laRegione
26.11.22 - 09:59
Aggiornamento: 13:34

La mafia nella Confederazione ha cellule in ‘luoghi noti’

La riflessione del procuratore generale della Confederazione Stefan Blättler che lancia un monito: ‘Bisogna fare un passo avanti’

Ats, a cura di Red.Web
la-mafia-nella-confederazione-ha-cellule-in-luoghi-noti
Keystone
Il pg

Il procuratore generale della Confederazione Stefan Blättler vuole intensificare la lotta alle infiltrazioni mafiose in Svizzera. "Bisogna fare un passo avanti", ha dichiarato in un’intervista a "Schweiz am Wochenende".

Ci sono luoghi noti in Svizzera in cui si sospetta la presenza di cellule della ’ndrangheta. In collaborazione con l’Italia, bisognerebbe aprire procedimenti per mafia anche in Svizzera. "Se procediamo da entrambe le parti, sarà più facile condurre le inchieste", sottolinea Blättler.

Una delle grandi debolezze della Svizzera è che il Ministero pubblico della Confederazione non ha una visione d’insieme della situazione nei vari cantoni. "Io ad esempio non ho accesso alle banche dati delle polizie criminali di Turgovia o San Gallo. Non abbiamo un quadro della situazione in tutta la Svizzera", deplora il procuratore federale.

Multe di cinque milioni: "Ridicolo"

Per il capo del Ministero pubblico elvetico occorre intervenire anche a livello legislativo: più precisamente per quel che riguarda le disposizioni sulla responsabilità penale delle società. "Guardate le sanzioni previste: cinque milioni di multa. È ridicolo!", afferma Blättler. "È circa un quarto dello stipendio di un manager di secondo livello. Lo pagano con la piccola cassa".

Blättler vedrebbe di buon occhio uno strumento come il Deferred Prosecution Agreement utilizzato nel mondo anglosassone. In questo modo, le aziende non verrebbero semplicemente multate per riciclaggio di denaro, ma l’azione penale potrebbe essere rinviata dando all’impresa un determinato tempo per adempiere a una serie di prescrizioni riabilitative. "Il nostro obiettivo non può essere quello di sciogliere una società. Ma di avere un’azienda pulita che crea posti di lavoro e paga le tasse", sottolinea Blättler.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
3 ore
Addio carta: il Canton Berna si dà al digitale
Dal primo marzo le autorità comunicheranno, salvo rare eccezioni, unicamente attraverso i mezzi elettronici
Svizzera
6 ore
Ringier istituisce gruppo di lavoro su missione giornalistica
Alla ‘task force’ il compito di sviluppare una dichiarazione che i caporedattori saranno chiamati a dover rispettare
Svizzera
7 ore
Marco Chiesa sollecita la congiunzione delle liste con il Plr
Per il presidente dll’Udc è l’unico modo per evitare l’avanzata della sinistra. Che non risparmia di critiche
Svizzera
9 ore
I Verdi puntano a diventare la terza forza politica del Paese
Dall’assemblea di Ginevra, il presidente Balthasar Glättli non lesina critiche all’indirizzo dell’Udc e della sua posizione in materia energetica
Svizzera
9 ore
Sale la tensione con la Cina? Le Pmi svizzere delocalizzano
A causa della delicata situazione, le aziende battenti bandiera rossocrociata si orientano su piazze produttive in Vietnam, Thailandia e India
Svizzera
11 ore
L’Udc pronta a dar battaglia a ‘cultura woke’ e immigrazione
Adunata dei delegati a Bülach per lanciare l’anno elettorale 2023. Piatto forte dell’assemblea discussioni sul genere e approvvigionamento energetico
Svizzera
1 gior
Sarebbe riuscita l’iniziativa per la responsabilità ambientale
I Giovani Verdi annunciano di aver raccolto oltre 100mila firme. Il concetto di ‘limite naturale’ al centro della proposta di modifica costituzionale.
Svizzera
1 gior
Giornalista scopre monumento nazista nel cimitero di Coira
Ha fatto parte del culto dell’eroe con cui Hitler ha giustificato la guerra, scrive la Srf. Le autorità non ne erano a conoscenza.
Svizzera
1 gior
Nel programma Udc la lotta agli uffici per la parità di genere
Anticipate le linee guida per le Federali: ‘Preoccupazione’ per gli asterischi nei testi, niente soldi alle istituzioni che sostengono ‘ideologie’
Svizzera
1 gior
Prodotti bio troppo cari: bocciata la proposta di Mister prezzi
Stefan Meierhans ha proposto ai rivenditori una ‘soluzione amichevole’, subito però rispedita al mittente
© Regiopress, All rights reserved