laRegione
04.05.22 - 10:28
Aggiornamento: 15:53

‘No a Frontex non significa fuori da Schengen’

Daniel Jositsch (Ps) replica a Karin Keller-Sutter: ‘Nessun automatismo. Altrimenti la Svizzera sarebbe stata espulsa dal sistema da tempo’

Ats, a cura de laRegione
no-a-frontex-non-significa-fuori-da-schengen
Keystone
Il ‘senatore’ zurighese

Un ‘no’, il 15 maggio, al regolamento Ue su Frontex non comporta automaticamente un’espulsione dal sistema Schengen: lo dice il consigliere agli Stati Daniel Jositsch (Ps/Zh), rimproverando alla consigliera federale Karin Keller-Sutter di travisare la realtà.

Non c’è nessun automatismo, anche se Keller-Sutter lo sostiene. Altrimenti, la Svizzera sarebbe stata espulsa dal sistema Schengen da tempo, afferma Jositsch in un’intervista alla Neue Zürcher Zeitung.

In base al testo dell’accordo, la Svizzera avrebbe in un simile caso solo due anni di tempo per adottare nuove decisioni. Il termine è scaduto nel dicembre 2021, e l’Ue non ha espulso la Svizzera. "Nessuno ha interesse a tagliarci fuori da Schengen, né a Berna, né a Bruxelles, né in nessun Paese dell’Ue", sostiene il ‘senatore’ zurighese, che è anche professore di diritto penale.

La retorica della consigliera federale Keller-Sutter "sta cementando l’immagine che siamo al guinzaglio dell’Ue, che saremo puniti se non ci pieghiamo. Penso che sia estremamente pericolosa", aggiunge Jositsch.

Critica del Ps ai respingimenti

Il Ps non è fondamentalmente contrario a Frontex, ma chiede in cambio ulteriori possibilità legali per i migranti di raggiungere la Svizzera, precisa Jositsch. L’attuale politica d’asilo in Europa porta a situazioni umanitarie catastrofiche. A molti migranti viene sistematicamente impedito di chiedere asilo in Europa (attraverso i respingimenti, ‘push-back’), anche se hanno motivi validi per ottenere protezione.

Jositsch parla a questo proposito di un dilemma: da un lato, la Svizzera deve partecipare all’estensione di Frontex, altrimenti sarebbe esclusa dall’accordo di Schengen. D’altra parte, ha detto, è inaccettabile che la Svizzera partecipi all’espansione di questo sistema senza misure umanitarie di accompagnamento.

Secondo Jositsch, se il popolo boccerà il regolamento su Frontex, il tema tornerà comunque in tempi brevi in parlamento. Il consigliere agli Stati zurighese fa riferimento a una mozione da lui stesso presentata nell’ultima sessione, sulla quale le Camere federali saranno chiamate ad esprimersi già in giugno.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
15 ore
Traffico sulla A13 e la A28, niente ‘bacchetta magica’
Il problema del traffico turistico di aggiramento sulle due arterie grigionesi impone una strategia sovracantonale
Svizzera
16 ore
Tentata rapina a mano armata a Crans Montana
Preso di mira, poco prima delle 6, un negozio del centro. È caccia ai malviventi (due) in Vallese
Svizzera
17 ore
Cresce il numero di persone con livello d’istruzione terziario
Tra i 25-34enni nell’arco di vent’anni la quota è raddoppiata: nel 2021 uno su due aveva conseguito un diploma corrispondente
Svizzera
20 ore
All’aeroporto di Zurigo-Kloten, la ripresa pare confermata
In settembre i movimenti sono stati 20’355, un 3% in meno rispetto ad agosto ma di quasi un terzo superiore allo stesso mese del 2021
Svizzera
20 ore
Scesi dal bus aggrediscono un uomo e gli danno fuoco
Dodici adolescenti sono stati rilasciati al termine dell’interrogatorio, avvenuto a Winterthur, mentre due si trovano in carcerazione preventiva
Svizzera
20 ore
Svizzera ‘razzista sistemica’, ma Berna respinge le accuse
Per l’ambasciatore elvetico alle Nazioni Unite le considerazioni del Gruppo sono in parte basate su ‘supposizioni’ e ‘malintesi’
Svizzera
1 gior
Malgrado le ombre, le prospettive per l’industria non peggiorano
Il comportamento del parametro rappresenta una sorpresa: gli analisti si aspettavano infatti una contrazione a valori compresi fra 54 e 55,6 punti
Svizzera
1 gior
Suicidi quasi dimezzati negli ultimi quarant’anni
La diminuzione è soprattutto evidente tra gli uomini. Il Ticino ha presentato i tassi di suicidio inferiori per tutto l’ultimo decennio
Svizzera
1 gior
Lieve ma significativo rallentamento dell’inflazione
Si tratta del primo calo dopo venti mesi consecutivi con numeri in crescita o stabili. In settembre il rincaro annuo si è attestato al 3,3%
Svizzera
1 gior
Elezioni cantonali a Zugo: Status quo per il governo cantonale
Il Consiglio di Stato rimane quindi composto da tre rappresentanti dell’Alleanza di Centro, due liberali radicali e due Udc
© Regiopress, All rights reserved