laRegione
04.12.22 - 15:40
Aggiornamento: 16:04

‘Il no allo Spazio economico è stata una decisione sbagliata’

Per il presidente dei Verdi liberali Jürg Grossen, con i bilaterali ‘le relazioni con l’Unione europea sono come una caldaia piena di buchi’

Ats, a cura di Red.Web
il-no-allo-spazio-economico-e-stata-una-decisione-sbagliata
Keystone
Jürg Grossen

Il presidente dei Verdi liberali Jürg Grossen vuole rilanciare l’accordo sullo Spazio economico europeo. "Lo Spazio economico europeo è vivo e vegeto", ha dichiarato Grossen in un’intervista alla ‘SonntagsZeitung’, sottolineando che la Norvegia, l’Islanda e il Liechtenstein "ci vivono in modo eccellente".

Il ‘no’ del popolo svizzero di 30 anni fa è stata una decisione sbagliata storica. Negli anni successivi, l’accesso al mercato interno è potuto essere parzialmente assicurato grazie agli accordi bilaterali. Tuttavia questi ultimi si erodono sempre di più. Le relazioni con l’Unione europea sono come una caldaia piena di buchi. La Svizzera non può più continuare limitandosi ai rattoppi. Ora è necessaria una nuova caldaia, sostiene Grossen. E per i Verdi liberali è lo Spazio economico europeo.

Grossen dubita dei piani del Consiglio federale, che vuole prolungare la via bilaterale attraverso nuovi negoziati dopo aver interrotto le trattative sull’accordo quadro con l’Unione europea. "Il Consiglio federale sta sondando Bruxelles, si ingarbuglia nei dettagli e non fa progressi", ha detto. "Siamo in un vicolo cieco".

Con lo Spazio economico europeo, la Svizzera avrebbe una soluzione rapida e stabile a lungo termine. È stato negoziato e copre l’intero mercato interno al di là degli accordi bilaterali. Grossen riconosce che si possono fare errori. Ma bisogna anche essere pronti a correggerli a tempo debito.

Un sondaggio condotto tra il 6 e il 17 ottobre su poco più di 1’000 persone ha rivelato che il 71% degli svizzeri approverebbe attualmente l’accordo sullo Spazio economico europeo. Il 6 dicembre 1992, una sottile maggioranza del 50,3% l’aveva respinto.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
3 ore
Addio carta: il Canton Berna si dà al digitale
Dal primo marzo le autorità comunicheranno, salvo rare eccezioni, unicamente attraverso i mezzi elettronici
Svizzera
7 ore
Ringier istituisce gruppo di lavoro su missione giornalistica
Alla ‘task force’ il compito di sviluppare una dichiarazione che i caporedattori saranno chiamati a dover rispettare
Svizzera
8 ore
Marco Chiesa sollecita la congiunzione delle liste con il Plr
Per il presidente dll’Udc è l’unico modo per evitare l’avanzata della sinistra. Che non risparmia di critiche
Svizzera
9 ore
I Verdi puntano a diventare la terza forza politica del Paese
Dall’assemblea di Ginevra, il presidente Balthasar Glättli non lesina critiche all’indirizzo dell’Udc e della sua posizione in materia energetica
Svizzera
10 ore
Sale la tensione con la Cina? Le Pmi svizzere delocalizzano
A causa della delicata situazione, le aziende battenti bandiera rossocrociata si orientano su piazze produttive in Vietnam, Thailandia e India
Svizzera
12 ore
L’Udc pronta a dar battaglia a ‘cultura woke’ e immigrazione
Adunata dei delegati a Bülach per lanciare l’anno elettorale 2023. Piatto forte dell’assemblea discussioni sul genere e approvvigionamento energetico
Svizzera
1 gior
Sarebbe riuscita l’iniziativa per la responsabilità ambientale
I Giovani Verdi annunciano di aver raccolto oltre 100mila firme. Il concetto di ‘limite naturale’ al centro della proposta di modifica costituzionale.
Svizzera
1 gior
Giornalista scopre monumento nazista nel cimitero di Coira
Ha fatto parte del culto dell’eroe con cui Hitler ha giustificato la guerra, scrive la Srf. Le autorità non ne erano a conoscenza.
Svizzera
1 gior
Nel programma Udc la lotta agli uffici per la parità di genere
Anticipate le linee guida per le Federali: ‘Preoccupazione’ per gli asterischi nei testi, niente soldi alle istituzioni che sostengono ‘ideologie’
Svizzera
1 gior
Prodotti bio troppo cari: bocciata la proposta di Mister prezzi
Stefan Meierhans ha proposto ai rivenditori una ‘soluzione amichevole’, subito però rispedita al mittente
© Regiopress, All rights reserved