laRegione
04.12.22 - 12:17
Aggiornamento: 14:21

Fuga di dati, la perdita di fiducia è enorme

Un avvocato specializzato in questo ambito torna sulla vicenda che vede protagonista il Dipartimento cantonale di giustizia zurighese

Ats, a cura di Red.Web
fuga-di-dati-la-perdita-di-fiducia-e-enorme
Keystone
Martin Steiger

Un avvocato specializzato in protezione dei dati e informatica è sorpreso che il Dipartimento cantonale di giustizia zurighese non dia prova di trasparenza nello scandalo della fuga di dati. Si ha l’impressione che le autorità vogliano nascondere il caso sotto il tappeto, ha dichiarato in un’intervista pubblicata oggi dal SonntagsBlick.

Tra il 2006 e il 2012, un fornitore di servizi informatici del Dipartimento di giustizia non avrebbe cancellato dati sensibili da hard disk poi finiti in mani criminali o clandestine, in particolare nel giro della droga e della prostituzione.

Per l’avvocato Martin Steiger si pongono diverse questioni giuridiche e politiche, ma oggi è già evidente che la perdita di fiducia nella giustizia zurighese è enorme, sottolinea. Se si scopre che il Dipartimento di giustizia si è disfatto del materiale informatico senza un contratto per risparmiare denaro, gli obblighi di diligenza potrebbero essere stati violati, sottolinea.

"Se gli hard disk sono stati consegnati solo con l’istruzione di cancellare i dati per poterli rivendere, sarebbe ipotizzabile una violazione del segreto d’ufficio", aggiunge l’avvocato.

Lo scandalo dei dati dovrebbe essere riesaminato in modo indipendente al di fuori del cantone, ha continuato Steiger. Per ragioni evidenti occorrerebbe l’intervento di un procuratore speciale. Ci sono molte accuse gravi.

Un’indagine penale è in corso. Deve in particolare stabilire la quantità e il tipo di dati trapelati. Il Dipartimento di giustizia ha anche commissionato un’indagine amministrativa esterna.

Secondo il Blick, il Tages-Anzeiger e la Srf, i dati in questione includono perizie psichiatriche su persone al centro di procedimenti penali, elenchi di numeri di telefono di agenti di polizia e documenti sulla pianificazione del nuovo centro di polizia e giustizia.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
1 ora
Addio carta: il Canton Berna si dà al digitale
Dal primo marzo le autorità comunicheranno, salvo rare eccezioni, unicamente attraverso i mezzi elettronici
Svizzera
5 ore
Ringier istituisce gruppo di lavoro su missione giornalistica
Alla ‘task force’ il compito di sviluppare una dichiarazione che i caporedattori saranno chiamati a dover rispettare
Svizzera
6 ore
Marco Chiesa sollecita la congiunzione delle liste con il Plr
Per il presidente dll’Udc è l’unico modo per evitare l’avanzata della sinistra. Che non risparmia di critiche
Svizzera
8 ore
I Verdi puntano a diventare la terza forza politica del Paese
Dall’assemblea di Ginevra, il presidente Balthasar Glättli non lesina critiche all’indirizzo dell’Udc e della sua posizione in materia energetica
Svizzera
8 ore
Sale la tensione con la Cina? Le Pmi svizzere delocalizzano
A causa della delicata situazione, le aziende battenti bandiera rossocrociata si orientano su piazze produttive in Vietnam, Thailandia e India
Svizzera
10 ore
L’Udc pronta a dar battaglia a ‘cultura woke’ e immigrazione
Adunata dei delegati a Bülach per lanciare l’anno elettorale 2023. Piatto forte dell’assemblea discussioni sul genere e approvvigionamento energetico
Svizzera
1 gior
Sarebbe riuscita l’iniziativa per la responsabilità ambientale
I Giovani Verdi annunciano di aver raccolto oltre 100mila firme. Il concetto di ‘limite naturale’ al centro della proposta di modifica costituzionale.
Svizzera
1 gior
Giornalista scopre monumento nazista nel cimitero di Coira
Ha fatto parte del culto dell’eroe con cui Hitler ha giustificato la guerra, scrive la Srf. Le autorità non ne erano a conoscenza.
Svizzera
1 gior
Nel programma Udc la lotta agli uffici per la parità di genere
Anticipate le linee guida per le Federali: ‘Preoccupazione’ per gli asterischi nei testi, niente soldi alle istituzioni che sostengono ‘ideologie’
Svizzera
1 gior
Prodotti bio troppo cari: bocciata la proposta di Mister prezzi
Stefan Meierhans ha proposto ai rivenditori una ‘soluzione amichevole’, subito però rispedita al mittente
© Regiopress, All rights reserved