata alle neofite invasive e con misure adeguate è dunque di fondamentale importanza.

 

LA REGOLA DEL 10

Di 1‘000 specie alloctone che arrivano in Svizzera, 100 hanno una chance di sopravvivere. Di quest’ultime 10 solamente riescono a stabilirsi in natura e solo 1 è potenzialmente invasiva. In Ticino su 550 neofite catalogate solo 41 sono invasive.

Pericoli e problemi legati alle neofite invasive:

  • Si riproducono e si diffondono in maniera incontrollata a scapito delle specie indigene (piante e animali)
  • Compromettono gli ambienti naturali alterandone la composizione originaria
  • Riducono i rendimenti in agricoltura e selvicoltura
  • Danneggiano o destabilizzano le infrastrutture (argini di contenimento artificiali, muri di sostegno, ecc.)
  • Possono mettere in pericolo la salute umana

 

DANNI ALLA SALUTE UMANA E ANIMALE

Ambrosia artemisia

L’Ambrosia a foglia di Artemisia può provocare delle allergie a livello respiratorio, oculare e cutaneo. È il polline di questa pianta a provocare reazioni anche forti in persone allergiche.

Caratteristiche generali

È una pianta annuale originaria dell’America settentrionale, alta 20-90 cm e molto ramificata, cespugliosa.

Periodo di fioritura: luglio-settembre.

Fusto

Il fusto è eretto, peloso, robusto, rossastro e spesso ramificato. La pianta adulta produce delle ramificazioni laterali e cresce in altezza, le foglie sono alterne.

Ambiente

Cresce su suoli aridi e nudi, nei giardini, sulle scarpate stradali e ferroviarie, nelle cave di ghiaia, nei cantieri e nei terreni agricoli.

Modi di diffusione

L’ambrosia è una pianta annuale e trascorre l’inverno esclusivamente sotto forma di seme. I semi sono spesso disseminati tramite gli spostamenti del suolo contaminato oppure con le granaglie per gli uccelli e i semi di girasole contaminati.

Lotta

Per l’ambrosia esiste l’obbligo di lotta. Durante i lavori di estirpo le persone con la pelle sensibile devono indossare sempre dei guanti e, in caso la pianta fosse già in fiore, anche una mascherina antipolvere e degli occhiali protettivi! I ritrovamenti di ambrosia, devono inoltre essere obbligatoriamente segnalati al Servizio fitosanitario cantonale.

 

Panace di Mantegazzi

Il Panace di Mantegazzi contiene furanocumarine fototossiche che, per semplice contatto e sotto l’influsso dell’irraggiamento solare, possono provocare bolle e scottature sulla pelle che possono essere permanenti.

Caratteristiche generali

È una pianta biannuale o perenne originaria del Caucaso che può raggiungere i 3.5 m di altezza. Le foglie e il fusto muoiono in inverno.

Foglie

Le foglie sono lunghe fino a 3 m, sono profondamente incise e hanno l’apice appuntito e il margine dentellato.

Periodo di fioritura: luglio-settembre.

Fusto

Il fusto è vigoroso e cavo, con peli corti e macchie rosse. Alla base il diametro può raggiungere 10 cm di spessore.

Ambiente

Cresce in luoghi umidi e ricchi in sostanze nutritive come le rive dei fiumi, i margini dei boschi, i bordi di sentieri, i prati, i terreni ruderali e incolti.

Modi di diffusione

Tramite semi e tuberi.

Lotta

Eliminare la pianta in giornate uggiose, indossando sempre indumenti lunghi, guanti e occhiali di protezione!

 

DANNI ALLA BIODIVERSITÀ E AGLI AMBIENTI NATURALI 

Poligono del Giappone

Il Poligono del Giappone ricopre le rive dei corsi d’acqua causando la scomparsa della vegetazione e degli animali acquatici. Privando le sponde di vegetazione e destabilizzando gli argini con i suoi rizomi sotterranei aumenta i danni durante le piene.

Caratteristiche generali

È una pianta perenne cespugliosa, originaria dell’Estremo Oriente che può raggiungere i 3 m di altezza. I fiori sono bianchi, raggruppati in infiorescenze spighiformi.

Foglie

Le foglie sono alterne, ovali, troncate alla base, lunghe 7-20 cm, acuminate e coriacee

Periodo di fioritura: luglio-settembre.

Fusto

I fusti sono cavi, glabri e con macchie rosse. Caratteristica è anche la guaina membranosa (ocrea) alla base delle foglie che avvolge i fusti.

Ambiente

Cresce lungo i bordi dei corsi d’acqua, sulle scarpate stradali e ferroviarie e nei terreni incolti.

Modi di diffusione

Soprattutto tramite frammenti di rizomi (anche molto piccoli) e di fusto, che possono dare vita a nuovi individui.

Lotta

Pulire minuziosamente sul posto gli attrezzi e i mezzi di trasporto entrati in contatto con i poligoni esotici! I piccoli frammenti di rizoma e di fusto sono in grado di dare vita a nuove piante.

 

Pueraria Irsuta o Kudzu Pueraria Lobata

Questa pianta a crescita veloce soffoca la vegetazione e causa danni alle infrastrutture. Aumenta il livello di azoto nel terreno e può compro- mettere i suoli magri. I rami sono leggermente urticanti!

Caratteristiche generali

È una pianta rampicante perenne originaria del sud-est asiatico, con rami lunghi fino a 30 m. Le radici formano dei grossi tuberi resistenti al gelo che fungono da riserva nutritiva.

Foglie

Le foglie sono composte da tre foglioline lobate e sono lungamente picciolate

Periodo di fioritura: luglio-agosto.

Fusto

Il fusto è vigoroso e cavo, con peli corti e macchie rosse. Alla base il diametro può raggiungere 10 cm di spessore.

Ambiente

È coltivata nei giardini, dai quali sfugge. Cresce nelle colture, su terreni liberi da vegetazione, ai margini di boschi e strade.

Modi di diffusione

Si diffonde soprattutto in modo vegetativo, tramite la dispersione di frammenti di pianta che possono generare nuovi individui.

Lotta

Pulire minuziosamente sul posto gli attrezzi e i mezzi di trasporto entrati in contatto con la pueraria irsuta! Piccoli frammenti di radici o di rami possono dare vita a nuove piante.
Questa pianta a crescita veloce soffoca la vegetazione e causa danni alle infrastrutture. Aumenta il livello di azoto nel terreno e può compromettere i suoli magri. I rami sono leggermente urticanti!

 

NUMERI UTILI


UFFICI E SERVIZI CANTONALI

Servizio fitosanitario cantonale, Bellinzona t. 091 814 35 57, www.ti.ch/fitosanitario

Sezione della protezione dell’aria, dell’acqua e del suolo, Bellinzona, t. 091 814 29 71, www.ti.ch/neofite

 

MAGGIORI INFORMAZIONI

www.ti.ch/organismi e www.ti.ch/neofite

Schede informative sulle singole piante: www.infoflora.ch > Flora > Neofite >Liste e schede d’informazione

Indicazioni di lotta e smaltimento e basi legali: www.kvu.ch > Gruppi di lavoro > Tutti > AGIN

Utilizzazione di erbicidi: www.ti.ch/spaas e www.ti.ch/fitosanitario

Ambrosia: www.ambrosia.ch

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS #ilGiardiniere
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile