laRegione
01.12.22 - 15:07
Aggiornamento: 18:25

‘L’affitto pesa in modo sproporzionato sul reddito’

Grido d’allarme dell’Associazione Svizzera Inquilini. Sommaruga: ‘Per le famiglie a basso reddito raggiunti i limiti della sopportazione’

Ats, a cura di Red.Web
l-affitto-pesa-in-modo-sproporzionato-sul-reddito
Keystone
Grido d’allarme

Le pigioni stanno aumentando troppo e rappresentano un onere sempre più pesante per i bilanci familiari: lo sostiene l’Associazione Svizzera Inquilini, alla luce delle ultime cifre sui prezzi al consumo pubblicate dall’Ufficio federale di statistica.

I dati dell’Ufficio federale di statistica mostrano che dal 2005 gli affitti sono aumentati di oltre il 22%, a fronte di una crescita generale dei prezzi che è rimasta sotto il 7%. «Per gli inquilini, questo significa che le pigioni pesano in modo sproporzionato sul reddito», afferma il presidente dell’Asi Carlo Sommaruga. «In particolare per le famiglie a basso reddito si sono raggiunti i limiti della sopportazione».

«Da anni, i canoni d’affitto si muovono in un’unica direzione, ovvero verso l’alto», sostiene il consigliere agli Stati socialista ginevrino. «Questo sviluppo è preoccupante e probabilmente si accentuerà in considerazione dell’esplosione dei costi d’energia, della diminuzione del numero di abitazioni sfitte e dell’evoluzione prevista del tasso di interesse di riferimento applicabile».

Se l’anno prossimo questo parametro aumenterà, gli inquilini subiranno aumenti importanti della fattura per l’alloggio. Inoltre è sempre più difficile trovare alloggi a prezzi accessibili. «Purtroppo, alcuni proprietari e locatori, soprattutto le grandi società immobiliari, si concentrano su chi dispone di un reddito elevato», si rammarica Sommaruga.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
2 ore
‘La penuria di farmaci è un problema internazionale’
Secondo Yvonne Gilli, presidente della Federazione dei medici svizzeri, urge una ‘soluzione globale ai massimi livelli’
Svizzera
2 ore
Maggioranza favorevole a riesportazione armi in Ucraina
Secondo un sondaggio il 55% della popolazione ritiene che Paesi terzi dovrebbero essere in grado di fornire all’Ucraina armi di produzione elvetica
Svizzera
3 ore
Tamedia fa ammenda su accuse di mobbing e sessismo
Un’ex redattrice del settimanale ‘Das Magazin’ accusa l’ex responsabile della pubblicazione rimproverando al gruppo un atteggiamento attendista
Svizzera
7 ore
Il Vallese sui casinò si ritiene svantaggiato rispetto al Ticino
Il Consiglio federale intende accordare la concessione per una sola casa da gioco: protesta il consigliere di Stato Darbellay
Svizzera
8 ore
Raccolte le firme per l’iniziativa sul mantenimento del contante
Già certificate oltre 111‘000 firme a favore del ‘Sì a una valuta svizzera libera e indipendente sotto forma di monete o banconote’
Svizzera
1 gior
Due morti a Disentis per una valanga
La slavina ha travolto un gruppo di tre sciatori fuori pista, una sola delle quali è rimasta illesa
Svizzera
1 gior
La meteo fa i capricci: in Ticino quasi 20°C, neve in montagna
Il favonio da nord ha alzato eccezionalmente la colonnina di mercurio nel sud della Svizzera: 19,5°C a Locarno. Rischio valanghe nei Grigi
Svizzera
1 gior
La Brévine festeggia il freddo, pronta una brioche da record
Nella ‘Siberia della Svizzera’ inizia il festival locale: fornai pronti a sfornare una brioche da 4,18 metri, in onore dei -41,8°C toccati nel 1987
Svizzera
1 gior
Il parto anonimo è sempre più possibile in Svizzera
Sempre più ospedali danno alle donne la possibilità di partorire in modo confidenziale, come alternativa alle “baby finestre”
Svizzera
1 gior
Secondo il Ceo, i prezzi dei prodotti Nestlé saliranno ancora
Secondo Mark Schneider, però, la multinazionale non è responsabile del rincaro essendo essa stessa vittima dell’aumento dei prezzi
© Regiopress, All rights reserved